Mercoledì 10 Agosto 2022 | 09:50

In Puglia e Basilicata

L'intervista

Benedetta Pilato: «Quando nuoto ho tutto», la campionessa tarantina si confessa

Benedetta Pilato: «Quando nuoto ho tutto», la campionessa tarantina si confessa

Parla la 14enne, nuovo record italiano nei 50 rana agli ultimi Mondiali di Gwanju

03 Agosto 2019

Ciro Sanarica

A una settimana dall’esordio ai Mondiali di nuoto, che fruttò il nuovo record italiano nella specialità dei 50 rana (il 29”98 rappresentò la nona prestazione all time al mondo), sfociato poi nella domenica seguente in una storica medaglia d’argento, Benedetta Pilato parla a «La Gazzetta del Mezzogiorno», tra un allenamento e l’altro. L’intenso periodo vissuto dalla giovanissima atleta tarantina concede pochi spazi per rifiatare. Tra quindici giorni, la nuotatrice quattordicenne, sarà a Budapest, dove prenderà parte ai Mondiali Giovanili, gareggiando sia sui 50 che sui 100 rana.

L’esperienza ai Mondiali di Gwangju inizia il 18 luglio per chiudersi lunedì 29 con il rientro a casa. Un’immagine particolare di questi dieci giorni?
«Non ho un ricordo particolarissimo - dice la nuova speranza del nuoto italiano - ma forse l’accoglienza che mi è stata riservata all’arrivo in aeroporto perché non me l’aspettavo».

Benedetta Pilato ha dovuto attendere ultimo e penultimo giorno per esibirsi, in tre fantastiche nuotate. Il picco delle emozioni c’è stato.
«Al termine della finale. È stato quello il momento in cui ho provato l’emozione maggiore, più che alla partenza dai blocchi».

Hai fissato, tra i tanti record dell’ultimo trimestre, quello di precocità nella partecipazione ad un Mondiale di nuoto per l’Italia e di conseguenza risultata essere la più giovane italiana (ma da ricerche di archivio non si trovano nuotatrici più giovani di 14 anni 6 mesi e 9 giorni andate a medaglia nelle specialità di nuoto di un Mondiale). E magari lontani da casa, in un simile contesto, ci si potrebbe sentire soli anche, per un attimo.
«No. Momenti in cui mi sia sentita sola non ce ne sono mai stati. Il gruppo mi ha aiutato tanto e questo aspetto non mi ha sfiorato».

Qualcuno in particolare, in “casa Azzurri” forse ha rappresentato una spalla?
«Ho legato benissimo con tutti, non c’è stata una persona in particolare in tal senso. Mi hanno fatta sentire sin da subito a mio agio. Davvero ringrazio tutti perché sono stati fantastici nei miei confronti».

Impossibile che non sia mancato proprio nulla.
«In effetti - dice sorridendo - qualcosa sì… magari il cibo. Si mangiava in mensa. Certo non ho mangiato cose strane, mi sono attenuta alla dieta».

Quindi al rientro?
«No, no… non ho chiesto nulla di particolare. Andava bene qualunque cosa preparata in casa».

Ti manca qualcosa di Gwangju?
«No. È stata un’esperienza complessivamente fantastica. Sono partita, come dissi il giorno prima del viaggio, con l’obbiettivo di divertirmi e mi sono divertita tantissimo godendomi appieno l’avventura. Ma ogni cosa ha il suo tempo».

Tesserata per la Fimco Sport del presidente Gigi Mileti ed allenata dal coach di sempre, Vito D’Onghia, divide la sua vita tra scuola e sport, come tanti ragazzi. Il tuo hobby?
«Hobby? Il nuoto senz’altro».

Frequenterà il secondo anno al liceo Maria Pia di Taranto. Diligente in vasca quanto sui banchi di scuola ma è più semplice affrontare un gara o un compito in classe?
«Direi che è più facile svolgere una gara… ho pochi dubbi su questo».

La prevista partenza per il Collegiale di Ostia che precede il volo per Budapest è spostata. Allenamenti a Scanzano Jonico e quindi ad Ostia il 16, poi il 18 il volo: i Mondiali si svolgono dal 20 al 25. Il Ferragosto in riva allo Jonio quindi. Ha un desiderio Benedetta?
«Non mi viene in mente nulla. Vuol dire che va bene così e sono felice per questo».

Benedetta nuota per divertirsi: questo il segreto. Vince divertendosi, probabilmente. Giusto non perdere le dimensioni delle cose: Benedetta Pilato è nata il 18 gennaio 2005. Una teenager che nuota da favola attorno a cui è lecito che ci sia interesse ma non pressione. Che il divertimento prosegua.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725