Giovedì 27 Giugno 2019 | 01:52

NEWS DALLA SEZIONE

Nei pressi del San Nicola
Bari, 59enne travolta mentre va al concerto: perde una gamba, è in coma

Bari, una 59enne travolta mentre va al concerto: perde una gamba, è grave

 
I coordinatori
FI, confermati D'Attis e Damiani: fiducia da Berlusconi, obiettivo la Regione

FI, confermati D'Attis e Damiani: fiducia da Berlusconi, obiettivo la Regione

 
LE REAZIONI
Chiusura ex Ilva, scoppia la polemica. Renzi: «Pazzi al Governo»

Chiusura ex Ilva, opposizione e sindacati contro il Governo. «Pasticcioni». Renzi: «Pazzi»

 
Il caso
Lecce, ergastolano tenta di uccidere compagno di cella: è in coma

Lecce, ergastolano tenta di uccidere compagno di cella: è in coma

 
La tragedia
Foggia, muore infilzato nel cancello della Sapienza: in centinaia ai funerali

Foggia, muore infilzato nel cancello della Sapienza: in centinaia ai funerali

 
Il siderurgico
Taranto, la minaccia di Mittal: «Senza immunità, a settembre si chiude»E intanto parte il Cig per 1400 operai

Taranto, la minaccia di Mittal: «Senza immunità, il 6 settembre si chiude». Di Maio: no a ricatti. Salvini: no chiusura

 
Lo scontro finale
Università, elezioni rettore: sfida a due tra Bronzini e Bellotti

Bari, elezioni nuovo Rettore: sfida a due tra Bronzini e Bellotti

 
Il rogo
Torre Guaceto, incendio minaccia la Riserva:  interviene il Canadair

Torre Guaceto, incendio minaccia la Riserva: distrutti tre ettari

 
Si cerca un sito
Rifiuti, il Veneto blocca i trasferimenti dell'organico: allarme per 800 tonnellate

Emergenza rifiuti, il Veneto blocca l'organico della Puglia: stop a 800 tonnellate

 
Estate
Ondata di caldo a Bari, venerdì giornata da bollino rosso

Ondata di caldo a Bari, venerdì giornata da bollino rosso

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Machach, talento francese del Napoliè l'ultima idea intrigante del Bari

Machach, talento francese del Napoli è l'ultima idea intrigante del Bari

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariNei pressi del San Nicola
Bari, 59enne travolta mentre va al concerto: perde una gamba, è in coma

Bari, una 59enne travolta mentre va al concerto: perde una gamba, è grave

 
LecceIl caso
Lecce, ergastolano tenta di uccidere compagno di cella: è in coma

Lecce, ergastolano tenta di uccidere compagno di cella: è in coma

 
FoggiaLa tragedia
Foggia, muore infilzato nel cancello della Sapienza: in centinaia ai funerali

Foggia, muore infilzato nel cancello della Sapienza: in centinaia ai funerali

 
Potenza Graduation day Unibas
Potenza, la Giornata del laureato in stile college: 130 nuovi "dottori"

Potenza, la Giornata del laureato in stile college: 130 nuovi "dottori"

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, la minaccia di Mittal: «Senza immunità, a settembre si chiude»E intanto parte il Cig per 1400 operai

Taranto, la minaccia di Mittal: «Senza immunità, il 6 settembre si chiude». Di Maio: no a ricatti. Salvini: no chiusura

 
GdM.TVIl rogo
Torre Guaceto, incendio minaccia la Riserva:  interviene il Canadair

Torre Guaceto, incendio minaccia la Riserva: distrutti tre ettari

 
MateraGiustizia
Potenza-Matera, scoppia la guerra delle toghe

Potenza-Matera, scoppia la guerra delle toghe

 
BatIl caso
Barletta, tentano di rubare la pensione ad anziana: arrestati

Barletta, tentano di rubare la pensione ad anziana: arrestati

 

i più letti

Il caso

Arresto Giancaspro: così al Comune di Trani nascevano i bandi su misura

Secondo la Procura, l’imprenditore molfettese era il presidente occulto della squadra di calcio Vigor e cercava soldi per evitarne il fallimento

Fc Bari, finita assemblea straordinaria: unico liquidatore Giancaspro

«No, ma ieri Amedeo disse: “Volete il bando, la gara, l’affidamento? Benissimo. Fatelo e mandatemelo!”. Non so se mi spiego? “Cioè io... Se stiamo ad aspettare i miei, tu hai visto il bordello che hanno fatto per i bonifici...”». Le parole di Amedeo (Bottaro), riportate da Michele Bellomo, segretario della Vigor, dimostrano secondo la Procura come il sindaco di Trani fosse disponibile a emanare un bando per la gestione dello stadio che fosse «a immagine e somiglianza» di Mino Giancaspro, l’ex patron del Bari finito in carcere venerdì. Un gioco da ragazzi, secondo Bellomo che riferisce stavolta il pensiero dell’imprenditore molfettese: «Me la vedo io. Tanto abbiamo fatto quello del Bari, figurati questa cosa insomma, capito?».
Per la Procura di Trani è la prova che quel bando sia stato fatto su input di Giancaspro, vero presidente occulto della Vigor in cui – secondo gli accertamenti della Finanza – aveva messo anche 77mila euro di soldi del Bari, accelerando così il fallimento della società biancorossa. Ancora Bellomo: «Ha detto: “Lo do da fare?". Ha detto: “E mandatemelo e lo faccio mio”, praticamente oltre le... no? Quello cosi ci disse Amedeo, francamente». Ma più che le parole, contano i fatti. E così quando la Finanza a gennaio 2018 perquisisce l’abitazione del presidente della Vigor Trani, Michele Amato, trova in un computer la copia del vecchio bando del 2015 e una versione in formato «word» con alcune modifiche, tra cui la durata dell’affidamento (sei anni invece di sei mesi) e la decorrenza (luglio 2018, cioè la data di scadenza della concessione temporanea). Tuttavia va anche detto che l’appalto poi lanciato dal Comune prevedeva sempre una durata di tre anni.


Bellomo, Amato, l’ex vicepresidente Alberto Altieri e l’imprenditore romano Emanuele Mosconi da venerdì sono ai domiciliari con le stesse accusa contestate a Giancaspro, ovvero associazione a delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta, appropriazione indebita, riciclaggio e autoriciclaggio, mentre il sindaco Bottaro (destinatario di un sequestro per equivalente pari ai 43mila euro che avrebbe illecitamente destinato alla Vigor) è indagato anche per abuso d’ufficio e falso ideologico. Questo perché, secondo le indagini della pm Silvia Curione, Bottaro avrebbe chiesto a Giancaspro di non far fallire la squadra di Eccellenza e in cambio avrebbe garantito non solo un apporto economico diretto (Sempre Bellomo: «Quando si decise di portarla avanti, no, la questione... che Amedeo disse “50 li porto io”, ok?») ma anche la disponibilità a far entrare l’allora patron della Fc Bari negli appalti del Comune. Cosa comunque mai avvenuta perché nel frattempo Giancaspro era finito ai domiciliari.


Proprio a proposito degli affari di Giancaspro con il Bari, nel motivare l’arresto di Mosconi il gip Lucia Anna Altamura valorizza i contenuti di un articolo della «Gazzetta» del 14 luglio scorso, in cui erano spiegate le modalità con cui l’allora presidente voleva salvare la squadra biancorossa dal crac. Era l’operazione di vendita della società L’Albicocco, che ha in pancia una serie di immobili, alla Santa Fe Real Estate di Mosconi che in cambio aveva emesso un «pagherò» da 3,7 milioni, credito poi ceduto dalla Kreare di Giancaspro alla Fc Bari. Giancaspro tentò prima di convincere il collegio sindacale del Bari ad accettare il credito per ricapitalizzare il Bari, poi cominciò il giro d’Italia per cercare una banca disponibile a erogare una anticipazione sulla base. Un tentativo disperato finito come ben sappiamo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie