Lunedì 03 Agosto 2020 | 17:04

NEWS DALLA SEZIONE

l'allarme
Coldiretti: da metà giugno 1400 incendi in Salento, a fuoco ulivi malati di Xylella

Coldiretti: da metà giugno 1400 incendi in Salento, a fuoco ulivi malati di Xylella

 
L'intervista rosa
Dallapé, tuffi di passione. Tokyo è il grande sogno

Francesca Dallapé, tuffi di passione. Tokyo è il grande sogno

 
calcio
La promessa solenne di Sticchi Damiani:«Ripartiremo dalla B con un progetto serio»

Lecce, la promessa di Sticchi Damiani: «Ripartiremo dalla B con un progetto serio»

 
orrore nel tarantino
Grottaglie, finge un malore, entra in casa di una 95enne e la violenta: arrestato 33enne

Grottaglie, finge un malore, entra in casa di una 95enne e la violenta: arrestato 33enne

 
il bollettino
Coronavirus, in Puglia 9 nuovi casi, tra Bari, Lecce e Foggia, su 865 test

Coronavirus, in Puglia 9 nuovi casi, tra Bari, Lecce e Foggia, su 865 test

 
post-Covid
Ansia e panico, salute mentale a prova di virus

Ansia e panico, salute mentale a prova di Coronavirus: in aumento i disagi psicologici

 
Legge elettorale
Bari, doppia preferenza al via l'iter alla Camera

Doppia preferenza, parte oggi l'iter per l'approvazione

 
Ostaggi Selvaggi
Di Cagno Abbrescia: «Io ex sindaco in cerca d'acqua»

Di Cagno Abbrescia: «Io ex sindaco di Bari, ora in Aqp»

 
il bollettino
Coronavirus, in Basilicata positiva una badante della Moldavia, asintomatica, su 277 test

Coronavirus, in Basilicata positiva una badante della Moldavia, asintomatica, su 277 test

 

Il Biancorosso

serie C
Bari-Vivarini al primo round, ora la palla a De Laurentiis

Bari-Vivarini al primo round, ora la palla a De Laurentiis

 

NEWS DALLE PROVINCE

Materal'emergenza
Ferrandina, arrivano i migranti ma fra tanti timori

Ferrandina: arrivano i migranti ma fra tanti timori

 
Tarantoorrore nel tarantino
Grottaglie, finge un malore, entra in casa di una 95enne e la violenta: arrestato 33enne

Grottaglie, finge un malore, entra in casa di una 95enne e la violenta: arrestato 33enne

 
Brindisil'episodio
Brindisi, scippa una 64enne e viene arrestato dai Carabinieri

Brindisi, scippa una 64enne e viene arrestato dai Carabinieri

 
BatBarriere architettoniche
Barletta, spiagge libere inaccessibili per i disabili

Barletta, spiagge libere inaccessibili per i disabili

 
Potenzala scoperta
Potenza, un bazar della droga nel centro d'accoglienza: arrestato 38enne nigeriano

Potenza, un bazar della droga nel centro d'accoglienza: arrestato 38enne nigeriano

 
Leccenel leccese
Coronavirus, anziano positivo in Rsa a Campi Salentina: tamponi a tappeto

Coronavirus, anziano positivo in Rsa a Campi Salentina: tamponi a tappeto

 

i più letti

È la seconda minaccia

Monte Sant'Angelo, recapitato al sindaco un teschio umano. Emiliano: «Vada avanti»

A fare la scoperta un dipendente comunale che ha immediatamente dato l'allarme ai carabinieri

Monte Sant'Angelo, sindaco minacciato di morte con teschio umano: «vado avanti»

FOGGIA - Una busta di plastica contente un teschio umano e due biglietti con minacce di morte indirizzate al sindaco di Monte Sant'Angelo, Pierpaolo d’Arienzo e all’assessore al bilancio Generoso Rignanese è stata ritrovata questa mattina appesa al cancello della delegazione comunale di Macchia - Marina di Monte Sant'Angelo. A fare la scoperta un dipendente comunale che ha immediatamente dato l'allarme ai carabinieri. I militari hanno sequestrato il contenuto della busta.

«Oggi è una giornata triste, di quelle che vorresti cancellare. È stata trovata dietro la porta della delegazione di Macchia una busta contente un teschio umano e minacce di morte rivolte a me, alla mia famiglia e all’assessore e amico Generoso Rignanese. Un atto intimidatorio che ci riporta nello sconforto e che prova a seminare paura, ma a queste persone voglio solo dire: non ci fermerete, noi andiamo avanti nel nostro lavoro; lo dobbiamo a noi stessi, alle nostre famiglie e alla comunità che ci ha dato fiducia». E’ il commento del sindaco di Monte Sant'Angelo, Pierpaolo d’Arienzo, dopo il ritrovamento dalla busta contenete il teschio e le minacce a lui rivolte.

La busta con un teschio umano e minacce di morte non è il primo atto intimidatorio subito dal sindaco di Monte Sant'Angelo Pierpaolo D’Arienzo. Il primo episodio risale a giugno dello scorso anno quando un pregiudicato di 26 anni diede fuoco alla Fiat Punto di d’Arienzo parcheggiata per strada a pochi metri da Palazzo di Città. Poche ore dopo l’incendio, il giovane si presentò spontaneamente ai carabinieri e venne denunciato con l’accusa di danneggiamento e minacce a pubblico ufficiale.

Pierpaolo d’Arienzo, 40 anni, è stato eletto nel giugno 2017 con una lista civica «CambiaMonte». Ereditava un Comune sciolto per infiltrazioni mafiose a luglio 2015. A settembre scorso, inoltre, il primo cittadino ha ricevuto dal comitato antimafia il premio «Livatino-Saetta-Costa». Nel territorio compreso tra Monte Sant'Angelo- Mattinata e Manfredonia operano da sempre due organizzazioni criminali i Libergolis - Miucci in contrapposizione storica con il clan Romito, in lotta per il controllo degli affari illegali della zona.

EMILIANO: VADA AVANTI - «Intendo esprimere al sindaco Pierpaolo d’Arienzo, all’assessore Generoso Rignanese, alle loro rispettive famiglie e all’intera comunità di Monte Sant'Angelo la mia personale vicinanza e solidarietà per queste azioni intimidatorie di cui sono stati oggetto». Così il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, commenta le recenti e gravi intimidazioni al primo cittadino e all’assessore di Monte Sant'Angelo (Foggia). A d’Arienzo ieri è stata recapitata una busta con un teschio umano e minacce di morte rivolte al primo cittadino, alla sua famiglia e all’assessore Rignanese.
«Come comunità civile - continua Emiliano - respingiamo queste intimidazioni con una reazione unitaria, forte e decisa. Caro Sindaco, caro Assessore, cari amici di Monte Sant'Angelo, andate avanti con il vostro lavoro! Sono convinto che se riusciamo ad innescare dinamiche di sviluppo e di diritto, facendo ognuno la propria parte, la Puglia e il Mezzogiorno possono diventare il punto di inversione di tendenza, il luogo in cui si può dire che è possibile sconfiggere la criminalità».
«È necessario - continua Emiliano - innalzare la guardia non affidando soltanto alla magistratura e alla polizia questo compito. È una sfida che dobbiamo raccogliere tutti insieme. Perché se ancora di questi tempi scoppiano le bombe o c'è qualcuno che si sente autorizzato ad appendere davanti la porta di un Municipio un teschio umano, vuol dire che c'è qualche criminale che si sente impunito, magari protetto dal silenzio colpevole di qualcuno».

Anche Avviso Pubblico «esprime solidarietà e vicinanza agli amministratori di Monte Sant'Angelo, sottolinea la propria preoccupazione per queste reiterate minacce e chiede alle autorità preposte di fare chiarezza su tali episodi, garantendo al sindaco Pierpaolo D’Arienzo, e all’assessore Generoso Rignanese e a tutta la giunta la possibilità di poter svolgere il proprio operato». E' quanto è detto in una nota dopo il recapito, ieri, di una busta contenente un teschio umano e minacce rivolte al primo cittadino, alla sua famiglia e all’assessore al bilancio Rignanese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie