Lunedì 24 Giugno 2019 | 13:38

NEWS DALLA SEZIONE

A Polignano a Mare
Richard Powers: «Xylella? Un incubo. Bisogna ripensare a migrazione alberi»

Richard Powers: «Xylella? Un incubo. Bisogna ripensare a migrazione alberi»

 
In Viale Einaudi
Bari, tenta di rubare una Jaguar con una chiave elettronica criptata: arrestato

Bari, tenta di rubare una Jaguar con una chiave elettronica criptata: arrestato

 
Omicidio
Lecce, raptus nella casa di riposo: 72enne uccide un’anziana

Lecce, raptus nella casa di riposo: 72enne uccide anziana nella stanza da letto

 
Lavoro e ambiente
Di Maio e cinque ministri oggi «invadono» Taranto

Di Maio e 5 ministri in visita a Taranto: «Mittal rispetti i patti» VD
Bonisoli: «Daremo nuova vita alla città»

 
La manifestazione
Trani, cane trascinato dall’auto: gli animalisti all’attacco

Trani, cane trascinato dall’auto: gli animalisti all’attacco

 
L’operazione dei cc
Mafia a Lecce, sgominato clan emergente: 30 arresti. Indagato anche un sindaco

Lecce, sgominato clan: 30 arresti. Indagato sindaco di Scorrano: «Promise appalti a mafiosi»

 
Il giallo
Mozart, la leggende dell'omicidio con la falsa Manna di San Nicola

Mozart, la leggenda dell'omicidio con la falsa Manna di San Nicola

 
Francesco Ginese
Roma, morto il giovane foggiano rimasto infilzato in un cancello alla Sapienza

Roma, morto il giovane foggiano rimasto infilzato in un cancello alla Sapienza

 
Chi va e chi resta
Lecce, contratti prolungati a Majer e Tabanelli

Lecce, contratti prolungati a Majer e Tabanelli

 
Ex Ilva
Taranto, una settimana per decidere il futuro di ArcelorMittal

Taranto, una settimana per decidere il futuro di ArcelorMittal

 
Nel foggiano
Cerignola, moto pirata non si ferma all'alt e investe finanziere: è grave

Cerignola, moto pirata non si ferma all'alt e investe finanziere: sta meglio

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Il tour della Puglia di Antenuccitra cene, amici e calciatori

Il tour della Puglia di Antenucci tra cene, amici e calciatori

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiIn cattivo stato di conservazione
Brindisi, 912 bottiglie d’acqua esposte al sole: sequestro in supermercato

Brindisi, 912 bottiglie d’acqua esposte al sole: sequestro in un supermercato

 
GdM.TVIl siderurgico
Di Maio a Taranto: «Immunità è caso risolto: non c'è più». «C'è un 1 mld per la città»

Di Maio a Taranto: «Immunità? non c'è più». «Disponibile 1 mld per la città»

 
BariLa storia
Mola, da giovane scultrice a suora: ecco la nuova vita di Angela

Mola, da giovane scultrice a suora: ecco la nuova vita di Angela

 
MateraL'intervista
Metaponto, in arrivo Piero Angela: «Qui la storia e il futuro»

A Metaponto arriva Piero Angela: «Qui la storia e il futuro» VD

 
PotenzaOspedale San Carlo
Potenza. allarme a Neonatologia: ci sono solo 5 medici in reparto

Potenza, allarme a Neonatologia: ci sono solo 5 medici in reparto

 
LecceOmicidio
Lecce, raptus nella casa di riposo: 72enne uccide un’anziana

Lecce, raptus nella casa di riposo: 72enne uccide anziana nella stanza da letto

 
FoggiaTragedia in vacanza
Mare «forza 5» a Vieste: turista si tuffa e muore

Mare «forza 5» a Vieste: turista si tuffa e muore

 
BatLa manifestazione
Trani, cane trascinato dall’auto: gli animalisti all’attacco

Trani, cane trascinato dall’auto: gli animalisti all’attacco

 

i più letti

La corsa a taroccare l'Isee

Basilicata, boom di trucchi e falsi per ottenere il reddito di cittadinanza

Richieste nei Caf lucani. E aumentano i cambi di residenza

Basilicata, reddito di cittadinanza per 10mila

Galeotto fu il cambio di residenza. Che sempre più spesso fa rima con l’improvvisa separazione. Dei coniugi, ma non solo: a volte, infatti, è il figlio che va a vivere improvvisamente da solo. Sono alcuni degli escamotage più gettonati che, a quanto pare, gli italiani starebbero mettendo in pratica per accaparrarsi il reddito di cittadinanza, la misura di contrasto alla povertà che il Governo «gialloverde» ha varato la settimana scorsa, vera e propria bandiera del Movimento 5 Stelle. Adesso che il reddito di cittadinanza è legge, sembra che gli italiani stiano già studiando il metodo che possa portarli ad applicare, da buoni italiani appunto, il detto «fatta la legge, trovato l’inganno». In questo caso, pur a fronte di un vero e proprio irrigidimento dei controlli, stando a quanto riferito dagli operatori di alcuni Caf (Centri di assistenza fiscale) lucani, sarebbero già in atto vere e proprie «moine» per aggirare il problema del reddito Isee (Indicatore di situazione economica equivalente). La manovra «madre» è quella del cambio di residenza. Il motivo è presto spiegato: se faccio parte di un nucleo familiare dove c’è già qualcuno che lavora, o, comunque, di un nucleo il cui reddito Isee è superiore ai 9mila 360 euro, non potrò avere diritto al beneficio. A questo punto mi conviene cambiare residenza, sì da risultare da solo. In tale contesto, hanno altresì sottolineato dai Caf lucani, non è solo l’escamotage del figlio ad essere praticato. Sempre più spesso, infatti, anche i coniugi tendono a separarsi. Ma anche in questo caso la separazione è fittizia. O, meglio, preordinata al cambio di residenza. Morale della favola?

In certi casi è necessario dimostrare di essere da soli. Per non superare il tetto previsto dalla legge, pena l’impossibilità di ottenere il beneficio del reddito di cittadinanza. Non ci sono solo i fenomeni descritti, però. Spesso, infatti, il cittadino tenderebbe a non presentare tutta la documentazione necessaria al Caf per omettere redditi che, altrimenti, farebbero gonfiare l’Isee. In tal caso, hanno precisato gli operatori Caf, la «manfrina» è sempre più difficile perché i controlli sono serrati. Altra manovra è quella di «taroccare» l’Isee. Anche in tal caso, però, sembra che la guardia alta renda difficile centrare l’obiettivo. Insomma, se qualcuno aveva mosso critiche a questa misura di sostegno alla povertà sottolineando che sarebbe stata solo l’occasione per alimentare truffe e manfrine, sembra che non avesse tutti i torti. Proprio per evitare questo, però, le forze dell’ordine (in particolare la Guardia di Finanza) starebbe per mettere in atto una massiccia attività di contrasto o, meglio, di prevenzione. Al fine di evitare che i soliti furbetti passino per poveri pur non essendo tali. Una cosa è certa: i Caf lucani segnalano un vero e proprio assalto alla diligenza, cioè un boom di domande. Sportelli presi d’assalto, o quasi, dunque. Da questo punto di vista, quindi, la misura sembrerebbe aver colto nel segno. Sulla fattibilità economico-finanziaria dell’operazione e sulla sua copertura, invece, il dibattito è sempre aperto. Ma questo, evidentemente, sarà più chiaro tra qualche tempo. Così come solo nei prossimi mesi sapremo se e quanti furbetti della povertà saranno stati smascherati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie