Sabato 20 Aprile 2019 | 12:13

NEWS DALLA SEZIONE

Lite in famiglia
Aradeo, colpisce con un coltello da cucina la cognata: arrestato

Aradeo, colpisce con un coltello da cucina la cognata: arrestato

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Sgominata banda
Bari, assalivano armati furgoni portavalori: 5 in manette

Bari, assalivano armati furgoni portavalori: 5 in manette

 
Trasporti
Pendolari, in Puglia arriva la riforma: più bus dove servono

Pendolari, in Puglia arriva la riforma: più bus dove servono

 
Fridays for future
Parla Marianna la "Greta pugliese": «Il 4 maggio tutti a Taranto»

Parla Marianna la "Greta pugliese": «Il 4 maggio tutti a Taranto»

 
Il caso
Neonato morto dopo parto in casa a Bari: indaga la Procura

Giallo a Bari, neonato morto dopo parto in casa: indaga la Procura

 
L’operazione della Dia
Mafia e droga, maxi blitz della polizia: arrestati boss del Gargano

Blitz antidroga della polizia: 10 arresti tra cui boss del Gargano

 
Il 4 maggio
Conte torna in Puglia per 100 anni Bcc di San Giovanni Rotondo

Conte torna in Puglia per 100 anni Bcc di San Giovanni Rotondo

 
Sanità
Arriva in Puglia tecnologia flash per controllo glicemia: sarà gratis

Arriva in Puglia tecnologia flash per controllo glicemia: sarà gratis

 
Il batterio killer
Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

 
La decisione
Regione Puglia vara edizione 3.0 del Reddito di dignità

Regione Puglia vara edizione 3.0 del Reddito di dignità

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceLite in famiglia
Aradeo, colpisce con un coltello da cucina la cognata: arrestato

Aradeo, colpisce con un coltello da cucina la cognata: arrestato

 
BatLotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
BariSgominata banda
Bari, assalivano armati furgoni portavalori: 5 in manette

Bari, assalivano armati furgoni portavalori: 5 in manette

 
PotenzaElezioni del 26 maggio
Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

 
MateraTradizioni culinaria
Pasqua animalista? No grazie, i lucani non rinunciano ad agnelli e capretti

Pasqua animalista? No grazie, i lucani non rinunciano ad agnelli e capretti

 
TarantoL’edificio è in piazza Ebalia
Ex sede Banca d’Italia a Taranto: c’è chi vuole comprarla

Ex sede Banca d’Italia a Taranto: c’è chi vuole comprarla

 
FoggiaContratto di sviluppo
Distretto agroindustria, Foggia vuole 100 milioni

Distretto agroindustria, Foggia vuole 100 milioni

 
BrindisiTurismo
«Super ponte» in arrivo, piovono le prenotazioni: al top Ostuni

«Super ponte» in arrivo, piovono le prenotazioni: al top Ostuni

 

Il congresso

Bari, summit nazionale dei penalisti: «La riforma è un errore»

È in corso all'Università degli Studi di Bari, la manifestazione nazionale dell’Unione delle Camere penali

Bari, summit nazionale dei penalisti: «La riforma è un errore»

BARI - «Metter mano ad una riforma di questa importanza avendo tutta la comunità dei giuristi che gli dice, dalle più diverse posizioni, di non farla perché è un errore gravissimo, è un segno di arroganza politica, forse anche di grande debolezza politica e culturale. Si fanno cose senza capire ciò che si fa». Lo dichiara Gian Domenico Caiazza, presidente dell’Unione delle Camere Penali, nella manifestazione nazionale organizzata a Bari dagli avvocati penalisti per protestare contro il ddl anticorruzione. «Il ministro - ha ricordato Caiazza - in un’intervista ha detto di aver preso atto che tutta l’avvocatura, la magistratura, l'Accademia gli ha detto che si tratta di una riforma scellerata, che si otterrà il risultato opposto a quello che si propone, che è fuori dal quadro costituzionale, ma che alla fine decide la maggioranza parlamentare».

Con riferimento alla riforma della prescrizione, inserita nel ddl ma di fatto congelata perché non entrerà in vigore se non nell’ambito di una più complessiva riforma del processo penale, "lo slittamento - ha spiegato Caiazza - è stato un risultato che intestiamo alla nostra battaglia politica, era una cosa che si doveva fare cotta e mangiata con un emendamentino buttato lì, sì è costretto la maggioranza perlomeno a dover regolare le proprie contraddizioni prendendosi un anno di tempo. Per noi quest’anno di tempo sarà un anno di battaglie politiche, perché questa norma non diventi mai efficace».

LE PAROLE DI MARITATI (ANM) - «Questa è una stortura, un eccesso da parte della politica di tentare di intervenire sul processo penale in maniera non diretta, ma attraverso escamotage che se venissero approvati in quelle condizioni sarebbero dannosi e non produrrebbero certamente l’effetto sperato». Lo dichiara il segretario dell’Anm, Alcide Maritati, a margine della manifestazione nazionale degli avvocati penalisti organizzata a Bari per protestare contro il ddl anticorruzione.
«Questo disegno di legge nel quale è contenuta una norma sulla prescrizione - ha detto Maritati - non ha nulla a che vedere con la riforma del processo penale. Quella norma andrebbe espunta e bisognerebbe dar corso ad un disegno riformatore del codice di procedura penale sul quale noi, i magistrati italiani, ma anche l’avvocatura, abbiamo dato al ministro tutta la disponibilità a collaborare. Chiediamo una stagione di Stati generali sul processo penale. Il ministro ha detto che ci avrebbe riconvocato e che era disponibile ad una interlocuzione, ma ancora stiamo aspettando».

Secondo il segretario nazionale dell’Anm per riformare il processo penale «servono interventi che abbiano la dignità della coerenza del sistema e non interventi spot come quello della prescrizione, servono risorse da destinare alla giustizia, adeguate dal punto di vista sia della informatizzazione degli uffici, che nel settore penale è all’anno zero, sia come personale di magistratura e soprattutto di cancelleria».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400