Lunedì 19 Agosto 2019 | 21:08

NEWS DALLA SEZIONE

Malendugno
Torre dell'Orso, si tuffa dalla falesia e finisce sugli scogli: grave 16enne

Torre dell'Orso, si tuffa e batte la testa sugli scogli: grave 16enne

 
Immunità penale
Taranto, decreto salva Ilva: tarda pubblicazione in Gazzetta ufficiale

Taranto, decreto «salva Ilva»: slitta pubblicazione in Gazzetta ufficiale

 
Il match
Raffo Cup a Taranto, blackout allo stadio e la curva si accende con i cell

Raffo Cup a Taranto, blackout allo stadio: curva illuminata con i cell

 
Serie A
Il Lecce si prepara al match con l'Inter: operato Maccariello

Il Lecce si prepara al match con l'Inter: operato Maccariello

 
Il caso
Barletta appestata da puzza nauseante: cittadini costretti a chiudersi in casa

Barletta, puzza ammorba la città, cittadini si chiudono in casa. Sindaco: sono criminali

 
Serie c
Bari calcio, si riprende domani: obiettivo Serie B

Bari calcio, si riprende domani: obiettivo Serie B

 
La storia a lieto fine
Potenza, il treno parte e lui resta a bordo: papà "abbandona" figlia a terra

Potenza, il treno parte e lui resta a bordo: papà «lascia» figlia a terra

 
viabilità
L'allarme dell'ass. Giannini: «Bari rischia di perdere i fondi per la 16»

L'allarme dell'ass. Giannini: «Bari rischia di perdere i fondi per la 16»

 
La denuncia
«Noi disabili in difficoltà a Torre Quetta chiediamo aiuto a Comune e Regione»

«Noi disabili in difficoltà a Torre Quetta chiediamo aiuto a Comune e Regione»

 
Nel paesino Foggiano
Roseto Valfortore, il sindaco: «Cercasi disperatamente segretario comunale»

«AAA cercasi segretario comunale a Roseto Valfortore»

 
L'arresto
Statte, ladro sfortunato: entra in due case ma viene beccato dai proprietari

Statte, ladro sfortunato: entra in due case ma viene beccato dai proprietari

 

Il Biancorosso

Coppa Italia
Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoLa protesta
Poste Taranto, Cgil: un mese di sciopero servizi aggiuntivi

Poste Taranto, Cgil: un mese di sciopero servizi aggiuntivi

 
LecceMalendugno
Torre dell'Orso, si tuffa dalla falesia e finisce sugli scogli: grave 16enne

Torre dell'Orso, si tuffa e batte la testa sugli scogli: grave 16enne

 
MateraDopo il rogo
Bernalda, 14 braccianti in nero dormivano nella «Felandina»

Bernalda, 14 braccianti in nero dormivano nella «Felandina»

 
PotenzaIl caso
Riforma poli museali, la Basilicata è contraria a «sposare» la Puglia

Riforma poli museali, la Basilicata è contraria a «sposare» la Puglia

 
BariIl restyling
Bari, telecamere e luci led per la pineta di San Francesco: ottobre i lavori

Bari, telecamere e luci led per la pineta di San Francesco: ottobre i lavori

 
BatIl caso
Barletta appestata da puzza nauseante: cittadini costretti a chiudersi in casa

Barletta, puzza ammorba la città, cittadini si chiudono in casa. Sindaco: sono criminali

 
FoggiaGiovani e la musica
La leggenda del pianista di Apricena: dalla Puglia a Morricone e alla Tv

La leggenda del pianista di Apricena: dalla Puglia a Morricone e alla Tv

 
BrindisiAtti vandalici
Ceglie Messapica, vandali al castello: 3 turisti minorenni denunciati

Ceglie Messapica, vandali al castello: 3 turisti minorenni denunciati

 

i più letti

Il teatro

Il Margherita vi piace? I baresi decideranno se... cambierà colore

Lavori fino a metà novembre. Maselli: poi due mostre

Il Margherita vi piace? I baresi decideranno se... cambierà colore

Teatro Margherita

BARI - Aprire il 27 ottobre sarebbe stato molto significativo. Nel giorno in cui, anno 1991, Bari perse il Petruzzelli, sarebbe stato riconsegnato alla città il teatro Margherita. I lavori di restauro sono alle ultime battute, ma quasi certamente non si farà in tempo per quella data e si slitterà di poche settimane. «Forse il Margherita sarà completato a metà novembre», dice l’assessore alle Culture del Comune di Bari Silvio Maselli, che ieri è andato a fare un nuovo sopralluogo nel teatro-cantiere. Una settimana fa - grazie alle aperture straordinarie del Fai - il Margherita ha fatto sognare le migliaia di persone che si sono messe in fila per visitarlo.

Ma ora che la riapertura del teatro si avvicina, è forte anche la curiosità su cosa potrà contenere davvero questo meraviglioso spazio affacciato sul mare. Girano voci di fantomatici appuntamenti «rock», di inaugurazioni a colpi di star dell’arte contemporanea e della musica, ma per ora l’unica cosa certa è che i primi due eventi saranno due mostre: una multimediale ed una legata a un’installazione con performance. Nessuno vuole togliere l’effetto sorpresa e lo stesso Maselli si limita a confermare che «in prima battuta questo spazio sarà dedicato all’arte contemporanea, visto che gli operatori del settore attendono da tempo una galleria e abbiamo pensato di soddisfare questa istanza». Già. E poi? E di quale arte contemporanea parliamo? Il progetto avrà in realtà una prima e una seconda battuta, visto che si attende il completamento di tutto il cosiddetto «Polo delle Arti» e cioè anche della parte dell’ex Mercato del Pesce, i cui lavori di restauro dovrebbero terminare a maggio 2019. E lì le idee vanno dai «tre bar-ristorante agli spazi per lo “street food”, dalle cinque suite d’albergo fino al roof garden su piazza del Ferrarese più la galleria d’arte», come sottolinea l’assessore Maselli. E in questo futuro s’inquadra - stando al progetto - l’idea delle serate musicali con «i concerti, i dj, le band e la musica elettronica. Abbiamo pensato a questo luogo - dice ancora Maselli - come ad uno spazio multifunzionale, infatti nel Margherita non ci saranno poltrone ma resterà il grande open space per gli eventi».

Domanda impertinente che circola tra architetti e semplici cittadini: ma il restauro del Margherita vi piace o no? Qui, Maselli è metà sicuro e metà prudente: «Mi piace molto. Il progetto esecutivo era a carico della ditta Rossi, che l’ha affidato al team capitanato da Michele Beccu. Per il mio gusto, i colori interni sono molto chiari ma - ripeto - lo dico per mio gusto personale».
Fatto sta che, a quanto pare, il colore sarà una fonte di diatribe. A molti non piace la tinta esterna. Il più convinto oppositore è il maestro Gennaro Picinni, il quale si chiede «se ci si sia minimamente accorti dell'assurdo colore “mura di Marrakech” ovvero “ocre marocaine” dell'intero corpo del gioiellino liberty. Ritengo che un viaggetto istituzionale in quel di Barcelona, con l'obbiettivo di studiare la leggiadria della “palette” di colori usata da Antoni Gaudí per rivestire le sue architetture (accomunate da un sottofondo “blanco”) sarebbe salutare per un ravvedimento sulla colossale topica cromatica locale». Picinni ricorda anche che il cosiddetto stile Liberty viene anche denominato «Floreale» per sottolinearne la levità... «Ed a questo punto non v'è da augurarsi che “Se son fiori...”».

Andiamo indietro con la storia: anno 1914, inaugurazione del Margherita. Il teatro non era color biscotto. Picinni mostra il teatro in “Old white version”: era decisamente chiaro, chiarissimo. Come mai, già da decine di anni fa, si è... abbronzato?
Accade nei migliori gialli e accade anche a Bari: cioè, non sapremo come andrà a finire. Perché l’assessore Silvio Maselli annuncia un «concorso di idee». Infatti, nel secondo lotto di lavori che partirà dopo la seconda gara, è previsto anche il rifacimento delle facciate del Margherita, che quindi potranno eventualmente cambiare colore.
Baresi, di che colore volete il teatro? 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie