Venerdì 14 Dicembre 2018 | 08:12

NEWS DALLA SEZIONE

La decisione del Comune
Da Orsara di Puglia un riconoscimento all'ex brigatista Curcio: è polemica

Da Orsara un riconoscimento all'ex brigatista Curcio: dopo polemica evento annullato

 
Università
Intelligenza artificiale e Big Data al Politecnico di Bari: progetto pilota con Microsoft

Intelligenza artificiale e Big Data al Politecnico di Bari: progetto pilota con Microsoft

 
Occupazione
Bari, protesta dei lavoratori Cara: rischio tagli del 50% sulle pulizie

Bari, protesta dei lavoratori Cara: rischio tagli del 50% sulle pulizie

 
SERIE D
Ardito gioca Brescia-Lecce: «Una partita da tripla»

Ardito gioca Brescia-Lecce: «Una partita da tripla»

 
Nel Leccese
Scorrano: ecco il presepe monumentale di sabbia

Scorrano: ecco il presepe monumentale di sabbia

 
Il caso
Bari, bimbo morto per polmonite in ospedale: oggi l'autopsia

Bari, bimbo morto in ospedale: l'autopsia conferma il decesso per polmonite

 
Il caso
Taranto, cadono calcinacci nel call center e colpiscono operatrice: «Se denunci perdi il posto»

Taranto, cadono calcinacci nel call center e colpiscono operatrice: «Se denunci perdi il posto»

 
Serie B
Il Foggia cerca allenatore, Delneri è out, ipotesi Delio Rossi

Il Foggia cerca allenatore, Delneri è out, ipotesi Delio Rossi

 
Sulla SS 16
Travolto da furgone mentre è fermo nella piazzola di sosta: un morto nel Brindisino

Travolto da furgone mentre è fermo nella piazzola di sosta: un morto nel Brindisino

 
Dalla digos
Terrorismo: fermato somalo a Bari per pericolo di fuga

Terrorismo: fermato somalo a Bari per pericolo di fuga

 
Trasporti
Fal: da lunedì 17 riapre la tratta Altamura-Matera

Fal: da lunedì 17 riapre la tratta Altamura-Matera

 

Verso il voto

Province al voto, Lecce è ok, lite su Foggia

Centrodestra sull'altalena, i candidati sindaco per Bari e Foggia verranno decisi dal tavolo nazionale

Province al voto, Lecce è ok, lite su Foggia

Il centrodestra ha chiuso la «riffa» della candidature per le provinciali trovando l’accordo anche a Lecce, sul sindaco di Squinzano, l’azzurro Gianni Marra, e così il voto del 31 ottobre - che riguarderà anche le province di Foggia, Bat, Brindisi e Taranto - sarà un vero incubatore di nuove alleanze, con l’area pulviscolare delle liste civiche determinante per l’esito finale delle varie votazioni. E sullo sfondo c’è anche l’impasse che segna l’attività del tavolo regionale dei conservatori: la decisione finale sull’individuazione dei candidati sindaci di Bari e Foggia, dopo la bocciatura di tutti i nomi proposti e con l’opzione primarie scomunicata da Forza Italia, potrebbe passare da un vertice nazionale dei partiti a Roma.

Nel Salento «le forze politiche che fanno riferimento al centrodestra, Fi, Lega, Fdi e Direzione Italia» hanno trovato in Marra la persona in grado di rappresentare una sintesi. Giochi fatti per l’elezione? No. La partita, con Stefano Minerva, sindaco di Gallipoli e candidato per il centrosinistra, non potrà prescindere dalla capacità di allargare il consenso alle forze civiche. I conservatori nel Leccese guardano «ai movimenti territoriali che in queste ultime settimane hanno interloquito con il centrodestra», ma questo appello è registrato con molta freddezza da Andare Oltre, il movimento di destra popolare animato dal sindaco di Nardò, Pippi Mellone, radicato anche a Galatina e Lecce.
«Un modello Salento? A Lecce - spiega Gino Vitali, coordinatore di Forza Italia - c’è stato buon senso nell’individuazione del candidato per le provinciali. Mi auguro che ci sia anche a Bari e Foggia. Per ora la palla passa a Roma, a livello locale non si trova la quadra sui candidati sindaco. Sarà il tavolo nazionale a decidere. Tajani è informato sulla situazione pugliese. Le primarie? Siamo contrari, ma se il tavolo decide altro, si vedrà. Abbiamo dato spunti, nei lavori del tavolo regionale, che altri approfondiranno. Qualcuno, purtroppo, si innamora di qualcosa che non si realizzerà mai…». È soddisfatto per l’accordo salentino Andrea Caroppo, segretario regionale della Lega: «Bisognerebbe sempre avere la capacità di trovare la giusta sintesi nel centrodestra. A Bari e Foggia decide il tavolo nazionale? Lunedì prossimo è necessario vedersi per fare il punto e decidere il da farsi». Il Carroccio, tra l’altro, a Bari potrebbe a giorni ufficializzare l’ingresso del consigliere comunale Michele Picaro.

«Su Marra il centrodestra ha ritrovato una grande compattezza», chiosa Antonio Gabellone, leader salentino di Direzione Italia, speranzoso di «allargare ai movimenti civici, come Andare Oltre, che si sono riconosciuti nel centrodestra».

«L’unità è un valore ed è condizione necessaria per la vittoria»: questa la riflessione di Marcello Gemmato, coordinatore regionale di Fratelli d’Italia. Su Bari, il deputato della Fiamma aggiunge: «Il tavolo nazionale riuscirà a trovare la giusta sintesi tra le legittime aspettative degli aspiranti candidati sindaci».
Intanto a Foggia il centrodestra, che ha l’appeal per attrarre l’area civica vicina all’assessore regionale Leo Di Gioia (emilianista), registra il malumore proprio dei meloniani. Giandonato La Salandra, coordinatore provinciale, ha stigmatizzato i possibili trasformisti: «Il civismo di Capitanata ha candidato suoi uomini nelle liste di un partito politico di sinistra e ha sostenuto giunte regionali di sinistra. Se esponenti di questa nuova forma di opportunismo politico ritengono che le scelte del Centrodestra possano consentire loro di rientrare nella politica del Centrodestra, troveranno la ferma opposizione non solo di Fratelli d’Italia». La Salandra conclude così, mandando un messaggio ai sostenitori di una eventuale candidatura a sindaco di Foggia di Leo Di Gioia per i conservatori: «Non c’è alcuna “originalità” nel fare politica opportunistica».
Che fa Puglia popolare? Massimo Cassano, coordinatore del movimento civico: «Nella Bat corriamo con una lista civica di centrosinistra che include anche esponenti vicini a Francesco Spina e Filippo Caracciolo. A Lecce? Il centrodestra resta uno spazio confusionario: il coordinatore Luigi Mazzei sta lavorando per trovare un accordo con i conservatori. Accordo che al momento non c’è. A Foggia il nostro delegato Rino De Martino dialoga con il centrodestra di Nicola Gatta».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400