Domenica 16 Dicembre 2018 | 05:25

NEWS DALLA SEZIONE

Nel tardo pomeriggio
Putignano, fuoristrada investe pedone: 74enne muore sul colpo

Putignano, fuoristrada investe
pedone: 74enne muore sul colpo

 
Nel Foggiano
A casa di un'anziana confezionavano la droga: 4 arresti a San Severo

A casa di un'anziana confezionavano la droga: 4 arresti a San Severo

 
L'evento
Edilizia giudiziaria e dl anticorruzione, a Bari summit nazionale dei penalisti

Edilizia giudiziaria e dl anticorruzione, a Bari summit nazionale dei penalisti

 
Fermato dalla Digos
Terrorismo: somalo fermato a Bari aveva foto del Vaticano nel telefono

Terrorismo: somalo fermato a Bari aveva foto del Vaticano nel telefono

 
SERIE D
Bari calcio, Cornacchini con il Rotonda per vincere

Bari calcio, Cornacchini con il Rotonda per vincere

 
Serie B
Calcio Lecce, Liverani a Brescia: «Gara dura e piena d'insidie»

Calcio Lecce, Liverani a Brescia: «Gara dura e piena d'insidie»

 
Il caso
Polemica sul documentario antiaborto al liceo: la scuola avvia le verifiche

Monopoli, scoppia la polemica sul documentario antiaborto: verifiche nel liceo

 
La decisione del Riesame
Clan e scommesse online, Tommy Parisi scagionato dall'aggravante mafiosa

Clan e scommesse online, Tommy Parisi resta in cella ma non per mafia

 
Il caso
Migranti, rivolta anche nel Cpr del Potentino: 2 arresti

Migranti, rivolta anche nel Cpr del Potentino: 2 arresti

 
Lotta allo spaccio
Castellana Grotte, spacciava hashish e metadone: arrestato giornalaio

Castellana Grotte, spacciava hashish e metadone: arrestato giornalaio

 
La rivolta
Bari, migranti danno fuoco ai moduli per il rimpatrio al centro di permanenza

Bari, migranti incendiano locali Centro di permanenza: 5 feriti

 

La lettera alla Gazzetta

Ministro Lezzi: «Su Matera 2019
ritardi e ostilità ma io non mollo»

L'intervento sui ritardi dei cantieri e i blitz: sarò lì una volta al mese

Ministro Lezzi: «Su Matera 2019ritardi e ostilita ma io non mollo»

Il ministro Lezzi a Matera

Gentile Direttore, per prima cosa desidero ringraziarla per aver ospitato il mio intervento sul suo giornale. La ragione per la quale le scrivo riguarda Matera 2019, argomento di cui, soprattutto negli ultimi giorni, si è parlato non sempre a proposito. Matera il prossimo 19 gennaio sarà Capitale europea della cultura, un appuntamento fondamentale per la città, il Sud e tutto il nostro Paese.

Gentile Direttore, per prima cosa desidero ringraziarla per aver ospitato il mio intervento sul suo giornale. La ragione per la quale le scrivo riguarda Matera 2019, argomento di cui, soprattutto negli ultimi giorni, si è parlato non sempre a proposito. Matera il prossimo 19 gennaio sarà Capitale europea della cultura, un appuntamento fondamentale per la città, il Sud e tutto il nostro Paese. In qualità di Ministro per il Sud sono direttamente coinvolta dal momento che ho questo progetto tra le mie deleghe.

Non nascondo il fatto che su Matera 2019 scontiamo forti ritardi ma, al contempo è doveroso precisare che con tutto il Governo ci stiamo adoperando con il massimo dell'attenzione e delle energie per fare in modo che venga recuperato il terreno perso. La situazione di grave ritardo mi è stata rappresentata da tutti i principali attori che operano su Matera già all'indomani del mio insediamento, avvenuto, come risaputo, a giugno. Di fronte alla gravità e alla scarsa chiarezza della situazione non ho perso tempo: sono andata in città per verificare la situazione con i miei occhi, cercare la collaborazione di tutti, dare il segnale che il governo è presente e intende fare la sua parte.

L'ho promesso e lo ripeto che su Matera 2019 ci metto la faccia e, dopo quella prima missione, ho stabilito il ritorno nel capoluogo lucano ogni mese proprio per verificare l'andamento dei lavori, cercare di sciogliere i nodi, essere di sprone nell'ambito di un'operazione che deve necessariamente essere di squadra. Per agire di squadra però ci vorrebbero comuni intenzioni e, a questo punto, devo soffermarmi sull'amministrazione comunale e sulla politica locale.

Mi sono approcciata a questo compito con spirito di collaborazione, nel pieno rispetto delle istituzioni e delle loro competenze ma, mano a mano che passavano le settimane e poi i mesi, mi sono trovata di fronte a un costante muro di gomma: parole e buoni propositi non seguiti da fatti, programmazioni modificate senza preavviso e condivisione, mezze bugie e resistenze dietro ad ogni angolo. Non conosco le ragioni di questo modo di agire, di cui il Sindaco dovrà rispondere in primis ai materani e al Paese. Così come, a tutti i livelli, dovrà rispondere chi non ha colto l'occasione per dare a Matera quanto manca da troppo tempo come, ad esempio, una stazione delle ferrovie dello Stato, collegamenti efficaci e servizi adeguati.

Oltre a ciò, mi sono trovata in situazioni davvero incomprensibili. Ad esempio, a fine luglio ho incontrato un gruppo di operatori turistici materani, i quali mi hanno riferito di essere stati tenuti al di fuori di qualsiasi programmazione. Eppure costoro dovrebbero essere tra gli attori più importanti di un evento di questa portata. Insieme al collega Alberto Bonisoli stiamo cercando di recuperare anche su quest'aspetto, così come registro che il «fiato sul collo» operato su Fal e Anas darà i suoi frutti a breve. Lo ripeto, non so quale sia la logica che è stata adottata, se quella del «tanto peggio tanto meglio», oppure se qui la politica ritiene che i cittadini del Sud, costretti da decenni a un trattamento di scarso riguardo, si adatteranno anche in questo caso e si accontenteranno di quello che viene. Resta il fatto che dal 2014 è mancata la visione e non c'è stata la volontà di rendere l'evento del 2019 l'inizio di un completo risveglio per questa splendida città. Qualunque sia la natura di questo approccio immobilista e di autoconservazione, non è accettabile e non lascerò nulla di intentato per far sì che Matera, malgrado tutto, possa essere pronta per il 19 gennaio 2019. Chi vorrà esserci, collaborare, lavorare pancia a terra giorno e notte, sarà sempre il benvenuto. Chi, invece cercherà appigli, si porrà come ostacolo o si aggrapperà a questo mio intervento per inscenare una infruttuosa reazione offesa, avrà dichiarato a tutti da che parte ha scelto di stare.

*Barbara Lezzi
Ministro per il Sud

L'articolo completo è disponibile sulla nostra edizione digitale 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400