Giovedì 18 Agosto 2022 | 12:19

In Puglia e Basilicata

L'EVENTO

«Hostia. Pierpaolo Pasolini», la grande mostra a Matera

«Hostia. Pierpaolo Pasolini», la grande mostra a Matera

L'opera originale di Nicola Verlato dedicata a Pasolini «Hostia»

Arriva a Palazzo Lanfranchi l'esposizione di Verlato che tra pitture, sculture e installazioni declina l'enigmatica esistenza dell'intellettuale

25 Luglio 2022

Redazione online

«Hostia. Pier Paolo Pasolini» è il progetto espositivo ideato dall’artista Nicola Verlato e curato da Lorenzo Canova e Vittorio Sgarbi, prodotto e organizzato da Associazione MetaMorfosi in collaborazione con il Museo Nazionale di Matera e il patrocinio della Regione Basilicata, del Comitato Nazionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini e della Quadriennale di Roma. Dopo una prima esposizione alle Terme di Diocleziano a Roma, la mostra arriva a Palazzo Lanfranchi, sede del Museo Nazionale di Matera, in occasione delle celebrazioni del centenario della nascita dell’artista, nato a Bologna il 5 marzo 1922 e morto a Roma nel 1975.

Ispirata dalla tragica morte di Pier Paolo Pasolini, l’esposizione è pensata come un omaggio che si articola in una serie di declinazioni artistiche, dipinti, sculture, disegni, progetti architettonici, musiche e video realizzati dal veronese classe 1965 Nicola Verlato in dialogo con Matera e il suo territorio, luogo particolarmente caro a Pasolini che lo scelse per girarvi nel 1964 Il Vangelo Secondo Matteo, uno dei suoi film più iconici.

La mostra, che si articola tra le grandi sale espositive del piano terra proseguendo nel Chiostro di Palazzo Lanfranchi e poi nella Chiesa del Carmine, si origina da un grande dipinto che, come un’antica pala d’altare, rappresenta il corpo di Pasolini mentre attraversa a ritroso la propria vita. Altre opere pittoriche di grandi dimensioni approfondiscono ulteriori aspetti connessi alla rappresentazione del dipinto principale. Un fregio lungo oltre undici metri, una scultura a dimensioni reali che ritrae in modo estremamente realistico Pasolini e alcune teste scolpite completano l’esposizione che si avvale anche di proiezioni video e che è accompagnata, lungo tutto il percorso, da musiche sinfoniche. «Più che un poeta, un cineasta o uno scrittore, Pasolini è un corpo che vive nella dimensione del mito, in quanto è riuscito a incarnare un destino non solo tragico ma addirittura universale» spiega Nicola Verlato.

Secondo Vittorio Sgarbi, che cura la mostra insieme a Lorenzo Canova: «Torna a Matera Pasolini con un nuovo film: il racconto figurato della sua mostra attraverso i quadri di Nicola Verlato, ispirati al realismo caravaggesco, in una interpretazione del “Sepellimento di Santa Lucia” di Siracusa, ambientato in latomie che sono come i sassi di Matera, aspri e aridi, come furono i luoghi della Passione. Questa volta della passione di Pasolini si tratta, in una potente interpretazione cinematografica di Verlato, drammatica ed ispirata, come negli abissi dei “Cantos” di Ezra Pound, evocati da Pasolini e celebrati da Verlato».

La mostra Hostia. Pier Paolo Pasolini sarà visitabile a Palazzo Lanfranchi dal 28 luglio al 6 novembre 2022. Orario museo: dal lunedì alla domenica dalle 9:00 alle 20:00 (martedì chiusura settimanale).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725