Domenica 14 Agosto 2022 | 12:46

In Puglia e Basilicata

L'EVENTO

A Matera il «Piccolo Festival delle Arti»: si suona la bellezza

A Matera il «Piccolo Festival delle Arti»: si suona la bellezza

L'arte di Antonio Canova ispira la musica a Matera

Al Chiostro «San Domenico» l'apertura con il tributo al genio scultoreo di Antonio Canova. Al pianoforte Guglielmo Larato

26 Giugno 2022

Redazione online

«Piccolo Festival delle Arti» al chiostro del Convento di San Domenico, nel Palazzo del Governo di Matera, che torna ad ospitare gli eventi culturali organizzati dal Circolo La Scaletta. Dal 28 giugno al 4 agosto sarà scenario di un ciclo di serate dedicate alla storia dell’arte e arricchite dalle performance musicali e teatrali di giovani ma già affermati talenti e professionisti lucani. L’iniziativa, curata da Edoardo delle Donne, è giunta alla terza edizione e rappresenta l’evoluzione delle rassegne portate in scena negli scorsi anni dal titolo «E quindi uscimmo a riveder le stelle» e culminate con la mostra «Storia di Matera nelle maioliche di Giuseppe Mitarotonda». 

Il «Piccolo Festival delle Arti» si aprirà il 28 giugno, alle ore 21, con una serata dedicata al genio scultoreo di Antonio Canova da Possagno, nel bicentenario della morte (13 ottobre 1822). Il racconto della vita e del genio del più grande scultore del neoclassicismo europeo sarà curato da Edoardo Delle Donne. La serata sarà intervallata dall’esibizione del giovane pianista materano Guglielmo Larato che eseguirà la Sonata per pianoforte n°11 in La Maggiore K331 di Wolfgang Amadeus Mozart. Larato si esibirà su un pianoforte Yamaha ibrido n3x messo a disposizione dalla Real Music, società partner dell’iniziativa. 

Nelle quattro settimane che caratterizzeranno il Festival, si svilupperà un intenso dialogo tra le diverse arti, dall’arte visiva alla musica, dalla letteratura alla recitazione, all’insegna del talento di giovani artisti della terra lucana. «Quest’anno - spiega Edoardo Delle Donne -  abbiamo voluto ampliare l’offerta artistica di quella che in effetti è la terza edizione dell’iniziativa. Il Festival delle Arti ha lo scopo di far dialogare diverse forme d’arte attraverso il linguaggio comune della cultura e le performance dei protagonisti che si esibiranno in una location suggestiva e ricca di storia. Un momento davvero toccante all'interno del Festival sarà sicuramente la presenza il 22 luglio, di Olga Zhuk vicedirettrice del Mystetskyi Arsenal, il Museo d’arte moderna di Kyiv, nell’ambito di un approfondimento che abbiamo intitolato Dialoghi al chiar di luna sugli effetti della guerra in economia, in politica e nell’arte. Altro appuntamento di grande suggestione, all’interno di un programma che crediamo essere di qualità, sarà la rappresentazione di un inedito testo teatrale intitolato Luce del Sud del famoso regista e attore Ulderico Pesce».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -

BARI

 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725