Domenica 25 Ottobre 2020 | 23:53

NEWS DALLA SEZIONE

L'appello
Misure anti Covid, Teatri di Bari contro chiusura cinema e politeami Al Petruzzelli stagione concerti in streaming

Misure anti Covid, Teatri di Bari contro chiusura cinema e politeami. Al Petruzzelli stagione concerti in streaming

 
Cultura
«Vera & Giuliano» e «Alida»: cinema, amore e coraggio

«Vera & Giuliano» e «Alida»: cinema, amore e coraggio

 
Cinema
Ecco il trailer del film «La vita davanti a sé»: il film con Sophia Loren girato a Bari

L'emozione di Decaro per il trailer del film della Loren girato a Bari

 
teatro
Bari, riprende a fine mese stagione teatrale interrotta a marzo

Bari, riprende a fine mese stagione teatrale interrotta a marzo

 
La recensione
Siamo noi i Predatori: l'esordio esilarante e amaro di Pietro Castellitto

Siamo noi i Predatori: l'esordio esilarante e amaro di Pietro Castellitto

 
La curiosità
World Pasta Day, per Just Eat è la carbonara il piatto più ordinato

World Pasta Day, per Just Eat è la carbonara il piatto più ordinato

 
Lutto nel Cinema
Bari, addio all’attore Vito Cassano

Bari, addio all’attore Vito Cassano

 
Ciak
«Belli ciao», in stazione il set di Pio e Amedeo. Il regista Nunziante: «Io, i treni e il sud»

«Belli ciao», in stazione il set di Pio e Amedeo. Il regista Nunziante: «Io, i treni e il sud»

 
festival
Bari, al via la settima edizione del Network Internazionale Danza Puglia

Bari, al via la settima edizione del Network Internazionale Danza Puglia

 
l'appuntamento
Lecce, dario Argento protagonista del Festival del Cinema Europeo

Lecce, Dario Argento protagonista del Festival del Cinema Europeo

 
l'annuncio
Bari, rinascita teatro Kursaal Santalucia: riapre il 17 e 18 ottobre

Bari, rinascita teatro Kursaal Santalucia: riapre il 17 e 18 ottobre

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari calcio, dopo Dpcm la partita con il Catania sarà a porte chiuse

Bari calcio, dopo Dpcm la partita con il Catania sarà a porte chiuse

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Lecce, positivo giudice popolare: Corte d'Assise in isolamento fiduciario

Lecce, positivo giudice popolare: Corte d'Assise in isolamento fiduciario

 
Covid news h 24Il virus
Coronavirus, il Policlinico di Bari è saturo: in arrivo altri 50 posti letto

Coronavirus, il Policlinico di Bari è saturo: in arrivo altri 50 posti letto

 
Covid news h 24Il virus
Coronavirus, positivo il cantautore tarantino Renzo Rubino

Coronavirus, positivo il cantautore tarantino Renzo Rubino

 
BrindisiL'incidente
Francavilla Fontana, impatto tra auto e moto: muore 24enne sul colpo

Francavilla Fontana, impatto tra auto e moto: muore 24enne sul colpo

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus, 81 nuovi contagi in Basilicata: 58 i ricoverati in ospedale

Coronavirus, 81 nuovi contagi in Basilicata: 58 i ricoverati in ospedale

 
Foggiaemergenza Covid
Foggia, Polizia locale: sanzioni in arrivo per chi segnale falsi assembramenti

Foggia, Polizia locale: sanzioni in arrivo per chi segnala falsi assembramenti

 
Batla scorsa notte
Trani, scontro tra auto, una vola dal parapetto: solo danni

Trani, scontro tra auto, una vola dal parapetto: solo danni

 
MateraControlli dei CC
Calciano, positivo al Covid e in isolamento esce di casa: denunciato 63enne

Calciano, positivo al Covid e in isolamento esce di casa: denunciato 63enne

 

i più letti

Televisione

Rai1, torna la serie «Doc» con il foggiano Gianmarco Saurino

Il 28enne sarà di nuovo al fianco di Luca Argentero e Matilde Gioli

Rai1, torna la serie «Doc» con il foggiano Gianmarco Saurino

Da giovedì il 28enne attore foggiano Gianmarco Saurino, lo rivedremo accanto a Luca Argentero e Matilde Gioli per la seconda stagione del medical drama Doc - Nelle tue mani, la serie televisiva di successo della prima serata di Rai 1 diretta da Jan Maria Michelini e Ciro Visco. Si riparte, quindi, il 15 con due episodi nuovi (gli altri sei andranno in onda uno alla settimana) della serie liberamente ispirata alla vera storia del primario Pierdante Piccioni che, risvegliatosi da un coma in seguito a un incidente stradale avvenuto nel 2013 che gli ha causato lesioni cerebrali, ha perso la memoria legata ai 12 anni precedenti all’accaduto.
In questa fortunata serie, l’attore pugliese interpreta il ruolo del dottor Lorenzo Lazzarini, un personaggio pieno di paure e di insicurezze. «Sono contento di potermi rivedere perché è una fiction appassionante non solo per il pubblico, ma anche per noi che abbiamo lavorato – precisa Saurino -. Non vedo l’ora che arrivi giovedì anche perché già dal primo episodio ci saranno aperture di “nuove porte”. È una serie corale, eccezion fatta per Argentero, che dà spazio a tutti i personaggi. In questi nuovi episodi succedono diversi eventi e, quindi, il mio personaggio prenderà più peso nella storia».

In virtù dell’interesse dimostrato dal grande pubblico e dei numeri di ascolto sono davvero molto alti, abbiamo chiesto a Saurino anche il motivo, secondo lui, di tanto successo. «Dopo la lettura della sceneggiatura – commenta -, ho capito che era una serie dai grandi potenziali perché scritta molto bene. Ma credo che il grande pregio, altre alle grandi capacità degli attori e dei tecnici, è il fatto di poter raccontare i medici non solo come professionisti, ma anche come esseri umani, con le loro sensibilità, debolezze e insicurezze. In questo momento storico del lockdown, dove tutti parliamo di medici in prima linea pronti a salvarci la vita, è bello vedere che sotto quel camice c’è un essere umani. Poi, non dimentichiamo, che la storia è ispirata da una storia vera».

In questo periodo, comunque, Saurino è impegnato su diversi set a iniziare dal suo esordio cinematografico che lo vedrà protagonista nel film Maschile Singolare, opera prima dei registi Matteo Pilati e Alessandro Guida, in corso di riprese a Roma. Contestualmente Saurino, che si è formato al Centro Sperimentale di Cinematografia sotto la guida di Giancarlo Giannini, è impegnato anche sul set di un’altra fortunata fiction Che Dio ci aiuti, con Elena Sofia Ricci.
«In questo periodo stiamo girando i nuovi episodi – conclude Saurino -, lavorare in questo periodo è molto strano perché i set normalmente sono delle grandi famiglie e non avere la possibilità di interagire con le persone è davvero difficile. Però dobbiamo abituarci alle misure, poter lavorare anche se in queste condizioni è comunque straordinario».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie