Martedì 28 Giugno 2022 | 09:15

In Puglia e Basilicata

IL MERCATO

Il Lecce si mette a caccia di Lovato e Destro

Il Lecce si mette a caccia di Lovato e Destro

Il calciatore Lovato con la maglia della Nazionale Under 21

Il club giallorosso e la squadra della prossima serie A. Piacciono il difensore dell'Italia under 21 e la punta ex Roma

26 Maggio 2022

Fabio Casilli

Il Lecce potrebbe rinforzarsi tanto in attacco quanto in difesa, pescando dalle retrocesse Genoa e Cagliari. Le due decadute, infatti, hanno giocatori che, seppur per motivi differenti, vorrebbero continuare ad assaporare il gusto della serie A. E nella squadra di mister Marco Baroni potrebbero magari trovare l’ambiente ideale per esprimersi al meglio. I nomi che stanno circolando sono quelli della punta Mattia Destro e del difensore centrale Matteo Lovato. Per l’attacco il Lecce quasi sicuramente confermerà i suoi gioielli: il due volte di fila capocannoniere della B Massimo Coda e il 20enne spagnolo Pablo Rodriguez. Mentre, come esterni, resterebbero Gabriel Strefezza (salvo clamorose offerte), Francesco Di Mariano e il polacco Marcin Listkowski. Sono invece già con le valigie in mano l’altro spagnolo Raul Asencio e Antonino Ragusa.

In questo contesto, la squadra giallorossa ha bisogno di un attaccante d’esperienza che conosca bene la serie A. Perché per Rodriguez il massimo campionato italiano è una novità assoluta. E Coda, pur arrivando da due stagioni straordinarie in B (22 gol lo scorso anno e altre 20 quest’anno), in A ha giocato appena due volte: nella stagione 2014/2015 con la maglia del Parma (18 presenze, 2 reti) e in quella 2017/2018 col Benevento (24 partite, 4 gol). E l’identikit di Destro potrebbe fare al caso del Lecce come valida alternativa al bomber di Cava de’ Tirreni. Destro, 31 anni, ha infatti praticamente giocato sempre in serie A dal 2010, passando da Genoa, Siena, Roma, Milan, Bologna per tornare infine al Genoa, e ha messo a segno una novantina di gol (20 dei quali nelle ultime due stagioni coi liguri). Ha trascorsi nelle giovanili della Nazionale e 8 convocazioni nella Nazionale maggiore (con una rete). Ora ha un valore di mercato che si aggira attorno ai 4 milioni di euro, ma soprattutto è in scadenza di contratto col Genoa. Quindi potrebbe anche farsi attirare dalle lusinghe del direttore dell’Area tecnica giallorossa Pantaleo Corvino e del direttore sportivo Stefano Trinchera e approdare nel Salento. È un attaccante dotato di buona tecnica e abilissimo nel gioco aereo, quindi si adeguerebbe alla perfezione al «4-3-3» di mister Baroni. Il suo percorso potrebbe richiamare alla memoria quello di Cristiano Lucarelli, che arrivò a Lecce nell’estate del 1999, convinto proprio da Corvino, e vi rimase fino al 2001. In due stagioni totalizzò 59 partite e 27 gol, diventando il miglior realizzatore in Serie A dei giallorossi (record poi superato dall’uruguaiano Ernesto Chevantón).

L’allenatore giallorosso di quel periodo, Alberto Cavasin, giorni fa proprio sulla «Gazzetta del Mezzogiorno» ha indicato in «giocatori alla Lucarelli» possibili rinforzi per il Lecce. Per quanto riguarda la difesa, invece, la squadra di Baroni ha maggiori garanzie sugli esterni: a destra con Arturo Calabresi e il francese Valentin Gendrey e a sinistra con Antonino Gallo. Tutti giovani di belle speranze. Al centro del reparto arretrato, invece, ha capitan Fabio Lucioni, vero baluardo in serie B, Alessandro Tuia e l’albanese Dermaku. Dovrebbe andare via, invece, il croato Simic, così come Antonio Barreca e Paolo Faragò.

Come valido rinforzo per la difesa, quindi, si fa il nome di Matteo Lovato, 22 anni, padovano di proprietà dell’Atalanta e nella scorsa stagione in prestito al Cagliari. Si tratta di un difensore con una buona personalità, nonostante la giovane età: rapido nell’anticipare l’avversario e abile nell’impostare la manovra con un’ottima visione di gioco. Il suo valore di mercato è piuttosto alto (sui 7 milioni di euro) ed è legato alla società bergamasca fino a giugno 2025. Difficile che di ritorno all’Atalanta, possa trovare spazio nell’undici titolare di mister Gian Piero Gasperini. Nel Lecce, invece, potrebbe trovare l’ambiente ideale per giocare con più continuità ed esprimere le sue potenzialità.

La doppia convocazione in Nazionale

L'U.S. Lecce comunica che il calciatore Kastriot Dermaku è stato convocato in Nazionale, in occasione delle gare Islanda - Albania (06/06) e Albania  - Israele (10/06), valevoli  per la fase a gironi della Uefa Nations League. Si comunica, inoltre,  che il calciatore Thorir Helgason è stato convocato in Nazionale,  in occasione delle gare Israele  - Islanda (02/06),  Islanda  - Albania (06/06) e Islanda  - Israele (13/06), valevoli per la fase a gironi della Uefa Nations League.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725