Lunedì 22 Ottobre 2018 | 07:18

NEWS DALLA SEZIONE

Serie D
Bari sull’ottovolante a suon di gol

Bari sull’ottovolante a suon di gol

 
La convenzione
Bari, De Laurentiis darà al Comune50 biglietti gratis per scuole e chiese

Bari, De Laurentiis darà al Comune 50 biglietti gratis ...

 
Calcio
Brienza: «Io e il Bari di D il più in alto possibile»

Brienza: «Io e il Bari di D il più in alto possibile»

 
Serie D
Baricalcio, un mese per sentirsi più forte

Baricalcio, un mese per sentirsi più forte

 
SSC Bari
Baricalcio, è ufficiale: in quadra anche Nicola Turi

Bari calcio, è ufficiale: in squadra anche Nicola Turi

 
Serie D
Il Bari degli under? Un’arenadove si diventa «gladiatori»

Il Bari degli under? Un’arena dove si diventa «gladiato...

 
Serie D
Bari in fuga, l’investitura di Guberti: «Neglia, garantisco io»

Bari in fuga, l’investitura di Guberti: «Neglia, garant...

 
Serie D
Bari, Cornacchini: «Abbiamo margini di crescita enormi»

Bari, Cornacchini: «Abbiamo margini di crescita enormi»

 
SSC Bari
Baricalcio, stop per Floriano: salta il match con la Cittanovese

Baricalcio, infortunio per Floriano: salta il match con...

 
Dopo la Coppa Italia
Roberto Floriano

Bari, il danno e la beffa

 
Il match di Coppa italia
Bari-Bitonto, Michele Mirabella: «Che sia una grande festa»

Bari-Bitonto, Michele Mirabella: «Che sia una grande fe...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

La cordata per il club

Stadi, giovani, sociale: la cordata
barese a De Laurentiis «Ecco
il nostro progetto per la città»

Gli otto imprenditori rendono pubblico il business plan: cifre, idee, programmi per giovani e disabili. Auspichiamo che venga condiviso da SSC. Le nostre idee restano

Stadi, giovani, sociale: la cordatabarese a De Laurentiis: ecco il nostro progetto per la città»

Un investimento di 25 milioni per riportare il Bari in serie A in cinque stagioni, un progetto per il calcio giovanile e femminile con l'obiettivo di riscatto sociale di alcuni territori cittadini, un progetto di ristrutturazione e riuso degli stadi Della Vittoria e San Nicola con un impegno di circa 30 milioni, oltre 1 milione e 200mila euro per la manutenzione, un contributo di mille euro le di € 1.000 a tutte le società e associazioni affiliate alla FIGC della città finalizzato all’acquisto di strumentazione e materiale tecnico per sostenere la loro attività. Sono alcuni dei dati del Business plan - intitolato «Ci siamo» - reso pubblico dalla SS Bari 1908, la cordata degli otto imprenditori baresi (Sebastiano Ladisa, FINLAD S.r.l.; Angelo Disabato, ARIETE Soc. Coop; Francesco Rossiello, ASSITRADE S.r.l.; Eugenio Bernard, F.lli Bernard S.r.l.; Giuseppe Volpe, La Lucente S.p.A.; Raffaele Catalano, ASSIDEA S.r.l.; Domenico Di Paola, Merula S.r.l.; Antonio Maria Vasile) che ha concorso alla manifestazione di interesse del sindaco di Bari, assegnata al patron del Napoli, Aurelio De Laurentiis. Un progetto finalizzato non solo a far rinascere la società Bari Calcio «ma di dare anche nuove opportunità ai cittadini, riqualificando zone della città e organizzando eventi di intrattenimento con la mission di creare un vero e proprio Polo per lo sport, la cultura, il sociale e il civico».

Gli otto imprenditori baresi (rappresentano un fatturato complessivo di 500 milioni di euro e 7.000 dipendenti) hanno  deciso di rendere pubblico il Piano industriale attraverso la pagina Facebook e il sito della società con un comunicato nel quale, ricordando il loro sforzo per un atto di amore verso la squadra e la città precisano che il progetto resta insieme ai valori e alla voglia di investire nel sociale ed auspicano «che possa essere condiviso da chi si è aggiudicato il titolo sportivo», ovvero la SSC Bari di Aurelio De Laurentiis.

«Rispettiamo la scelta del sindaco - scrivono - ma rivendichiamo con orgoglio l’impegno di dare un contributo per risolvere le emergenze non solo sportive, ma sociali , culturali e industriali  del nostro territorio, consapevoli che senza crescita sociale e gestione efficiente delle risorse non ci può essere crescita collettiva».

Nel progetto vengono proposte una serie di idee per riqualificare i due contenitori sportivi, ma soprattutto sono elencate una serie di attività aventi finalità sociali, con particolare riferimento a quelli che riguardano le società di disabili. E' anche fatton restyling del marchio-logo partendo anche dai 90 anni del galletto, lo storico marchio che fu assegnato alla squadra nel 1928. Il galletto dell'epoca Matarrese, per intenderci, è stato rivisto e attualizzato stilisticamente non potendo essere utilizzato quello originario in quanto registrato e nella disponibilità di Fc Bari 1908 (la società ora di Giancaspro) dopo l'acquisizione da parte di Paparesta all'asta fallimentare del 2014.

SCARICA IL PROGETTO

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400