Giovedì 06 Maggio 2021 | 23:08

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Brindisino
Ostuni, 39enne marocchino ucciso in casa: killer preso a Bari, stava scappando

Ostuni, 39enne marocchino ucciso in casa: killer preso a Bari, stava scappando

 
Il ritrovamento
Giallo a Ostuni, scoperto cadavere in casa: morto con ferite da taglio. S'indaga per omicidio

Giallo a Ostuni, scoperto cadavere in casa: uomo ucciso dopo lite a coltellate. È caccia ai killer

 
L'episodio
«Mamma si prostituisce!» E picchia a sangue i vecchi genitori

«Mamma si prostituisce!» E picchia a sangue i vecchi genitori

 
L'operazione
Selva di Fasano, rimosse le carcasse di auto rubate

Selva di Fasano, rimosse le carcasse di auto rubate

 
Tentato suicidio
Oria, dopo una delusione d'amore tenta di lanciarsi da ponteggio: salvato dai carabinieri

Oria, dopo una delusione d'amore tenta di lanciarsi da ponteggio: salvato dai carabinieri

 
L'impatto
Ancora una tragedia sulla Statale 16: 22enne di Fasano muore travolto da un furgone

Nuova tragedia sulla Statale 16: 22enne di Fasano muore travolto da un furgone

 
Aree protette
Torre Guaceto e Porto Cesareo unite per salvare tartarughe: salvati 10 esemplari

Torre Guaceto e Porto Cesareo unite per salvare tartarughe: salvati 10 esemplari

 
al rione sant'elia
Brindisi, in 10 a una festa in casa di una giovane: tutti multati

Brindisi, in 10 a una festa in casa di una giovane: tutti multati

 
Nel Brindisino
Ostuni, il rischio di non essere più «città bianca»

Ostuni, il rischio di non essere più «città bianca»

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Terrani spinge l Bari: «Coraggio, puoi farcela!»

Terrani spinge l Bari: «Coraggio, puoi farcela!»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariCorruzione
«Scarcerate De Benedictis e Chiariello»

«Scarcerate De Benedictis e Chiariello»

 
NewsweekLa curiosità
Barletta, ecco “Adoc” il cane che si morde la coda

Barletta, ecco “Adoc” il cane che si morde la coda

 
FoggiaCovid
Vaccini: in Puglia l'84,3% delle dosi somministrate

Vaccini: in Puglia l'84,3% delle dosi somministrate

 
PotenzaCovid
Basilicata, ultimi giorni in arancione

Basilicata, ultimi giorni in arancione.
Ma otto comuni restano rossi

 
LecceL'iniziativa
Lequile, la festa della mamma con le piantine di “Genitori e Poi”

Lequile, la festa della mamma con le piantine di “Genitori e Poi”

 
PotenzaL'iniziativa
Satriano di Lucania, valorizzati a fini turistici i 140 murales

Satriano di Lucania, valorizzati a fini turistici i 140 murales

 
TarantoLa città invivibile
Taranto, gira tra auto con una sfera in metallo50enne denunciato dalla Polizia di Stato

Taranto, gira tra auto con una sfera in metallo
50enne denunciato dalla Polizia di Stato

 
BrindisiNel Brindisino
Ostuni, 39enne marocchino ucciso in casa: killer preso a Bari, stava scappando

Ostuni, 39enne marocchino ucciso in casa: killer preso a Bari, stava scappando

 

i più letti

nel Brindisino

Oria, nasce il «teatro da asporto»: gli spettacoli arrivano sotto casa

Un 'barbonaggio culturale' grazie all'attore Giuseppe Vitale

Oria, nasce il «teatro da asporto»: gli spettacoli arrivano sotto casa

Il teatro sta per essere consegnato presso ogni abitazione o quasi della cittadina di Oria, previa prenotazione. L’attore, clown, racconta-storie, al secolo Giuseppe Vitale, girerà a piedi da oggi recandosi davanti alle case di chi lo desidera per esibirsi in una o più performance scelte in precedenza sul suo sito web. In tempi di pandemia, con teatri, ristoranti, bar e altri locali per possibili esibizioni chiuse, i teatranti come l’oritano Vitale e il leccese Ippolito Chiarello, l’ideatore dell’iniziativa, si reinventano con il Barbonaggio Teatrale Delivery.

Si tratta di una vera e propria rete internazionale che partirà in contemporaneaogi in molte città come Torre Santa Susanna, Melendugno, Novoli, Trepuzzi, Lecce, Potenza, L’Aquila, Catania, Roma, Livorno, Varese, Milano, Nantes (Francia) e persino in Brasile. Chiarello ha messo in opera un vero e proprio format che prevede la distribuzione a domicilio di racconti, monologhi e pièce teatrali, in sicurezza, in luoghi determinati e con poche persone a distanza per volta. Significativo il nome che è stato dato a questa bella e diffusa iniziativa: U.S.C.A, un acronimo ricreato sulla base delle unità sanitarie e infatti si tratta, in questo caso, delle Unità Speciali di Continuità Artistica. Tale continuità è stata spezzata in vari modi in questi mesi e i pazienti-spettatori sono rimasti del tutto sprovvisti di qualsiasi struttura teatrale sul territorio, così come anche più in generale di qualsivoglia possibilità di aggregazione in edifici di tipo culturale. Per fortuna che il cuore del teatro sono gli artisti, i teatranti, che stanno per spostarsi in tanti centri attraverso biciclette, moto o a piedi come sta per fare Giuseppe Vitale. Quest’ultimo con il suo costume ricavato da vecchi pezzi abbandonati da una compagnia teatrale dismessa, una trombetta-megafono, un naso rosso, un kazoo e un fischietto intratterrà grandi e piccini con dei veri e propri menu di pezzi teatrali brevi che si possono ordinare sul suo sito web www.giuseppevitale.eu.

Il perché ciò sta per accadere ce lo racconta il papà del Barbonaggio Teatrale, colui che da più di dieci anni a questa parte ha girato l’Europa con la sua originale modalità di proposta artistica che propone i suoi spettacoli, oltre che in teatro, anche per strada o in luoghi non teatrali, su un palchetto, vendendoli a pezzi. Risponde infatti in proposito Ippolito Chiarello con una sua lapidaria battuta: «Per curare le anime e prevenire l’astinenza del cuore». «E se non ci sarà grande pubblico, se non ci saranno grandi numeri ad ogni esibizione, pazienza!», dichiara Vitale in un post nel suo blog che aggiunge: «Comunque di sicuro saranno in tanti ad accogliere me e gli altri artisti che possono ancora aderire, se lo vogliono».


«Come i medici si reinventano nella difficoltà, nell’assenza di mezzi e trasformano uno sgabuzzino in una nuova postazione di terapia intensiva, anche noi artisti reinventiamo, trasformiamo il nostro lavoro guardando alle circostanze e alle necessità. Tutti, i veri malati e noi, chiusi nelle case, abbiamo 'fame d’aria' e non di numeri colorati che ci parlano di emergenza e dobbiamo riuscire a capire come convivere con una situazione nuova e ritornare a respirare». Questo sostiene Chiarello. È il nuovo respiro della brezza del Teatro in Delivery che può rendere i polmoni culturali e sociali della cittadina di Oria. Apriamo le porte e le finestre delle case al teatrante e agli altri artisti che vorranno seguirlo. Lui ti guarderà negli occhi, proverà a comunicarti che in questi tempi di pandemia occorrono energie, spiriti speciali capaci di sentire l’appartenenza ad una situazione che solo il teatro dell’assurdo può concepire e nello stesso tempo sublimare. Alla fine forse resteremo senza parole come nelle ultime opere di Samuel Beckett. Ma guariti nel profondo. Giuseppe Vitale sarà un po’ lo sciamano che scaccerà le paure e le angosce.

L’appuntamento per ora è per tutto il Mese di Dicembre a partire da questo pomeriggio. Di sera, ma anche di mattina volendo, tutti i giorni, per chi, dove e come lo vorrà. Tutto quello che bisogna fare è prenotarsi attraverso il blog di Giuseppe Vitale all’indirizzo: www.giuseppevitale.eu.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie