Domenica 02 Ottobre 2022 | 17:44

In Puglia e Basilicata

tragedia sfiorata

Taranto, sparatoria allo Yachting di San Vito: dieci feriti Fermato il presunto autore

La lite è degenerata durante una festa all'interno del locale. Sul posto 118, polizia, carabinieri e guardia di finanza

21 Luglio 2021

Redazione online

Taranto - Fermo di polizia per la sparatoria allo Yachting club di San Vito. La polizia, attraverso video e testimonianze, è riuscita a chiudere il cerchio intorno a chi, nella notte di ieri, durante una rissa ha impugnato una pistola e ha iniziato a sparare su decine di ragazzi. 

Sono  dieci i feriti provocati dalla rissa scoppiata nella notte nel noto locale di Taranto. Tra loro una ragazza colpita alla testa e un ragazzo ferito al torace. Solo uno è in gravi condizioni ed è attualmente in prognosi riservata. Tre di loro, i meno gravi, sono già stati dimessi.

Nel club era in corso un evento - forse una festa di laurea -  ma il locale era aperto anche al pubblico. In ogni caso, si sono affrontati due gruppi di ragazzi che hanno iniziato a litigare. La lite è degenerata in rissa: da una parte un gruppo di giovani del rione Tamburi, dall'altro  uno che proveniva da Grottaglie.

Uno dei ragazzi ha estratto una pistola calibro 9 e ha iniziato a sparare. Circa dieci i feriti: quattro ragazze e sei ragazzi tra i 20 e i 28 anni. Tre di loro sono già stati dimessi dall'ospedale Santissima Annunziata. Altri due sono in osservazione al pronto soccorso e gli altri cinque sono ricoverati in reparto. Non tutti sono stati raggiunti dai proiettili. Alcuni di loro si sarebbero feriti durante la ressa che si è creata.  Nel locale, quando hanno iniziato a sparare, c'erano almeno trecento persone.

La lite sarebbe scaturita per futili motivi e poi degenerata nella sparatoria intorno alle 2 della notte scorsa. Gli inquirenti hanno visionato le immagini delle telecamere di videosorveglianza del locale a cui è annesso anche uno stabilimento balneare. 

LE INDAGINI - Gli inquirenti stanno vagliando diverse ipotesi: dai futili motivi a contrasti legati allo spaccio di droga. Il 37enne fermato, del rione Tamburi di Taranto, avrebbe avuto una discussione con un pregiudicato 28enne di Grottaglie e poi avrebbe esploso i colpi di pistola calibro 9 ferendolo agli arti inferiori. Il 28enne al momento è ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Chirurgia vascolare a Taranto. 

Durante la sparatoria, avvenuta nell’area all’aperto del discopub tra i più gettonati della movida, si è scatenato il panico e altri giovani sarebbero rimasti schiacciati nella ressa. Altri sono stati feriti dai proiettili. Al momento, otto dei dieci feriti sono stati dimessi. Restano in ospedale il 28enne di Grottaglie e un altro ragazzo ricoverato nel reparto di Ortopedia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725