Domenica 20 Ottobre 2019 | 18:33

NEWS DALLA SEZIONE

Serie C
Avellino-Bari, la doppietta di Simeri non basta: finisce 2-2

Avellino-Bari, la doppietta di Simeri non basta: finisce 2-2

 
Invasi semivuoti
Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

 
IL casi
Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

 
L'inchiesta
Foggia, arresto Cera: polemiche sul gip, il fratello ha avuto una nomina da Emiliano

Foggia, arresto Cera: polemiche sul gip, il fratello ha avuto nomina da Emiliano

 
Salgono a due le vittime
Manfredonia, scontro frontale tra due auto: un morto e 4 feriti

Manfredonia, scontro frontale tra due auto: muoiono marito e moglie

 
La polemica
Salvini dal palco di Roma attacca Emiliano: «A casa i politici incapaci»

Salvini dal palco di Roma attacca Emiliano: «A casa i politici incapaci»

 
L'intervista
Il papà di Johnson stregato dalla Puglia: «Dirò a mio figlio Boris di venire qui a rilassarsi»

Il papà di Johnson stregato dalla Puglia: «Dirò a mio figlio Boris di venire qui a rilassarsi»

 
Serie A
Lecce calcio, Liverani: «Contro il Milan ci vorrà coraggio e attenzione»

Lecce calcio, Liverani: «Contro il Milan ci vorrà coraggio e attenzione»

 

Il Biancorosso

L'intervista
Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

 

NEWS DALLE PROVINCE

NewsweekLa testimonianza in tv
L'eroe di Alberobello: «Giuseppe salvò la mia bimba nel naufragio della Costa Concordia»

L'eroe di Alberobello: «Giuseppe salvò la mia bimba nel naufragio della Costa Concordia»

 
TarantoUniversità
Taranto, facoltà di Medicina: ecco i nodi da sciogliere

Taranto, facoltà di Medicina: ecco i nodi da sciogliere

 
PotenzaInvasi semivuoti
Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

 
LecceIL casi
Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

 
FoggiaSalgono a due le vittime
Manfredonia, scontro frontale tra due auto: un morto e 4 feriti

Manfredonia, scontro frontale tra due auto: muoiono marito e moglie

 
BrindisiIl sequestro
Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

 

i più letti

I fondi del Governo

Conte a Foggia: «Al Sud servono misure, non lo abbandoneremo» 

Firmato l'accordo: 'Orgoglioso firma Cis Capitanata, ora ne partono altri quattro'

FOGGIA - «Sono orgoglioso oggi di apporre la firma sul Cis di Capitanata che ritengo strumento innovativo, una delle cifre delle politiche che abbiamo seguito per il nostro Mezzogiorno, una pagina significativa per il rilancio del nostro territorio, una pagina corale che abbiamo scritto dal primo incontro qui in Prefettura. Per il Sud occorrono misure particolari. Il Sud richiede misure straordinarie. Abbiamo già messo in cantiere un piano per il Sud che va portato avanti comunque vada». Così il premier Giuseppe Conte durante l'incontro in Prefettura a Foggia per la firma del Contratto Istituzionale di sviluppo (Cis) della Capitanata.

A margine dell’incontro il premier Conte ha parlato anche di futuro: «Sta partendo un Cis per il Molise, per la Basilicata e due sono già stati annunciati anche per la Calabria. Dobbiamo estendere anche alla Sicilia. Per il Sud - ha ribadito - occorrono misure straordinarie e lo dico anche a futura memoria». 

«Il perseguimento del bene comune è la direzione che ho sempre seguito e seguirò fino alla fine, nell’interesse degli italiani e dell’Italia intera. Sarò al vostro fianco, non lasceremo il Sud abbandonato a se stesso». Lo scrive il presidente del Consiglio Giuseppe Conte su Fb. «L'attento ascolto delle istanze territoriali e una visione politica di lunga prospettiva sono i princìpi che abbiamo sempre seguito per la realizzazione di strumenti come il «Cis Capitanata», firmato stamattina a Foggia. Sono orgoglioso di questo strumento innovativo, realizzato con determinazione per il rilancio del Mezzogiorno. La firma del «Contratto istituzionale di sviluppo» dà il via a 40 progetti subito realizzabili, per un totale di 280 milioni già finanziati, finalizzati alla crescita economica, al rilancio sociale e culturale della provincia di Foggia» ricorda il premier che sottolinea: è «un risultato raggiunto grazie al lavoro di squadra realizzato con le amministrazioni locali e le associazioni di categoria con cui abbiamo lavorato fianco a fianco senza distinzione di colori politici. Un metodo vincente che abbiamo seguito anche in altre regioni: stiamo per sottoscrivere, infatti, un Cis per il Molise, per la Basilicata, per la provincia di Cagliari, e altri due sono in preparazione per la Calabria. Il Sud ha bisogno di interventi concreti, di progetti realizzabili, di misure ben calibrate che muovano dal presente per disegnare il futuro».

LE PAROLE DI BARBARA LEZZI - «Siamo il 34% della popolazione e abbiamo il diritto, e chi governa ha il dovere, di assegnare almeno il 34% degli investimenti e, grazie al decreto del presidente del Consiglio, questo vincolo è stato esteso anche ad Anas e Rfi». Lo ha detto la ministra per il Sud Barbara Lezzi a Foggia, in occasione della firma del Cis di Capitanata.
«Si è parlato tanto di infrastrutture - ha aggiunto - ma si è dovuto mettere nero su bianco che anche qui devono arrivare le risorse che sono arrivate altrove. Tutto questo va fatto senza togliere nulla a nessuno». Quello del Cis Capitanata, ha concluso Lezzi, è stato «un esempio di collaborazione che abbiamo portato anche negli altri Contratti istituzionali di sviluppo e che, da cittadina pugliese, mi rende più orgogliosa. Mi auguro, e credo che l’aver fatto tutto questo abbia dato ai cittadini del Mezzogiorno la consapevolezza che è giusto avere e ricevere, in egual misura, su tutto il territorio nazionale». 

CONTE VISITA I RESIDENTI DEI CONTAINER FOGGIANI - «Non mi piace promettere mi piace risolvere. Ho già inquadrato la situazione. Per chi ha una responsabilità pubblica venire a conoscere queste situazioni è il minimo. Il problema è risolverle». Lo ha detto poco fa il premier Giuseppe Conte in una visita ai residenti dei container di via San Severo a Foggia. Nel campo che si trova alla periferia della città vivono da oltre 14 anni nei container 45 famiglie foggiane.
Il presidente del Consiglio Conte ha visitato alcune abitazioni e si è intrattenuto con uno dei tanti bambini che risiedono nei container. «Parlerò col sindaco e con il governatore Michele Emiliano - ha aggiunto parlando con Giulia, una portavoce dei residenti -. Mi sono già informato, ci sono delle liste e dobbiamo cercare di capire come risolvere questo problema». Prima di andar via Conte ha stretto mani e ha abbracciato i foggiani che vivono questa emergenza abitativa. 

M5S: RILANCIO PROVINCIA FOGGIA - «Con la firma di questa mattina del Cis Capitanata, il Contratto Istituzionale di Sviluppo, si chiude un primo importante passaggio per il rilancio della provincia di Foggia, con uno stanziamento di risorse senza precedenti per progetti reali e indispensabili». Così i rappresentanti M5S di Capitanata commentano la firma definitiva del Cis, in una nota congiunta firmata dai parlamentari Marialuisa Faro, Carla Giuliano, Giorgio Lovecchio, Rosa Menga, Gisella Naturale, Marco Pellegrini, Francesca Troiano, dal parlamentare europeo Mario Furore e dalla consigliera regionale Rosa Barone.
«Dei 43 progetti già finanziati, 31 sono immediatamente cantierabili - precisano gli esponenti M5s - e per 18 di questi verranno pubblicati i bandi già a partire da settembre. Si parla di risorse pari a 280 milioni di euro, già stanziati dal Cipe, che permetteranno di attivare investimenti per 568 milioni di euro e di contribuire in modo determinante anche alla creazione di nuovi posti di lavoro, con 500 assunzioni previste nel solo stabilimento Leonardo di Foggia. Questa è la politica del fare, che ha contraddistinto il premier Conte, a cui va il nostro più sentito ringraziamento per aver portato a compimento questo progetto in soli sei mesi, nonché l’azione di governo del Movimento Cinque Stelle, vale la pena ricordarlo in un momento particolare come questo per la vita politica del nostro Paese». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie