Sabato 25 Giugno 2022 | 18:10

In Puglia e Basilicata

Nuovo disco

«Sensazione Ultra», Ghali incontra i fan all'AncheCinema di Bari

Instore e firmacopie per il rapper milanese in un appuntamento targato Feltrinelli. Ecco cosa ci ha raccontato

22 Maggio 2022

Bianca Chiriatti

Caldo pomeriggio di domenica all’AncheCinema di Bari, dove per «caldo» si intende il calore del pubblico che ieri si è riversato numeroso nella sala teatrale e cinematografica per l’instore-firmacopie di Ghali, in occasione dell’uscita dell’album Sensazione Ultra. L’artista ha incontrato i fan pugliesi in un appuntamento targato Feltrinelli, proprio il giorno dopo il suo 29esimo compleanno, tanto da essere stato accolto sul palco con un lungo applauso e con una serie di «auguri».
Ghali ha raccontato i retroscena di Sensazione Ultra, uscito per Atlantic Warner/Sto Records, a poco più di due anni di distanza da Dna, progetto discografico che si vide interrompere la promozione sul più bello a causa dell’emergenza sanitaria («Il giorno dopo i telegiornali annunciarono la zona rossa», ricorda). «È una vera emozione tornare a incontrare il pubblico dal vivo e poterlo fare con la musica - ha raccontato - suonare sul palco è la cosa che mi è mancata di più in tutto questo tempo. Mi attende un lungo tour in giro per l’intero Paese quest’estate (sono previste date anche a Matera, il 30 luglio, e a Gallipoli, il 3 agosto, ndr) e stiamo preparando una scaletta piena di hit che non vediamo l’ora di portare sul palco».

Il rapper milanese non nasconde l’emozione: nell’album, un lavoro curato nei dettagli dal punto di vista di liriche e produzione, affronta tanti temi importanti, dal razzismo all’attenzione per l’ambiente, dalla rinascita dopo il buio al bullismo, nel brano Pare, in featuring con Madame.

Ma in Sensazione Ultra non c’è stato solo spazio per le collaborazioni con nomi già affermati nel panorama musicale attuale (da Marracash a Massimo Pericolo, in ghost voice, a London on the Track e Ronny J, mostri sacri dell’hip hop oltreoceanico), ma anche per giovani emergenti: «Un anno e mezzo fa ho lanciato su Instagram quasi per scherzo il progetto Ghali Type Beat, invitando chiunque volesse a creare un beat per me e a caricarlo su YouTube. Tra tutti ne ho scelto uno del giovane Endless, un ragazzo di Venezia, Filippo, di 20 anni. Gli ho fatto credere di essere arrivato in una rosa di 15 finalisti e l’ho invitato in studio: lì ha scoperto che il suo beat non solo era stato già scelto, ma anche inciso nel disco e utilizzato nel brano in featuring con Marracash. Era senza parole per l’emozione. Una di quelle cose che fa parte del “mondo che vorrei” e che spero di trasmettere con l’album».

Un progetto che sta raccogliendo già tantissimi riscontri positivi (il singolo Fortuna è da settimane ai primi posti dell’airplay radiofonico) e che si prepara a diventare un grande classico di questa generazione: tantissimi i giovani, infatti, che ieri hanno rinunciato alla giornata di mare nonostante i 30 gradi pur di incontrare Ghali, e c’è stato spazio anche per le loro domande.
Una su tutte: «Alla tua mamma è piaciuto il disco nuovo?», alla quale ha risposto di sì, emozionato: «È a lei che devo tutto, se sono cresciuto così è grazie ai suoi insegnamenti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -

BAT

 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725