Giovedì 23 Settembre 2021 | 19:12

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

l'iniziativa

Lecce, «Il mare per tutti» per superare la disabilità

Il progetto è alla sua quarta stagione ed è gratuito. A San Foca malati di Sla e Sclerosi multipla da tutta Italia

Lecce - Il mare incontra il cuore e dà vita al progetto «Il mare per tutti». È partita il primo luglio e andrà avanti fino al 30 settembre l'iniziativa voluta dalla salentina Maria De Giovanni, di Borgagne, presidente dell'associazione Sunrise onlus, nominata ufficiale della Repubblica dal presidente Sergio Mattarella proprio per questo progetto.


Al lido Coiba di San Foca (Melendugno) uno staff di medici e infermieri specializzati è a disposizione di chi è affetto da patologie neurologiche degenerative come Sclerosi multipla e Sla. Sei giorni su sette, dal lunedì al sabato, si effettuano in maniera assolutamente gratuita sedute di thalassoterapia, un incontro fra corpo e anima baciato dal sole e dal mare, capace di far dimenticare e superare psicologicamente il proprio handicap fisico. «Un ritorno alla vita» l'ha definito uno dei tanti utenti che hanno raggiunto la spiaggia e incontrato Maria, cuore e anima del progetto, anche lei segnata dalla malattia.


Maria ha scoperto 10 anni fa di essere affetta da Sla. È sprofondata nel buio, ha ritrovato la luce. «I primi cinque anni li ho trascorsi a casa - dice - scegliendo la solitudine, poi ho trovato un'altra me e una forza che da quel momento ho deciso di mettere a disposizione degli altri».


Ed ecco «Il mare per tutti», nato nel 2018 e già premiato dal Ministero della Salute e dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Per accedere alla spiaggia e ai suoi servizi si può scrivere a sunriseonlus@hotmail.com o telefonare al 3272003395. Le richieste sono tante, e arrivano da tutta Italia. Nei primi 4 anni sono stati almeno 500 gli utenti. Viene fatta una scheda di valutazione vagliata alla commissione medica dell'associazione, poi si può accedere al servizio di fisioterapia in acqua. Quest'anno, in virtù della normativa anti Covid, è richiesto il vaccino ma comunque viene fatto un test antigenico prima di accedere al servizio.


L'obiettivo di Maria? «Scardinare la disabilità ritornando a vivere, superarla accettandola. Bisogna solo trovare la forza dentro di noi». Il progetto è sostenuto da Asl di Lecce, Regione Puglia e Provincia di Lecce in collaborazione con Ordine dei medici e fisioterapisti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie