Sabato 19 Settembre 2020 | 14:45

NEWS DALLA SEZIONE

Carabinieri
Lavoro in nero, controlli a tappeto nel Salento: sanzioni e ammende per oltre 120mila euro

Lavoro in nero, controlli a tappeto nel Salento: sanzioni e ammende per oltre 120mila euro

 
l'operazione
Coronavirus, poco rispetto delle norme: a Bari polizia setaccia la movida, sanzioni

Coronavirus, poco rispetto delle norme: a Bari polizia setaccia la movida, sanzioni

 
Musica
«Bimba»: il ritorno di Carolina Bubbico è preludio al terzo album di inediti

«Bimba»: il ritorno di Carolina Bubbico è preludio al terzo album di inediti

 
Verso il voto
Bari, Vendola con le Sardine in piazza: «Torno per evitare che ritorni Fitto»

Bari, Vendola con le Sardine in piazza: «Torno per evitare che ritorni Fitto»

 
il colpo
Foggia, banditi scatenati: titolare bar ferito al volto

Foggia, banditi scatenati: titolare bar ferito al volto

 
Verso il voto
«Sinceramente, Raffaele»: Fitto si avvia alla chiusura della campagna elettorale con un video emozionale

«Sinceramente, Raffaele»: Fitto si avvia alla chiusura della campagna elettorale con un video emozionale

 
nel Barese
Conversano, GdF sequestra discarica a cielo aperto di 25mila mq

Conversano, GdF sequestra discarica a cielo aperto di 25mila mq

 
La campagna
Treni più veloci al Sud, l'appello del rettore Bronzini dell'Università di Bari

Treni più veloci al Sud, l'appello del rettore Bronzini dell'Università di Bari

 
aeroporto
Foggia, Emiliano sulla pista del «Gino Lisa»: «Base più importante della Protezione Civile»

Foggia, Emiliano sulla pista del «Gino Lisa»: «Base più importante della Protezione Civile». Fitto: «Le chiacchiere stanno a zero»

 
musica e solidarietà
«Oggi sono io»: da Bari la canzone diventa manifesto per la comunità lgbt

«Oggi sono io»: da Bari la canzone diventa manifesto per la comunità lgbt

 
Il video
Covid 19 a Bari, il sindaco Decaro nella città vecchia: «Presto provvedimenti su movida»

Covid 19 a Bari, il sindaco Decaro nella città vecchia: «Presto provvedimenti su movida»

 

Il Biancorosso

calcio
Bari, ceduti Terrani al Como e Costa alla Virtus Entella

Bari, ceduti Terrani al Como e Costa alla Virtus Entella

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barinel Barese
Polignano, focolaio Covid: riprende attività azienda ortofrutta

Polignano, focolaio Covid: riprende attività azienda ortofrutta

 
Foggiadalla polizia
Foggia, nel garage con 20kg di hashish e una bomba artigianale: arrestato

Foggia, nel garage con 20kg di hashish e una bomba artigianale: arrestato

 
PotenzaSport e giustizia
Potenza, non fu mafia, la Calciopoli lucana è prescritta

Potenza: non fu mafia, la Calciopoli lucana è prescritta

 
MateraRitorno a scuola
Le lezioni nel palazzetto per lavori antisismici

Policoro: le lezioni nel palazzetto per i lavori antisismici

 
BatLa riqualificazione
Trani, una pietra «a cuore» per la rinascita

Trani, una pietra «a cuore» per la rinascita

 
Brindisinel Brindisino
Pezze di Greco, geloso massacra la «ex» davanti alla figlioletta

Pezze di Greco, geloso massacra la ex davanti alla figlioletta

 
LecceL'indagine
Lecce, test di Medicina, dopo l’esposto i candidati sfilano in Questura

Lecce, test di Medicina, dopo l’esposto i candidati sfilano in Questura

 
TarantoTensione
Mittal Taranto, fermata impianti: sindacati pronti a mobilitazione

Mittal Taranto, fermata impianti: sindacati pronti a mobilitazione

 

i più letti

Maltrattamenti

Matera, l'asilo degli orrori: schiaffi, urla e punizioni ai bimbi. Nei guai una 64enne

Divieto di esercitare 'attività per sei mesi nei confronti di una maestra di 64 anni

La Polizia di Stato di Matera ha dato esecuzione allordinanza applicativa della misura interdittiva del divieto di esercitare attività professionali per sei mesi, emessa dal Giudice per le indagini preliminari, nei confronti di un´insegnante materana sessantaquattrenne, responsabile del reato di maltrattamenti, aggravato dall´aver commesso il fatto in danno di minori.

Le vessazioni psico-fisiche quotidiane, ricostruite dalla Squadra Mobile, consistevano nel gridare verso i piccoli ad alta voce qualsiasi rimprovero, colpendo ripetutamente con la bacchetta la cattedra al grido "ordine e disciplina", strattonandoli, chiamandoli con numerosi epiteti offensivi, minacciandoli e posizionandoli con forza con la faccia contro il muro o con la testa sul banco, sferrando loro schiaffi anche a due mani.

La sussistenza di ripetute condotte di violenza fisica e morale, è stata riscontrata attraverso delle intercettazioni audio-video ambientali, che hanno evidenziato l´incapacità di contenere talvolta anche l´esuberanza dei piccoli, con i normali mezzi educativi, ma ricorrendo all´uso della violenza con un atteggiamento irato e stizzito.

Tali comportamenti, hanno minato l´integrità psico-fisica di tutti i piccoli alunni che anche quando si trovavano presso le loro abitazioni istintivamente ponevano le mani di fronte al viso anche quando un genitore si avvicinava per dare una carezza o un bacio.

AI BAMBINI URLAVA: SIETE DEI MAIALI! - Le telecamere installate dalla Polizia hanno documentato, in un’aula della scuola materna "Greco» del rione San Pardo di Matera, casi di maltrattamenti su almeno sette dei 16 bambini della classe in cui insegnava la donna. Gli accertamenti sono cominciati dopo che il comportamento di alcuni bambini a casa ha destato sospetti nei loro genitori: ad un certo punto, proprio cinque genitori si sono rivolti alla dirigente della scuola. Successivamente, è stata presentata una denuncia ed è intervenuta la Polizia: aspetti delle indagini sono stati illustrati ai giornalisti, stamani, dal Procuratore della Repubblica e dal questore di Matera, Pietro Argentino e Luigi Liguori, e dal pm, Annafranca Ventricelli.

Telecamere e microfoni hanno ripreso e registrato la voce dell’insegnante in un periodo compreso fra novembre e dicembre dello scorso anno. I bambini venivano insultati ("maiali!», urlava spesso la donna), strattonati e presi per le orecchie. I bambini erano talmente intimoriti che, se a casa vedevano a terra delle gocce di acqua, si affrettavano ad asciugare, nel timore di conseguenze. Secondo gli investigatori, tale comportamento rappresentava il riflesso dei comportamenti minacciosi dell’insegnante a scuola. Le indagini saranno approfondite per chiarire come mai il comportamento dell’insegnante non sia stato segnalato direttamente a scuola: tra le persone che saranno interrogate vi è l’altra insegnante della classe.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie