Lunedì 27 Gennaio 2020 | 00:28

NEWS DALLA SEZIONE

Serie C
Bari, oltre 1200 tifosi per la trasferta con la gemellata Reggina

Bari, oltre 1200 tifosi per la trasferta con la gemellata Reggina

 
Attentato
San Severo, il racket dei rifiuti: incendio distrugge 23 mezzi azienda raccolta.

San Severo, il racket dei rifiuti: incendio distrugge 25 mezzi azienda raccolta

 
Città europea dello sport 2021
Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

 
Una 50enne romena
Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

 
Il video
San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

 
2 denunce
Bari, sequestrate bici elettriche modificate: multe per 30mila euro

Bari, sequestrate bici elettriche modificate: multe per 30mila euro

 
L'intervista
Luca Mazzone «Niente è impossibile. Io ne sono l'esempio»

Parla il campione paralimpico Luca Mazzone: «Niente è impossibile. Io ne sono l'esempio»

 
al teatroteam
«Tradizione e Tradimento»: il concerto di Niccolò Fabi a Bari è un viaggio onirico

«Tradizione e Tradimento»: il concerto di Niccolò Fabi a Bari è un viaggio onirico

 
Due uomini
Bari, sorpresi sulla Modugno-Carbonata a scaricare rifiuti: denunciati

Bari, sorpresi sulla Modugno-Carbonara a scaricare rifiuti: denunciati

 
Sequestro e denuncia
Bari, lavori all'ex Kursaal: i rifiuti finivano in acqua sul lungomare

Bari, lavori all'ex Kursaal: i rifiuti finivano in acqua sul lungomare

 
Lotta per la sopravvivenza
Gallipoli, polpo intrappola gabbiano: ma alla fine vince il pescatore

Gallipoli, polpo intrappola gabbiano: ma alla fine vince il pescatore

 

Il Biancorosso

23ma Giornata serie C
Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato

Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato. Alle 15 la diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatESERCITO
Barletta, tutti di corsa per la "Toro Ten"1.300 partecipano alla gara con le stellette

Barletta, tutti di corsa per la «Toro Ten»
1.300 partecipano alla gara con le stellette

 
HomeLa tragedia
San Severo, muore travolto da auto sulla statale 16

San Severo, muore travolto da auto sulla statale 16

 
HomeAggressione
Bari, autista Amtab picchiato: aveva chiesto a due ragazzi di non fumare sull'autobus

Bari, autista Amtab picchiato: aveva chiesto a due ragazzi di non fumare sull'autobus

 
TarantoL'inchiesta
Taranto, falsi steward allo stadio: chiesto giudizio per 68

Taranto, falsi steward allo stadio: chiesto giudizio per 68

 
BrindisiIn piazza
Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

 
PotenzaCittà europea dello sport 2021
Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

 
LecceIl video
San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

 
MateraSolidarietà
«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

 

i più letti

Coincidenze «atomiche»

Deposito scorie nucleari, nel video «appare» Martina Franca

Piazza, portici e fontana della bellissima città tarantina compaiono nel documentario pubblicato dalla Sogin

BARI - Sono anni che gli italiani aspettano di sapere dove il Governo vuol costruire il Deposito nazionale delle scorie a bassa e media attività e con annesso deposito «temporaneo» per quelle più pericolose, come le barre Uranio/Torio stipate in Basilicata. La lista dei siti idonei è pronta dai tempi dell’Esecutivo Renzi ma è ben chiusa nei cassetti del potere, oggi in gialloverde. Per questo lascia di stucco scorgere in un documentario ufficiale su questo fantomatico Deposito la bellissima Piazza Maria Immacolata di Martina Franca (Taranto), con i suoi inconfondibili Portici. Fa un certo effetto sia per la nitidezza del riferimento sia perché è firmato dai futuri “padroni” del Deposito, cioè la Società Gestione Impianti Nucleari (Sogin) che, per conto dello Stato e con i soldi versati dai contribuenti in bolletta elettrica, deve smantellare il nucleare italiano e costruire il “cimitero” atomico.

Per altro, nel video (liberamente consultabile su www.youtube.com/watch?v=3lb7FxcPjWE) i Portici compaiono proprio quando si parla del «territorio che lo vorrà ospitare», il Deposito. Disegni davvero ben fatti, realistici. L’unica nota di fantasia è che, a un certo punto, nel piazzale compare una fontana. Ma non una fontana qualunque: sembra proprio la Fontana dei Delfini, opera del maestro martinese, Francesco Corrente, e che si può ammirare in Piazza Roma, sempre a Martina Franca.
Parrebbe, insomma, un raffinato caso di comunicazione subliminale. Interpellata al riguardo, la Sogin afferma che è «un’immagine fittizia» e che «la volontà di questo video è di non rappresentare nessun paese nello specifico. È un disegno di fantasia, un fumetto con immagini a tratto». No, «non c’è un accordo col Comune di Martina Franca. Non c’è nessun retropensiero. L’accostamento non è voluto, è del tutto casuale».
L’Amministrazione comunale non ha voluto commentare.

Ad ogni modo, stando all’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), la Puglia non ha di che stare allegra. Secondo gli scienziati, il Deposito dovrà essere costruito in un comune al di sotto dei 700 metri sul livello del mare (come Martina e come una novantina di comuni pugliesi e una cinquantina di comuni lucani); ad almeno 5 km dal mare, in un’area che non sia né sismica né vulcanica, fuori dai parchi nazionali. E poi, per evitare che un incidente con merci pericolose (gas, liquidi infiammabili, esplosivi) coinvolga le scorie nucleari, la struttura dovrà essere ad almeno «un chilometro - scrive Ispra - da autostrade e strade extraurbane principali e da linee ferroviarie fondamentali». Secondo Sogin il Deposito non sorgerà lì dove sono reattori e impianti nucleari (quindi non a Trisaia, in Basilicata). Per il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, non sorgerà né in Sardegna né in Sicilia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie