Venerdì 30 Settembre 2022 | 14:44

In Puglia e Basilicata

ENERGIA

Gas gratis in Basilicata, la Regione chiude l’iter: subito bollette più leggere

Bollette, che salasso! Annaspano le famiglie

Approvate le linee guida per il contributo che consentirà il taglio dei costi. Riguarderà tutte le utenze domestiche

22 Settembre 2022

Antonella Inciso

POTENZA - Bollette più leggere da ottobre. La Basilicata chiude, con le linee guida, l’iter per far avere ai lucani il gas gratis. Dopo l’approvazione - a cavallo di Ferragosto - della legge regionale, la Giunta regionale ha approvato ieri il disciplinare di attuazione della norma per l’erogazione del «Contributo mensile gas nell’anno termico 2022-2023». «Chiusa la partita del gas gratis a tutti i lucani, la nostra attenzione si sposterà su acqua ed energia elettrica» commenta il governatore Vito Bardi che conferma anche come ad essere approvate siano state anche linee guida per l’avviso a favore delle famiglie «non metanizzate», per cui sono stati stanziati 90 milioni di euro.

Il caro energia, i costi del gas schizzati alle stelle, dunque, potrebbero non avere riflessi sulle famiglie lucane che già dalla prossima bolletta, ormai in arrivo tra qualche settimana, troveranno il taglio del costo della materia prima. La concessione del beneficio, infatti, è relativa «alla componente energia del prezzo del gas delle utenze domestiche dei cittadini residenti in Basilicata, ed è diretto a sostenere misure e comportamenti finalizzati al risparmio del consumo di gas ed all’efficientamento energetico». Ad ottenerlo i titolari di utenze domestiche residenti in Basilicata per il solo uso domestico. Gli utenti coinvolti, però, saranno tenuti a conseguire, entro l'anno termico 2023-2024, «un risparmio del consumo di gas non inferiore al 15 per cento rispetto ai consumi effettuati nell’anno precedente». Insomma, il gas gratis ci sarà ma nello stesso tempo le famiglie dovranno razionalizzare e risparmiare sui consumi.

Per le famiglie che non hanno a casa l’allacciamento al metano, poi, la Giunta regionale ha approvato un avviso per la concessione di contributi, a fondo perduto, per l’installazione di impianti rinnovabili. La dotazione finanziaria è di 90 milioni, suddivisi nei prossimi tre esercizi finanziari della Regione, fino al 2024. Il contributo massimo di 5mila euro sarà destinato alle spese relative all’acquisto, installazione e connessione degli impianti, comprese le spese tecniche e i costi delle pratiche. «Prevediamo nelle prossime ore anche una terza misura che consiste in un programma di estensione della rete del metano nei comuni attualmente non serviti» conferma l’assessore regionale all’Ambiente, Cosimo Latronico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725