Martedì 09 Agosto 2022 | 19:55

In Puglia e Basilicata

talento

Potenza, l’hacker che difende i pc dall’attacco dei pirati del web

Potenza, l’hacker che difende i pc dall’attacco dei pirati del web

Mario Del Gaudio, 20 anni, di Episcopia, nel team Italia dei più bravi

26 Luglio 2022

Massimo Brancati

POTENZA - La convocazione è appena arrivata. A vestire la maglia della nazionale sarà anche il lucano Mario Del Gaudio, 20 anni da compiere a settembre, originario di Episcopia. In questo caso non c'è un campo di calcio o di pallavolo ma come teatro delle competizioni c'è un computer, una passione sfrenata per l'informatica e il talento nelle sfide di attacco e difesa di altri computer. Stiamo parlando del team italiano di cyberdefender, gli «angeli custodi» contro le minacce digitali lanciate dai pirati informatici. Del Gaudio è stato arruolato nella squadra azzurra degli hacher etici, cioè «buoni», quelli che lavorano per rendere i siti internet più sicuri impedendo ai cybercriminali di infiltrarsi nei sistemi operativi per carpire segreti aziendali e dati sensibili.

Una delle minacce informatiche oggi più temuta si chiama «ransomware», una tipologia di virus nata in Russia qualche anno fa, che consente ai pirati del web di prendere in «ostaggio» un pc o un'intera rete di una o più aziende o enti pubblici e poi chiedere un riscatto (ransom) per restituire i dati preziosi rubati che altrimenti tutti conosceranno perchè verranno messi in rete. L'Italia risulta prima in Europa e sesta al mondo per attacchi «ransomware» con una percentuale del 4,44 per cento. Il dato emerge dall'ultimo report di Trend Micro, una società di cybersecurity. Il lavoro di Mario è proprio quello di intercettare attacchi di questo genere. L'attività di protezione non è solo quella di erigere barriere all'intrusione di virus informatici, ma anche quella di prevenirli attraverso la simulazione di attacchi a computer, server, connessioni, per verificarne la sicurezza. Entrare in un sistema, prenderne il controllo, capire quali sono i punti di debolezza, le falle , quali sono gli attacchi che possono arrivare dall'esterno, permette di elaborare in anticipo una protezione.

Secondo le proiezioni di alcuni portali dedicati a chi offre e a chi cerca lavoro, un «ethical hacker» può arrivare a guadagnare fino ad 80 mila euro all'anno (circa 3.700 euro mensili netti). La passione che Mario nutre per il mondo informatico nasce quando era ancora bambino. «A scuola - racconta - sono sempre stato bravo in matematica e nelle materie scientifiche». Il suo cammino verso la nazionale di cyberdifender, dunque, comincia molti anni fa: «Non mi ricordo esattamente da quando – racconta ancora Mario - ma ho cominciato a smanettare a computer da giovanissimo, forse da quando avevo 8 anni. Da allora non ho mai smesso e quindi si è creato un feeling incontenibile». Una passione per il pc e l'informatica che ha trovato lo sbocco verso la competizione sportiva in modo casuale, come molto spesso accade per i grandi talenti. Mentre lo scorso anno frequentava il liceo a Latronico, un suo amico, accorgendosi di questa sua predisposizione, lo informa di questa particolare competizione (CyberChallenge), promossa dal Consorzio interuniversitario nazionale per l'informatica (Cini) e Mario si arruola con la squadra dell'Università del Salento. Nel primo torneo il piazzamento non è di quelli di incorniciare: la squadra arriva solo sesta, ma l'esperienza da un ulteriore spinta alla fantasia del 19enne.

Appena terminato il liceo subito l'iscrizione alla facoltà di Ingegneria informatica del Politecnico di Torino. Questo appena l'anno scorso. E subito dopo la costituzione di una squadra universitaria per la partecipazione alla sesta edizione del CyberChallenge. Questa volta Mario viene addirittura nominato capitano del team, con galloni conquistati sul campo, anzi sul computer. La squadra vince la competizione e per Mario si aprono le porte della nazionale che sarà impegnata ai campionati europei di Vienna dal 13 al 16 settembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725