Domenica 19 Settembre 2021 | 15:14

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

L'indotto

Regione Basilicata sfida Stellantis: «Produciamo a Melfi i componenti mancanti»

L’assessore regionale Cupparo scrive a Tavares e a Elkann

Tavares  in Basilicata, riconosciuta centralità dello stabilimenti di Melfi nel nuovo gruppo Stellantis

POTENZA - Se a Melfi Stellantis si ferma perché mancano i componenti, la soluzione è semplice. E soprattutto fai da te. Dopo la doccia fredda dello stop totale di una settimana dello stabilimento lucano del gigante dell’automotive, l’assessore regionale alle Attività Produttive Francesco Cupparo scrive a Tavares ed Elkann, chiedendo di accrescere la quota lucana di produzione della componentistica, non solo nell’indotto dell’area industriale di Melfi, ma anche anche in altre aree infrastrutturate e che godono di particolari agevolazioni, tra le quali la Zes Jonica.

Nel richiedere un incontro ai vertici di Stellantis, l’assessore lucano sottolinea che «la Regione intende fare la sua parte come ha già dimostrato con la sottoscrizione del Contratto di Sviluppo firmato con Invitalia-Mise-Fca, per 136 milioni di euro, mettendo sue risorse finanziarie (2 milioni) a sostegno del piano industriale per la produzione della Jeep Compass Ice, introducendo il modello Phev (plug-in hybrid electric vehicle)».
Non solo. La Regione Basilicata si propone anche come partner nei processi di ricerca e sviluppo. «Vogliamo dare il nostro contributo - scrive Cupparo - come abbiamo già dimostrato con l’approvazione del progetto di potenziamento della Infrastruttura di Ricerca In-Link-It (Infrastructure for Linking Industry to Technologies) candidato dal Cnr insieme a due co-proponenti, Enea e Unibas. Il progetto si sviluppa in due macroaree: l’innovazione tecnologica connessa a sistemi avanzati di produzione e ottimizzazione delle risorse e materie prime; la progettazione, lo sviluppo e la caratterizzazione di componenti innovativi per l’automotive».

La Regione Basilicata, dunque, vuole rafforzare il legame tra le piccole e medie imprese lucane e l’automotive. «Un obiettivo - spiega Cupparo - da raggiungere in sinergia con l’Accademy-Centro Ricerche Fiat Scpa, struttura da sempre impegnata nello sviluppo di attività di ricerca ed innovazione in ambito automobilistico e che può diventare un centro al servizio di programmi di sviluppo dell’intero territorio e non solo per il settore automotive».
Intanto dall’universo Stellantis giunge un’altra notizia che riguarda i lavoratori: a febbraio verrà erogato il "Premio di Efficienza" in tutti gli stabilimenti del gruppo, in misura differente in base ai risultati ottenuti. Nel pomeriggio di ieri, a seguito del confronto nazionale tenutosi tra Stellantis e le segreterie nazionali dei sindacati, sono stati definiti, dopo la verifica degli indicatori legati alla produttività del 2020, i relativi importi.

Lo stabilimento di Melfi, fanno sapere dalla Uilm Basilicata, secondo la verifica degli indicatori, ha raggiunto come percentuale la stessa degli altri anni ovvero il 6%. La Uilm fa sapere che «il raggiungimento di questo risultato ottenuto grazie all’abnegazione, alla professionalità dei lavoratori di Melfi verrà detassato, per effetto della detassazione 2021, con l’applicazione della tassazione agevolata del 10% sull’intero importo premiale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie