Sabato 15 Agosto 2020 | 21:52

NEWS DALLA SEZIONE

Il bollettino regionale
Coronavirus Basilicata, crescono i contagi: 5 positivi di rientro su 230 tamponi

Coronavirus Basilicata, crescono i contagi: 5 positivi di rientro su 230 tamponi

 
coronavirus
Basilicata, Bardi emana ordinanza: quarantena per chi rientra dall'estero, stop discoteche

Basilicata, ordinanza di Bardi: quarantena per chi rientra dall'estero, stop discoteche

 
Il fenomeno
Nonni senza nipoti e sposano la politica

Nonni lucani lasciati senza nipoti, sposano la politica

 
Il caso
A Potenza città 2 assessori col Bonus Inps

A Potenza 2 assessori col bonus Inps: maggioranza in imbarazzo

 
Il caso
Obbligo di soggiorno a Canosa, ma è a Lavello in Basilicata: arrestato

Obbligo di soggiorno a Canosa, ma è a Lavello in Basilicata: arrestato

 
Il virus
Coronavirus, positivi 4 giovani lucani: sono appena tornati da Malta

Coronavirus, positivi 4 giovani lucani: sono appena tornati da Malta

 
L'ESTATE DEL COVID
Matera, aperti per ferie: così i negozi cercano di rifarsi

Basilicata, aperti per ferie: così i negozi cercano di rifarsi

 
IL CASO

Aiuti alle imprese colpite da crisi: c'è un caso Viggiano, il sindaco prende i soldi del bando comunale

 
POLITICA
Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

 
l'iniziativa del comune
Offerta ai turisti del Pollino. Dormi 2 notti, ne paghi una

Rotonda, offerta ai turisti nel Pollino: dormi 2 notti, ne paghi una

 
LA TRAGEDIA nel potentino
Donna muore a Rionero investita dal suo furgone

Donna muore a Rionero in Vulture investita dal suo furgone

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari, Romairone a un centimetro ma il nodo Vivarini non è sciolto

Bari, Romairone a un centimetro ma il nodo Vivarini non è sciolto

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantoa Ferragosto
Tragedia a Palagiano, bimbo di 20 mesi muore annegato in piscina

Tragedia a Palagiano, bimbo di 20 mesi muore annegato in piscina

 
HomeLe dichiarazioni
Bellanova: «Discoteche aperte solo per lobby, è inaccettabile»

Bellanova: «Discoteche aperte solo per lobby, è inaccettabile»

 
NewsweekMusica
La nuova hit estiva di UFO: ecco il rap barese di Mood

La nuova hit estiva di UFO: ecco il rap barese di Mood

 
BrindisiL'incidente
Brindisi, 38enne annega in mare: tragedia all'ex lido Poste

Brindisi, 38enne annega in mare: tragedia all'ex lido Poste

 
FoggiaIl rogo
Incendio a Sant'Agata di Puglia: in fiamme vegetazione in località Monte Ultrino

Incendio a Sant'Agata di Puglia: in fiamme vegetazione in località Monte Ultrino

 
MateraLa tragedia
Perde l'equilibrio e precipita nel vuoto dopo un volo di 6 metri: morta 17enne a Irsina

Perde l'equilibrio e precipita nel vuoto dopo un volo di 6 metri: morta 17enne a Irsina

 
HomeIl bollettino regionale
Coronavirus Basilicata, crescono i contagi: 5 positivi di rientro su 230 tamponi

Coronavirus Basilicata, crescono i contagi: 5 positivi di rientro su 230 tamponi

 
BatIl caso
Barletta, stop al bullismo appello contro le aggressioni: «baby gang scatenate nel centro»

Barletta, stop al bullismo appello contro le aggressioni: «baby gang scatenate nel centro»

 

i più letti

Il virus

In Basilicata scatta il giallo delle zone rosse completamente al verde

Le tre comunità di Irsina, Moliterno e Tricarico, sono state escluse dalla ripartizione di 200 milioni di euro destinati dal Governo alle aree rosse

veduta di Moliterno

POTENZA - Di chi è la «manina» ha eliminato del testo definitivo del “Decreto Rilancio” la previsione di un fondo di 200 milioni di euro per i comuni zone rosse? La domanda aleggia in tutta Italia, e non solo a Irsina, Moliterno e Tricarico, i tre centri lucani nei quali per oltre un mese i confini territoriali sono rimasti letteralmente chiusi per i focolai di Covid-19. Alla domanda, al momento, non viene data risposta. Ma, sull’argomento, c’è una novità. Quattro deputati, tutti di centrosinistra, Vito De Filippo (Italia Viva), Federico Conte e Nico Sti (Leu), Umberto del Basso de Caro (Pd), e Nico Stumpo (Leu) hanno presentato una proposta che, hanno spiegato gli stessi deputati, «sarà presentata alla Camera non appena partirà l’iter per la conversione del decreto.

I Comuni che sono stati riconosciuti zona rossa con provvedimenti nazionali e regionali hanno tutti pari dignità. Non possono essere fatte discriminazioni. Va ripristinata la prima formulazione del decreto che, all’articolo 112, riconosceva a tutti i comuni italiani dichiarati zona rossa per 30 giorni di accedere al riparto dello stanziamento di fondi per 200 milioni di euro, ai fini di garantire sostegni e bonus fiscali». Per i parlamentari Michele Casino e Giuseppe Moles è stato «vergognoso escludere i Comuni lucani zone rosse e il Governo non perde occasione per dimostrare la sua inadeguatezza nel gestire l’emergenza. Quelle risorse sarebbero state fondamentali per i nostri territori, il rilancio delle aree più fortemente colpite dal lockdown. La gravità del comportamento del Governo sta anche nel fatto che ha addirittura fatto una rettifica in Gazzetta Ufficiale per cancellare il beneficio: si tratta di un vero e proprio scippo a danno dei nostri territori. Su questo tema Forza Italia darà battaglia. Spiace che parlamentari e membri di governo lucani abbiano consentito questa vergogna».

Sul tema si registra anche il commento del sindaco di Irsina, Nicola Massimo Morea. «Appena ho preso atto della rettifica in Gazzetta Ufficiale – ha ammesso - l’ho presa malissimo. Poi, passata la rabbia, mi sono interfacciato con l’on. De Filippo per le azioni da mettere in campo. Quelle somme sono dovute, perché la sofferenza conseguente a un mese di chiusura e i danni che abbiamo avuto sono stati certamente maggiori rispetto a quelli dei comuni non dichiarati zona rossa». Abbiamo cercato, ma invano, i sindaci di Moliterno, Giuseppe Tancredi, e Tricarico, Vincenzo Carbone, per un commento sull’accaduto. Che è arrivato dal gruppo di minoranza «Cristianamente Riprendiamo a Dialogare» di Tricarico. La vicenda si tinge di colori stupefacenti. Tricarico ancora ieri riportava come certa la notizia dell’inclusione nella ripartizione del fondo. Gli amministratori ci tenevano a ringraziare l’on. De Filippo, postando il suo ordine del giorno e confondendolo con un articolo del decreto. Gli stessi amministratori si erano prodotti in un ossequioso ringraziamento al sen. Pasquale Pepe, promotore della medesima richiesta. All’esito della rettifica De Filippo, il cui partito è al governo, non ha esitato a dichiarare la sua contrarietà e a manifestarla ai ministri Gualtieri e Speranza. Pepe, che altrettanto giustamente ha tuonato contro il governo, nulla ha chiesto e preteso dal presidente della Regione Basilicata, dove il suo partito è maggioranza. Bardi sembra non essere al corrente di quanto avvenuto - continuano - Pepe dovrebbe applicarsi con più coerenza politica per smuovere il governo regionale affinché assuma le misure necessarie per impugnare il decreto».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie