Venerdì 24 Gennaio 2020 | 11:23

NEWS DALLA SEZIONE

Dopo la tragedia
Tifosi investiti, l'autista di Melfi resta in carcere: indagato per omicidio

Tifosi investiti, l'autista di Melfi resta in carcere: indagato per omicidio

 
I dati del 2019
Potenza, allarme inquinamento: per 50 giorni superato il limite dello smog

Potenza, allarme inquinamento: per 50 giorni superato il limite dello smog

 
dopo la tragedia
Tifosi investiti: cominciati interrogatori dei 26 arrestati

Tifosi investiti, Prefetto: «Morte non resti senza conseguenze»

 
tragedia di vaglio scalo
Tifoso lucano ucciso, c'è un'auto fantasma: spunta l'ipotesi staffetta

Tifoso lucano ucciso, c'è un'auto fantasma: spunta l'ipotesi staffetta

 
Per non dimenticare
Potenza, uno striscione per ricordare il sostenitore Vultur ucciso

Potenza, uno striscione per ricordare il sostenitore Vultur ucciso

 
I finanziamenti
Potenza, in arrivo 7 milioni dalla Regione per il settore ortofrutticolo

Potenza, in arrivo 7 milioni dalla Regione per il settore ortofrutticolo

 
serie c
Tifosi investiti: curva del Potenza in lutto, niente trasferta

Tifosi investiti: curva del Potenza in lutto, niente trasferta

 
La decisione
Lite tra tifoserie, muore un 33enne: 25 persone in carcere

Lite tra tifoserie lucane, muore 33enne: 26 persone in carcere. Autista arrestato: «Ero circondato, avevo paura» FOTO

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, metamorfosi Simeri: ora segna e fa segnare

Bari, metamorfosi Simeri: ora segna e fa segnare

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggiaa foggia
«Ha ucciso i miei animali», contadino spara e ammazza cane di un altro agricoltore: denunciato

«Ha ucciso i miei animali», contadino spara e ammazza cane di un altro agricoltore: denunciato

 
Barinel barese
Corato, 12enne rincorre scippatore minorenne e restituisce borsa ad anziana

Corato, 12enne rincorre scippatore minorenne e restituisce borsa ad anziana

 
Tarantola denuncia
Mittal, sindacati: «Spogliatoi fatiscenti e senza acqua calda»

Mittal, sindacati: «Spogliatoi fatiscenti e senza acqua calda»

 
Leccel'indagine
Si fingeva grande chef e molestava studentesse: 23enne salentino arrestato a Roma

Si fingeva grande chef e molestava studentesse: 23enne salentino arrestato a Roma

 
PotenzaDopo la tragedia
Tifosi investiti, l'autista di Melfi resta in carcere: indagato per omicidio

Tifosi investiti, l'autista di Melfi resta in carcere: indagato per omicidio

 
Batnel nordbarese
Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

 
BrindisiIl caso
Brindisi, Pd moroso: udienza di sfratto per sede del Pd

Brindisi, Pd moroso: udienza di sfratto per sede del Pd

 
MateraOperazione di CC e Gdf
Matera, truffa e riciclaggio: in cella ex direttore banca. Sequestrato noto ristorante

Matera, truffa e autoriciclaggio: in cella ex direttore di banca. Sequestrato noto ristorante nei Sassi (VD)

 

i più letti

verso il 2020

Potenza, sul palco del Capodanno Rai attesa per la lucana Rosmy

Rosa Maria Tempone è cantautrice, attrice e artista poliedrica con un'anima rock

Potenza, sul palco del Capodanno Rai attesa per la lucana Rosmy

L’anima rock lucana sbarca sul palcoscenico del Capodanno di Rai 1. Ci sarà anche lei, Rosa Maria Tempone, in arte Rosmy, cantautrice, attrice teatrale, artista poliedrica, originaria di Calvello, a Potenza, proprio in piazza Mario Pagano, accanto al teatro Stabile che l’ha vista tante volte protagonista di tante serate all’inizio della sua carriera. Nel 2016 vince il Premio Mia Martini e continua la sua scalata al successo.
Voce decisa, forte e carica di energia che al tempo stesso parla al cuore, Rosmy con la sua anima rock che la rende unica nelle classifiche nazionali, ora arriva all’Anno che verrà di Rai 1. È lei il personaggio scelto per il sesto appuntamento della Gazzetta «Aspettando il 2020».

Ormai è ufficiale Rosmy salirà sul palco di Potenza?
«Avevo ricevuto diverse telefonate da Roma e c’era stata qualche avvisaglia nei giorni precedenti. Poi la comunicazione ufficiale, la mail con l’invito come ospite dello spettacolo di Capodanno in diretta da Potenza. Una grande soddisfazione. L’ho sempre sognato da artista lucana che nella sua musica dà grande importanza all’identità e quindi alla sua terra che poi è la nostra stessa forza».

Ma Rosmy chi vorrebbe portare con lei sul palco?
«Elton John con il suo “Your song” da dedicare a tutto il pubblico. Ho cantato e reinventato una delle più belle canzoni in chiave vintage con un ritorno al passato in un’epoca dove si sentiva di più la semplicità e il valore della vita e dei sentimenti».

Perfetti nel clima natalizio...
«Ho scritto che il Natale è un regalo che arriva come un pacco infiocchettato dove ognuno di noi aprendolo, se per un attimo prova a tornare bambino, può ritrovare i valori della propria vita».

I suoi ricordi legati al Capodanno?
«L’ho sempre trascorso con i miei fratelli a suonare a Sellata nei locali del Monte Pierfaone. Ricordo l’anno che mi sono trasferita a Milano, per la prima volta lontano dalla mia famiglia, fu bruttissimo rendersi conto a casa davanti alla tivù che non ero più io a vivere la scena ma la stavo guardando».

E l’invito al Capodanno di Rai 1 è stato come ricevere il pacco di Natale?
«Mi fa tornare indietro nel tempo, da bambina, con quell’emozione strana davanti al pacco sotto l’albero. È come se la mia terra mi chiama e io devo esserci».

La spaventa l’immenso palco di Mamma Rai che sta prendendo forma a Potenza?
«Ho paura del freddo. Già immagino piazza Prefettura, gelida anche d’estate, figuriamoci il 31 dicembre. Come posso dimenticare ad agosto, l’aperitivo in piazza e alla fine il duetto con il gruppo di Massimo Brancati. Era estate e faceva già freddo, A proposito, quale look mi consigliate?».

E sotto il palco chi vorrebbe ci fosse ad ascoltarla?
«Non c’è una persona in particolare. A Potenza in tanti mi sono stati vicini nel mio percorso artistico. Alla fine vorrei trovare tutti quelli a cui ho dato la stessa attenzione: amici, affetti e magari conoscenti».

Sa già quale brano porterà sul palco?
«Non ancora, ma ho sempre pensato che ogni artista lucano in queste occasioni non dovrebbe pensare solo a sé stesso, ma riuscire a dare uno spazio anche ad altri artisti. Del resto il Capodanno è intrattenimento e distrazione. Non è Sanremo dove tutti i riflettori sono su di te, Capodanno non è mettersi in mostra ma divertirsi insieme».

E Sanremo Rosmy davvero lo ha sfiorato?
«Per due volte. La prima volta ero piccolissima nel 2005, ero tra i cento artisti selezionati per Sanremo Lab. Ricordo il viaggio in treno che non finiva mai. Poi mi ritrovai sola, un’esperienza traumatica dal punto di vista artistico. Dovevano passere in 30, arrivai al 34° posto. Ero quasi lì per farcela. Mi lasciai condizionare e mi fermai, non ci ho riprovato per moltissimi anni invece oggi sono convinta che non bisogna mai lasciare nulla di intentato. C’erano tanti artisti bravissimi. Ho continuato, invece, a studiare».

Poi nel 2016 il Premio Mia Martini l’ha portata però a Sanremo?
«Mi hanno consegnato il riconoscimento a febbraio 2017 con una mia esibizione live nella sala Lucio Dalla. Ho ritentato Sanremo nel 2018 ma non è andata».

Ci farà un pensierino quest’anno?
«Ci sarò sicuramente visto che Amadeus mi ha già voluto per Capodanno. Chissà! Mi tengo libera anche per Sanremo. Amadeus non l’ho mai conosciuto, mi piace molto la sua ironia il suo sorriso, la sua energia sul palco anche nella sua semplicità».

L’hanno definita l’anima rock, perché?
«Anima rock nel look, nello stile, con un atteggiamento da rockstar, ma più delicato nei modi, mentre dentro ho una forza sfrenata che viene fuori in quella mia passione esagerata per la chitarra elettrica. Ogni tanto attacco il jack e mi metto sul balcone a suonare».

Virali sono i suoi video?
« “Ho scelto di essere libera” contro il bullismo girato in un posto magico come Matera con la forza e l’energia di 17 bambini che hanno fatto da comparse. Anche “L’amore è rincorrersi”, girato a Milano con le chitarre di “Zi Rock” realizzate con materiali da riciclo, come la vanga che suona benissimo. Poi l’ultimo video “Fammi credere all’eterno” che mi vede in abito da sposa nella chiesa di San Cristoforo sul Naviglio a Milano con Giovanni Storti e il trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo».

Torniamo a Capodanno e al cenone?
«Secondo l’usanza, 13 pietanze e quando arrivi alla 12esima non ce la fai più e devi mangiarla per forza che porta bene come le lenticchie che devono essere esagerate. Equivalgono a tutti i soldi che poi arriveranno. Ma quanto siamo materiali? Parliamo dei valori della vita e poi esageriamo con le lenticchie».

Il dolce preferito?
«Non è Natale senza le pastatelle, il dolce tipico di Calvello con le nostre castagne, cioccolato e cannella. Mia madre ne faceva enormi quantità e le conservava coperte da un panno per offrirle poi agli ospiti. Ricordo quella volta che non ne trovò neppure una. Le avevo mangiate tutte. Mi chiamavano la ladra delle pastatelle».

Rosmy, come Vecchioni, nella vita continua a fare l’insegnante in una scuola di Milano.
«Insegno inglese. Mi sono laureata, facevo le supplenze in Basilicata, poi il trasferimento a Milano e il posto di ruolo. “Non si vive di sola musica”, mi hanno insegnato i miei genitori. A Milano poi sono arrivate le serate, le produzioni, ma continuo ad andare in classe tra i miei ragazzi. Ho tre nomi: sono Rosa Maria per la famiglia, la mia terra, poi divento teacher Rosemary a scuola e sono Rosmy per la parte artistica. Fu proprio un mio alunno dislessico a darmi quel nome. Non riusciva a pronunciare la parola Rosemary e mi chiamava Rosmy. Mi è piaciuto. È diventato il mio nome d’arte. I miei diversi ruoli sono ben definiti dal nome. A scuola sono teacher Rosemary e insegno inglese attraverso la musica: da Elton John a Ed Sheeran, ma anche Jennifer Lopez, artisti indimenticabili. I miei studenti adorano le mie lezioni dal metodo così moderno e vicino a loro».

E anche le sue canzoni?
«Abituati al rap sparato in casse a tutto volume, figuriamoci se i miei alunni possono amare la musica di Rosmy, anche se sanno apprezzarla. Ma per rimanere in tema di scuola di inglese, per allargare i confini del loro perfetto “zocchei zocchei”, mi propongo come insegnante dei miei amici della Ricotta».

Una lezione sul palco di Capodanno?
«E perché no? Ma attenti ai compiti a casa per le vacanze».

Dove le piacerebbe trascorrere il Capodanno?
«In una delle capitali europee o magari a Disneyland Paris in mezzo alla musica di “Fantasia” con Topolino apprendista stregone e la magia del Natale».

Un’ultima battuta?
«Approfitto dello spazio sulla Gazzetta per ricordare alla mia amica giornalista Isa Grassano che la valigia che lei propone in diretta, è già pronta per il viaggio. “Isa preparati che passo a prenderti e ti porto io a Potenza per il Capodanno di Rai 1».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie