Giovedì 23 Settembre 2021 | 08:10

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

La scelta

Capodanno Rai a Potenza: mugugni da Venosa al Materano

Il capoluogo individuato per valutazioni su aspetti logistici e organizzativi

Capodanno Rai a Potenza: mugugni da Venosa al Materano

«Siamo gasatissimi». Il sindaco di Potenza Mario Guarente ora può esprimere tutto il suo entusiasmo. Ha appena appena saputo che la scelta del Capodanno Rai nel capoluogo lucano è ufficiale. «Ho subito sentito tutti gli assessori, il presidente del consiglio». In poco più di un’ora il suo stato d’animo è completamente cambiato. «Sono scaramantico, preferisco aspettare la conferma. Non ho avuto alcuna comunicazione», aveva detto alla Gazzetta nel primo pomeriggio di ieri. Poi l’annuncio ufficiale del presidente della Regione, Vito Bardi, ed è via libera alle emozioni. «Siamo felicissimi, onorati e lusingati della scelta della Rai di riportare il Capodanno a Potenza - risponde ora alla Gazzetta -. Ringraziamo tutti quelli che hanno reso possibile l’evento. La nostra città ha bisogno di riscatto e entusiasmo».

Tolto ogni condizionale. «È una bella notizia per Potenza. Saremo in grado di gestire l’evento come tre anni fa e tutto sarà perfetto sulla scorta dell’esperienza del passato». Ma il sindaco Guarente si è già messo all’opera per «L’Anno che verrà» targato Potenza. «Convocherò subito una riunione con tutti gli assessori e gli uffici del Comune per avviare la macchina organizzativa che deve essere puntuale come un orologio svizzero».

Del resto, scaramanzia a parte, in fondo in fondo il primo cittadino ci sperava e ha cominciato a credere che il Capodanno Rai in piazza Mario Pagano potesse ripetersi quando tra le città papabili è spuntato anche il capoluogo. «Con la nomina a Città dello sport 2021, che avverrà lunedì a Roma al Coni, l’evento della Rai sarà il valore aggiunto per provare a riscrivere insieme a tutti la storia di Potenza. Il Capodanno in tv sarà l’amplificatore di tutto quanto stiamo organizzando».

Poi, però, c’è la delusione dei Comuni esclusi. «La mia sfida - ribadisce - è coinvolgere tutta la regione. La Basilicata è così bella che ovunque avessero deciso di portare il Capodanno Rai sarebbe stato un successo per la Basilicata».
Poi lo sguardo torna al 2017. «Ero consigliere comunale e la città, ricordo, che aveva proprio bisogno di quell’evento. Ero in piazza a festeggiare con la Rai. Ora da sindaco sarà bellissimo».

Nelle parole del primo cittadino c’è la consapevolezza di essere protagonisti di un evento televisivo che nel 2017 fu seguito da 4, 8 milioni di telespettatori. Ma i ritorni concreti sulla città? Gli operatori del settore alberghiero e della ristorazione sono soddisfatti. «Siamo stati premiati per l’ospitalità. Ha vinto anche sulla location». Ne è convinto Pietro De Angelis, titolare del B&B “Al Convento”. «La struttura della Rai è rimasta colpita dall’accoglienza che la città gli ha riservato. E così, se da un lato, la notizia ci ha sorpreso, in fondo in fondo ci speravamo. Il Capodanno Rai ha visto collaborare tutti noi imprenditori per la migliore riuscita dell’evento». Ma gli effetti si sono visti soprattutto dopo. «Con l’arrivo dei cosiddetti turisti di ritorno, colpiti dall’immagine televisiva di una città che non è stata più la Cenerentola, ma è stata guardata con occhio diverso». Si è lavorato in tutte le strutture ricettive, dagli alberghi ai B&B, al settore della ristorazione e il legame con la Rai è rimasto forte con molte aziende che hanno trovato spazio nei diversi programmi televisivi.

«Ci aspettiamo una grande ventata di lavoro - aggiungono i titolari del Goblins, Vincenzo Dulcetti e Mimmo Cerbino - a partire dall’indotto che sarà generato dalle fasi iniziali di costruzione del palco. Il Capodanno Rai è un evento nazionale-internazionale, è un grosso attrattore anche per i territori vicini. Poi ci sarà il richiamo degli artisti». Ma per ora ancora tutto top secret. Scorrono, invece, i ricordi di quella una serata indimenticabile del Capodanno 2017. «L’incontro più bello? Quello con il maestro Arbore - ricorda Vincenzo Dulcetti -. Ma nel cuore conservo le emozioni trasmesse da tutti i protagonisti di quell’evento passati nel locale. Le foto, i selfie». Positivi i commenti dei commercianti di Ascom in centro, contentissimi del ritorno del Capodanno Rai in piazza Mario Pagano. Certo ci sarà da rivedere e riprogrammare tutte le attività previste per fine anno, ma la bella notizia è una spinta in più in questo momento di grande vivacità e fermento che vive il centro storico di Potenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie