Giovedì 15 Aprile 2021 | 12:12

NEWS DALLA SEZIONE

Il virus
Vaccini, Bardi: «Modello Basilicata scelto anche a livello nazionale»

Vaccini, Bardi: «Modello Basilicata scelto anche a livello nazionale»

 
Lotta al virus
Covid, il braccio destro di Figliuolo Battistini incontra Bardi: «Esportiamo modello Basilicata»

Covid, il gen. Battistini, braccio destro di Figliuolo, incontra Bardi: «Esportiamo modello Basilicata»

 
Lotta al virus
Basilicata, vaccini AstraZeneca senza prenotazione a centinaia di over 70

Basilicata, vaccini AstraZeneca senza prenotazione a centinaia di over 70

 
Industria
Stellantis, Melfi «trema»: i sindaci fanno quadrato

Stellantis, Melfi «trema»: i sindaci fanno quadrato. Gianni Pittella scrive a Draghi

 
L'operazione
Cavi di rame rubati nel Potentino: carabinieri arrestano 9 persone in Puglia

Cavi di rame rubati nel Potentino: carabinieri arrestano 9 persone in Puglia

 
La decisione
A Potenza fa troppo freddo, termosifoni accesi fino al 30 aprile: l'ordinanza

A Potenza fa troppo freddo, termosifoni accesi fino al 30 aprile: l'ordinanza

 
Nel Potentino
Abriola, in 11 in una villetta per festa di laurea: multati

Abriola, in 11 in una villetta per festa di laurea: multati

 
L'inchiesta
Scandalo del petrolio, Bardi: «Mai conosciuta l'indagata»

Scandalo del petrolio, Bardi: «Mai conosciuta l'indagata»

 
Lotta al virus
Potenza, oltre 3mila vaccinati in un giorno: da domani la divisione in fasce d'età

Potenza, oltre 3mila vaccinati in un giorno: da domani la divisione in fasce d'età

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, contro il Palermo torna Celiento?

Bari calcio, contro il Palermo torna Celiento?

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barinel Barese
Palo del Colle, in casa con oltre 1 chilo di marijuana: arrestato 33enne insospettabile

Palo del Colle, in casa con oltre 1 chilo di marijuana: arrestato 33enne insospettabile

 
Foggianel foggiano
Cerignola, anziana trovata morta in camera da letto, accanto il marito ferito da colpo di pistola

Cerignola, anziana trovata morta in camera da letto, accanto il marito ferito da colpo di pistola

 
LecceL'inchiesta
Lecce, chiuse le indagini su Paride e Giancarlo Mazzotta

Lecce, chiuse le indagini
su Paride e Giancarlo Mazzotta

 
MateraIl caso
Matera, violenze sulla compagna e scappa in Albania per non farsi arrestare: trovato 70enne, ai domiciliari

Matera, violenze sulla compagna e scappa in Albania per non farsi arrestare: trovato 70enne, ai domiciliari

 
BariIl caso
Taranto, la Procura barese indaga sui lavori del nuovo ospedale

Taranto, la Procura barese indaga sui lavori del nuovo ospedale

 
PotenzaIl virus
Vaccini, Bardi: «Modello Basilicata scelto anche a livello nazionale»

Vaccini, Bardi: «Modello Basilicata scelto anche a livello nazionale»

 
BrindisiIl caso
Versalis a Brindisi, stop agli impianti per nuova torcia a terra

Versalis a Brindisi, stop agli impianti per nuova torcia a terra

 
BatL'episodio
Barletta, viola coprifuoco e aggredisce poliziotto per evitare sanzione: arrestato

Barletta, viola coprifuoco e aggredisce poliziotto per evitare sanzione: arrestato

 

i più letti

Le indagini

Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

Uno scritto di Gianluca Griffa - dal 2011 ingegnere responsabile della produzione nell’impianto lucano - avrebbe chiuso il cerchio» sull'inchiesta dei pm potentini

Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

Il disastro ambientale nell’area del centro oli di Viggiano (Potenza) ipotizzato dalla Procura è riconducibile alle «condotte omissive degli indagati», e «ben noto al management Eni": un ruolo «chiave», in questo senso, lo ha un memoriale lasciato prima di suicidarsi, nel 2013, da Gianluca Griffa - dal 2011 ingegnere responsabile della produzione nell’impianto lucano - con «un alto valore probatorio», che «chiude il cerchio» sulle indagini dei pm potentini sulle estrazioni in Basilicata, e dimostrerebbe così che la compagnia petrolifera sarebbe stata a conoscenza dei problemi ai serbatoi del Cova (e quindi dello sversamento di greggio).

Il corpo di Griffa fu ritrovato a luglio 2013 nelle campagne di Montà d’Alba (Cuneo) molti giorni dopo la scomparsa, e con particolari mai del tutto chiariti: in una «lettera testamento" l'uomo spiegava che gli era «stato imposto di tacere», che "nell’aria c'era un suo allontanamento», e la compagnia "preferisce assumere giovani inesperti per poterli manovrare" (Griffa si suicidò a 38 anni).

Tutto nasceva, secondo l’ingegnere, dalle segnalazioni fatte all’Eni sulla corrosione dei serbatoi, sulla qualità della produzione che era stata notata anche dalla raffineria di Taranto, e dall’aumento dell’uso di glicole.

In altre parole - sempre secondo l’accusa - Griffa "anticipava» nel 2013 non solo quanto emerso oggi dall’inchiesta della Procura su un presunto disastro ambientale nel Cova, ma anche «pezzi» importanti dell’inchiesta sulle estrazioni petrolifere del 2016 (di cui si sta svolgendo il processo di primo grado a Potenza). Un «testamento» restato per anni in Piemonte, e riemerso nel 2017 quando i pm potentini Laura Triassi e Francesco Basentini decisero di verificare alcuni particolari sulle persone che avevano lavorato per l’Eni a Viggiano, imbattendosi così nel suicidio di Griffa.

L’ingegnere si rivolse più volte ai vertici locali del centro oli, ma gli fu detto di «smettere di rompere - secondo quanto scrive nel memoriale - e di credere di essere stato allontanato per questo motivo». Griffa, secondo il gip di Potenza, «pur non essendo in possesso dei dati dei vertici - è scritto nell’ordinanza - e volutamente emarginato», aveva cercato "soluzioni che, se eseguite, avrebbero scongiurato il disastro ambientale scoperto quattro anni dopo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie