Mercoledì 24 Aprile 2019 | 12:41

NEWS DALLA SEZIONE

Tap e Poseidon
Gasdotti in Salento: un risiko tra energia e geopolitica

Gasdotti in Salento: un risiko tra energia e geopolitica

 
L'inchiesta
Lecce, magistrati arrestati: chiesto incidente probatorio. Altro pm indagato

Lecce, magistrati arrestati: chiesto incidente probatorio. Altro pm indagato

 
Il martedì dei leccesi
A Lecce la Pasquetta continua con «Lu riu»: tra pic nic e musica

A Lecce la Pasquetta continua con «Lu riu»: tra pic nic e musica

 
La tragedia di Pasquetta
Melendugno, contro frontale muore una 25enne: grave una coppia

Melendugno, scontro frontale muore 25enne: grave una coppia

 
A Ugento
Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

 
Tutela ambientale
Lecce, scatta il divieto di accensione dei fuochi e barbecue nei boschi

Lecce, scatta il divieto di accensione dei fuochi e barbecue nei boschi

 
Il caso
Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

 
Inchiesta Favori & giustizia
Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

 
Nel Salento
Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

 
Il caso
Taviano, entra in chiesa per rubare le offerte, ma i fedeli chiamano i cc

Taviano, entra in chiesa per rubare le offerte, ma i fedeli chiamano i cc

 
Lite in famiglia
Aradeo, colpisce con un coltello da cucina la cognata: arrestato

Aradeo, colpisce con un coltello da cucina la cognata: arrestato

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, e adesso cosa si fa?Si accarezza il sogno scudetto

Bari, e adesso cosa si fa?
Si accarezza il sogno scudetto

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeLa visita
Ex Ilva, Di Maio a Taranto: scatta il sit in oltre la zona rossa

Ex Ilva, Di Maio a Taranto: «Immunità penale? È una vittoria dei tarantini»
Scatta sit in oltre zona rossa

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 
LecceTap e Poseidon
Gasdotti in Salento: un risiko tra energia e geopolitica

Gasdotti in Salento: un risiko tra energia e geopolitica

 
BariApprovato dal Ministero
Teatro Petruzzelli a Bari, ok al Piano di risanamento

Teatro Petruzzelli a Bari, ok al Piano di risanamento

 
BrindisiSventata truffa
Ceglie Messapica, anziana mette in fuga finto maresciallo e finto avvocato

Ceglie Messapica, anziana mette in fuga finto maresciallo e finto avvocato

 
BatBotta e risposta
Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

 

gallipoli

Arrestato a 88 anni
il nonnino borseggiatore

Arrestato a 88 anni il nonnino borseggiatore

GALLIPOLI - Ha 88 anni, ma la sua mano di abile borseggiatore è ancora veloce. E miete vittime. Il gallipolino Benito Boellis, conosciuto come «Nonno Benito» o anche come «il professore» (per la sua abilità a rubare i portafogli sui mezzi pubblici), è finito ancora una volta nei guai: a Roma, su un autobus, ha sfilato il portafoglio dalla tasca di un turista milanese di 16 anni in vacanza nella Capitale.

L’arzillo borseggiatore salentino, già arrestato decine di volte negli ultimi anni, era sull’autobus della linea 64. Ha approfittato della calca per impossessarsi del portafoglio del giovanissimo turista. Però non tutto è andato secondo le sue aspettative: sul mezzo, infatti, c’erano alcuni carabinieri in servizio antiborseggio, che hanno notato i veloci movimenti dell’anziano. D’altronde, Boellis era una loro vecchia conoscenza: i militari si sono subito accorti della sua presenza sull’autobus e lo hanno tenuto d’occhio.

Boellis si è subito giustificato, sostenendo di aver trovato il portafoglio a terra e di essersi limitato a raccoglierlo per restituirlo al legittimo proprietario. Peccato, però, che il denaro all’interno del portamonete fosse già sparito. Così l’anziano è stato arrestato e ha trascorso una notte nella camera di sicurezza della caserma dei carabinieri. Nelle prossime ore sarà giudicato con rito direttissimo.

«Nonno Benito» è stato arrestato per la prima volta il 16 febbraio del 1980. Da allora, è finito in manette almeno altre trenta volte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400