Mercoledì 17 Luglio 2019 | 03:20

NEWS DALLA SEZIONE

L'emergenza
Xylella, Centinaio: «Abbiamo avviato tavolo salva-frantoi»

Xylella, Centinaio: «Abbiamo avviato tavolo salva-frantoi»

 
Il consiglio regionale
Puglia, ok al Reddito energetico: agevolazioni per il fotovoltaico in case e palazzi

Puglia, ok al Reddito energetico: agevolazioni per il fotovoltaico in case e palazzi

 
Morti bianche
Taranto, gruista ex Ilva morto in mare: in settimana i funerali

Taranto, gruista ex Ilva morto in mare: in settimana i funerali

 
Rifiuti
Discarica di Canosa, Stea: «In arrivo 4,2 mln per chiusura definitiva»

Discarica di Canosa, Stea: «In arrivo 4,2 mln per chiusura definitiva»

 
Un mistero di 2000 anni fa
Brindisi, dalla Germania archeologi setacciano il mare a caccia del disco di Nebra

Brindisi, dalla Germania archeologi in mare a caccia del disco di Nebra

 
Il caso
Bari, dress code alle corsiste: al via interrogatorio dell'ex giudice Bellomo

Bari, dress code alle corsiste: dopo 9 ore di interrogatorio Bellomo nega tutto

 
Maltempo
San Severo finisce sott'acqua: strade e chiese allagate

Pioggia torrenziale, San Severo finisce sott'acqua: strade e chiese allagate

 
A bedollo
Bari, presentate in ritiro le tre nuove maglie della squadra

Bari, presentate in ritiro le tre nuove maglie della squadra. Ingaggiato Cascione

 
Assenteismo
Foggia, la giudice «furbetta del cartellino» condannata dalla Corte dei conti

Foggia, la giudice «furbetta del cartellino» condannata dalla Corte dei conti

 
Nel tarantino
Sava, ex carabiniere uccise padre, sorella e cognato: chiesto ergastolo

Sava, ex carabiniere uccise padre, sorella e cognato: chiesto ergastolo

 
Il caso
Manduria, anziano pestato a morte: Riesame trasferisce 6 minori in comunità

Manduria, anziano pestato a morte: Riesame trasferisce 6 minori in comunità

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

GdM.TVIl video
San Severo, la festa del Soccorso con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

San Severo, la festa del Carmelo con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

 
TarantoMorti bianche
Taranto, gruista ex Ilva morto in mare: in settimana i funerali

Taranto, gruista ex Ilva morto in mare: in settimana i funerali

 
BatRifiuti
Discarica di Canosa, Stea: «In arrivo 4,2 mln per chiusura definitiva»

Discarica di Canosa, Stea: «In arrivo 4,2 mln per chiusura definitiva»

 
BrindisiUn mistero di 2000 anni fa
Brindisi, dalla Germania archeologi setacciano il mare a caccia del disco di Nebra

Brindisi, dalla Germania archeologi in mare a caccia del disco di Nebra

 
MateraL'omicidio
Pastore nel Materano, killer condannato a 26 anni di carcere

Pastore ucciso nel Materano, killer condannato a 26 anni

 
BariIl caso
Bari, dress code alle corsiste: al via interrogatorio dell'ex giudice Bellomo

Bari, dress code alle corsiste: dopo 9 ore di interrogatorio Bellomo nega tutto

 
LecceOrganizzato da Prog On
«Canterbury Tales»: Martano capitale del Prog per una sera, con il concerto di Richard Sinclair

«Canterbury Tales»: Martano capitale del Prog per una sera, con il concerto di Richard Sinclair

 
PotenzaDai carabinieri
Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

 

i più letti

A Foggia

«Suo figlia rischia l'arresto»
Preso truffatore di anziani

L'uomo, un napoletano, aveva preso di mira una donna foggiana a cui si era spacciatore per avvocato comunicando il fermo del figli. Catturato in flagranza

«Suo figlia rischia l'arresto»Preso truffatore di anziani

E' uno di quelli che vanno in giro a truffare anziani soli facendo leva sui loro sentimenti. Una tecnica intollerabile che non merita alcuna comprensione per tali soggetti che spesso riescono a infilarsi in scorciatoie giudiziarie che evitano la galera. Stavolta, però, a un delinquente napoletano è andata male e per lui si sono aperte le porte del carcere. Gennaro Trematerra, 51 anni, questo il nome dell'arrestato, aveva preso di mira una donna anziana nel centro di Foggia con la solita storia del finto avvocato che vuole sallvare il figlio della vittima dall'arresto e, per questo, chiede soldi per tirarlo fuori dal guai.

“Pronto signora sono l’avvocato De Michele. Suo figlio è stato coinvolto in un incidente stradale e sta fermo in caserma dai Carabinieri. Era sprovvisto di assicurazione. Sta bene ma servono soldi per evitare l’arresto. Raccolga tutti i soldi che ha e i gioielli che ha in casa.” Così con la classica telefonata del finto avvocato era scattata la truffa ai danni di una signora di Foggia.

Questa volta ad attendere sotto casa però il finto avvocato incaricato di raccogliere i soldi vi erano i Carabinieri, quelli veri.
I Carabinieri della Compagnia di Foggia alla luce delle segnalazioni di tentate truffe fatte negli ultimi giorni al 112 da alcuni cittadini, avevano predisposto un servizio in abiti civili, che nel transitare in zona Viale Michelangelo aveva notato un uomo distinto aggirarsi in maniera sospetta all’ingresso di un palazzo.

I militari procedevano a controllare l’uomo che alla loro vista si mostrava molto agitato. Lo stesso dichiarava di essere di Napoli fornendo un documento d’identità successivamente risultato falso. Mentre si procedeva al controllo il telefono dell’uomo ha cominciato a squillare e nel rispondere l’interlocutore riferiva :“ Vai al sesto piano” e chiudeva la chiamata.

I Carabinieri immediatamente intuivano il perché di quella telefonata e recandosi al sesto piano della palazzina contattavano l’inquilina dell’appartamento la quale alla loro vista immediatamente li faceva entrare in casa dicendo:” Ah siete voi eccovi i soldi ho preparato tutto”, sul tavolo in cucina vi erano soldi e gioielli che l’anziana donna aveva raccolto in casa. Dopo averla tranquillizzata e averle spiegato che era stata vittima di un raggiro, la donna veniva invitata a formalizzare la denuncia per la truffa subita.

Sul conto dell’uomo si accertava che il documento fornito era falso così come le generalità dichiarate. Dopo le operazioni di fotosegnalamento lo stesso veniva identificato in Giovanni Trematerra, già noto per precedenti specifici e destinatario di un’ ordine di cattura in carcere per reati analoghi. L'uomo ora dovrà rispondere di tentata truffa aggravata, false dichiarazioni sull’identità a pubblico ufficiale e possesso di documento falso. Per lui dopo la convalida dell’arresto, si sono aperte le porte del carcere di Foggia.

I Carabinieri invitano a non fidarsi di sconosciuti, anche se si presentano come appartenenti alle Forze dell’Ordine, che chiedono denaro o altri beni; inoltre non è richiesto alcun pagamento per arresti o fermi per nessun motivo e in caso di dubbio bisogna contattare immediatamente il 112 per segnalare gli episodi sospetti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie