Giovedì 11 Agosto 2022 | 05:14

In Puglia e Basilicata

Covid

«Turismo dei vaccini», polemiche nel Barese

«Turismo dei vaccini», polemiche nel Barese

Fabrizio Baldassarre

Il sindaco di Santeramo contesta le decisioni Asl

30 Marzo 2021

Redazione online


BARI - «Apprendo che la Asl ha praticamente già deciso quali saranno le sedi nelle quali fare i 'turisti dei vaccinì: per noi Gravina oppure, nella migliore delle ipotesi, Altamura. Pura follia. Pura negazione di qualsivoglia logica di razionalità logistica. Stiamo parlando di far spostare migliaia di persone. Diciamo ai nostri cittadini che non possono spostarsi dal proprio comune di residenza e poi li costringiamo a piccoli esodi biblici? Io non ci sto». Lo scrive il sindaco di Santeramo in Colle, Fabrizio Baldassarre, che parla di «strabismo incomprensibile del processo vaccinale».
«Mi sono fatto in quattro, con dipendenti comunali e volontari - dice - , per allestire un hub vaccinale in un luogo di proprietà del Comune» che «ha tutte le carte in regola per essere un centro in grado di accogliere tutta la popolazione della nostra città per questa accelerazione nelle vaccinazioni che è l’unico modo per venire fuori da questa pandemia. Il 13 marzo ho inviato ufficialmente via pec a tutto lo "Stato Maggiore" della sanità pugliese e della Asl Bari planimetria e caratteristiche del nostro centro vaccinale comunale. Nessuna risposta, zero, anche dopo mio ulteriore formale sollecito».
«Ho accettato con lealtà e senso delle istituzioni - conclude - che andassero a vaccinarsi per la prima dose ad Altamura, in una sala ricevimenti, insegnanti e personale scolastico, e ho messo a disposizione bus a spese del Comune, ma la vaccinazione di massa è un’altra storia. Pretendo una risposta seria dalla Asl».  
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725