Sabato 20 Ottobre 2018 | 21:30

NEWS DALLA SEZIONE

Ad Acquaviva delle Fonti (Ba)
Ruba al mercato due carte di credito con relativi pin, arrestata

Ruba al mercato due carte di credito con relativi pin, ...

 
Divisa in 50 panetti
In auto con 26kg di droga, arrestato pregiudicato a Mola di Bari

In auto con 26kg di droga, arrestato pregiudicato a Mol...

 
A Sammichele
Cede finestra a scuola, ferita ausiliaria

Cede finestra a scuola, ferita ausiliaria

 
E' ai domiciliari
Bari, a spasso con 50 grammi di cocaina nei boxer: in manette

Bari, a spasso con 50 grammi di cocaina nei boxer: in m...

 
Commercio
Bari, dopo 66 anni chiudestorica salumeria De Carne«Il marchio lo porto con me»

Bari, dopo 66 anni chiude storica salumeria De Carne «I...

 
Il nodo intramoenia
Ospedali, il giallo visite a pagamentodei medici: le Asl non forniscono i dati

Ospedali, il giallo visite a pagamento dei medici: le A...

 
Svolta nelle indagini
Pizzaiolo di Gravina uccisoa Ravenna: fermato straniero

Pizzaiolo di Gravina ucciso a Ravenna: fermato stranier...

 
Operazione Ragnatela
Bari, blitz della Finanza contro usurai: 5 arresti, sequestrati beni

Bari, blitz della Gdf contro clan usurai Capodiferro: 5...

 
Aveva 31 anni
Bari, cadavere di georgianopescato nel molo S. Antonio

Bari, cadavere di georgiano
pescato nel molo S. Antonio

 
Il bando
Bari, sfrattati e sostegno agli affitti: il Comune stanzia 300mila euro

Bari, sfrattati e sostegno agli affitti: Comune stanzia...

 
Il riconoscimento
Il fotografo barese Luca Turi riceve la cittadinanza onoraria di Durazzo

Il fotografo barese Luca Turi riceve la cittadinanza on...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Arrestato dai Cc

Bari, da 3 anni estorceva soldi
al parroco di San Ferdinando
In cella tunisino: «Conosco l'Isis»

La vicenda scoperta dopo la denuncia del prete. Lo straniero minacciava anche parrocchiani: o pagate o distruggerò la chiesa

Bari, da 3 anni estorceva soldial parroco di San FerdinandoIn cella tunisino: «Sono dell'Isis»

Per tre anni avrebbe minacciato parroco, viceparroco, sacrestano e parrocchiani della Chiesa di San Ferdinando, in pieno centro a Bari, in via Sparano, millantando una vicinanza all'Isis e annunciando la distruzione della chiesa se non avesse ricevuto soldi. Con l'accusa di estorsione continuata e aggravata un tunisino di 31 anni, Amine Chergui, è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia Bari centro in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del tribunale di Bari, Marco Galesi, su richiesta del pm Giuseppe Dentamaro.

L'indagine sarebbe partita dopo la denuncia del parroco della Chiesa di“San Ferdinando” il quale avrebbe riferito di aver subito continue minacce dal tunisino il quale, in numerose occasioni, avrebbe importunato i fedeli e riferito al parroco, al vice parroco e al sacrista, che avrebbe distrutto la chiesa o che avrebbe fatto loro del male, minacciandoli anche di morte, nonché millantando contatti nell’Isis, al fine di indurli a consegnargli, di volta in volta, diverse ed imprecisate somme di denaro. Tutto ciò sarebbe accaduto tra il 2014 e il 2017.

La vicenda ha suscitato non poco allarme sociale, ma fortunatamente la vicenda ha avuto fine grazie anche alla collaborazione degli organi ecclesiastici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400