Mercoledì 26 Giugno 2019 | 18:43

NEWS DALLA SEZIONE

Cultura
Viandanti Festival: ad Altamura protagonisti Ezio Bosso e Philippe Daverio

Viandanti Festival: ad Altamura protagonisti Ezio Bosso e Philippe Daverio

 
A sorpresa
Casellati al Petruzzelli: in platea per il figlio direttore della Tosca

Casellati a sorpresa al Petruzzelli per il figlio direttore della Tosca

 
L'intervista
Tiromancino gira a Taranto il video di «Vento del Sud»: «Verrei a viverci»

Tiromancino, girato a Taranto il video di «Vento del Sud»

 
La novità
Gravina, ecco la prima bottiglia di vino intelligente che "parla"

Arriva dalla Puglia la prima bottiglia di vino intelligente che "parla"

 
Storia a lieto fine
Terlizzi, cucciolo salvato dai vvff: il video condiviso anche da Salvini

Terlizzi, cucciolo salvato dai vvff: il video condiviso anche da Salvini

 
Dopo l'annuncio
Olimpiadi invernali 2026: la parodia social è tutta Made in Puglia

Olimpiadi invernali 2026: la parodia social è tutta Made in Puglia

 
Il riconoscimento
Puglia, Giovinazzo in copertina sulla guida Lonely Planet

Puglia, Giovinazzo in copertina sulla guida Lonely Planet

 
Musica
Dai Boomdabash ai Sud Sound System: ecco chi aprirà il concerto di Jovanotti a Barletta

Dai Boomdabash ai Sud Sound System: ecco chi aprirà il concerto di Jovanotti a Barletta

 
La storia
Mola, da giovane scultrice a suora: ecco la nuova vita di Angela

Mola, da giovane scultrice a suora: ecco la nuova vita di Angela

 
L'iniziativa
Flashmob lirico a sorpresa sull’autobus da Bari a Matera

Flashmob lirico a sorpresa sull’autobus da Bari a Matera

 
L'intervista
Metaponto, in arrivo Piero Angela: «Qui la storia e il futuro»

A Metaponto arriva Piero Angela: «Qui la storia e il futuro» VD

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Machach, talento francese del Napoliè l'ultima idea intrigante del Bari

Machach, talento francese del Napoli è l'ultima idea intrigante del Bari

 

NEWS DALLE PROVINCE

GdM.TVIl rogo
Torre Guaceto, incendio minaccia la Riserva:  interviene il Canadair

Torre Guaceto, incendio minaccia la Riserva: distrutti tre ettari

 
PotenzaL'inchiesta
Potenza, raccolta abusiva di scommesse: sequestro in una ricevitoria

Potenza, raccolta abusiva di scommesse: sequestro in una ricevitoria

 
FoggiaLa lettera agli assassini
Lupara bianca nel Foggiano, mamma vittima: «Pentitevi, dopo di me c'è solo la giustizia»

Lupara bianca nel Foggiano, mamma vittima: «Pentitevi, dopo di me c'è solo la giustizia»

 
TarantoLe aggressioni
Manduria, botte e calci all'anziano per condividere i video sui social: le azioni della baby-gang

Manduria: «È diventato pazzo il triplo», così il branco derideva il disabile

 
LecceL'inchiesta
Scorrano, c’è l’ipotesi scioglimento per il Comune

Mafia, a Scorrano ipotesi scioglimento del Comune
Il sindaco: «Nessun patto elettorale con clan»

 
MateraGiustizia
Potenza-Matera, scoppia la guerra delle toghe

Potenza-Matera, scoppia la guerra delle toghe

 
BatIl caso
Barletta, tentano di rubare la pensione ad anziana: arrestati

Barletta, tentano di rubare la pensione ad anziana: arrestati

 

i più letti

Animali

Trovata morta la lontra del Parco del Gargano: mancava da 40 anni

L'esemplare, maschio adulto, è stato probabilmente investito da un'auto vicino Manfredonia

Lontra trovata morta nel Parco del Gargano: mancava da 40 anni

l'esemplare di lontra trovato morto (foto Parco Gargano)

Dopo 40 anni di assenza, la lontra torna nel Parco Nazionale del Gargano. Nei giorni scorsi un esemplare del mammifero Lutra lutra (inserito nelle liste rosse IUCN e considerato tra i più minacciati d’Italia) è stato ritrovato, purtroppo morto, a pochi chilometri da Manfredonia, lungo la strada provinciale 141, nei pressi dell’Oasi Lago Salso. Forse è stato investito da un’automobile. Si trattava di un maschio adulto, come constatato dall’esperto conoscitore della fauna garganica nonchè attivista di lungo corso della LIPU, Talamo Ventura, che dopo aver riconosciuto l’esemplare ha immediatamente allertato il Parco Nazionale del Gargano. Solo lo scorso anno proprio l’Ente Parco, in collaborazione con il Dipartimento di Biologia dell’Università degli Studi di Bari, aveva avviato il Progetto di Sistema “Studio e Monitoraggio dei mesomammiferi nel Parco Nazionale del Gargano”, progetto che annovera tra le altre specie target anche la lontra. “Si tratta di un ritrovamento di estremo interesse conservazionistico - dichiara il vice-presidente del Parco Nazionale del Gargano Claudio Costanzucci Paolino - perché da noi l’ultimo dato di presenza accertata della specie risale ad oltre 40 anni fa. Questo ritrovamento, oltre a premiare la perseverante politica di attenzione e tutela ambientale del nostro Parco, suggerisce allo stesso tempo la necessità di incrementare, in forma specifica, gli sforzi di ricerca con l’obiettivo di comprendere se vi sia nell’area protetta una popolazione vitale di questo preziosissimo carnivoro”. La lontra è strettamente associata agli ecosistemi acquatici e ripariali e vive in aree che garantiscono sufficiente disponibilità d’acqua, abbondanza di risorse trofiche e bassi livelli di inquinamento durante tutto il corso dell’anno. Che la lontra abitasse nel Parco Nazionale del Gargano lo testimonia anche un’opera, risalente agli anni ’80, del fumettista Andrea Pazienza, intitolata ‘Il perché delle anatre’. Nelle tavole il talentuoso illustratore di San Severo raccontava proprio di una lontra ammazzata sul Gargano (in quel caso da un bracconiere). Nel rispetto delle procedure di legge, l’Ente Parco Nazionale del Gargano seguirà tutte le fasi previste in questi casi, non escluso l’utilizzo dell’esemplare a fini di ricerca e studio. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie