Domenica 14 Agosto 2022 | 12:34

In Puglia e Basilicata

Corridoio 8, incontro a Tirana stabilisce "priorità" del progetto

Corridoio 8, incontro a Tirana stabilisce "priorità" del progetto
TIRANA - Si è concluso con una dichiarazione congiunta firmata dai rappresentanti dei parlamenti dell'Italia, Albania, Macedonia e Bulgaria, nella quale vengono stabiliti una serie di passi importanti da effettuare in futuro per poter accelerare la realizzazione del corridoio 8, l'incontro organizzato a Tirana dal parlamento albanese.

05 Febbraio 2009

TIRANA - Si è concluso con una dichiarazione congiunta firmata dai rappresentanti dei parlamenti dell'Italia, Albania, Macedonia e Bulgaria, nella quale vengono stabiliti una serie di passi importanti da effettuare in futuro per poter accelerare la realizzazione del corridoio 8, l'incontro organizzato a Tirana dal parlamento albanese.

Un invito ai governi di ciascuno dei quattro paesi attraversati dalla direttrice paneuropea a reperire finanziamenti; coordinamento nei programmi di investimenti; la redazione di un quadro legislativo che permetta di eleminare le barriere proceduriali; contatti con le istituzioni finanziarie internazionali e investitori potenziali al fine di poterli coinvolgere nella realizzazione del progetto sono alcuni degli obiettivi posti come prioritari per portare avanti il progetto. La delegazione italiana, composta dagli onorevoli Luigi Lazzari (Pdl) e Costantino Boffa (Pd), ha sottolineato l'importanza della connessione tra questo corridoio e la linea ferroviaria ad alta velocità Bari-Napoli, che permetterebbe di congiungere il corridoio 8 a quello numero I, Palermo-Berlino. Tale aspetto è stato introdotto anche nella dichiarazione finale.

«L'importanza del Corridoio consiste altresi nel collegamento di tutta l'area da esso interessata con le reti di trasporto traneuropee», ha affermato l'onorevole Lazzari nel suo intervento. «Tale collegamento - ha aggiunto - permetterebbe di estendere l'interesse per il Corridoio 8 a tutta l'Italia e al tempo stesso individuerebbe un asse naturale di congiunzione dell'Europa sud-orientale con l'Europa centerale». L'onorevole Boffa ha ribadito l'importanza strategica di questo collegamento anche da un punto di vista di integrazione europea dei Balcani.

«Il corridoio 8 collega paesi membri dell'Ue con altri paesi collocati nella regione balcanica, che oggi rappresenta l'area verso cui si rivolgono le prospettive più immediate di ampliamento dell'Ue», ha sottolineato. L'evento di Tirana sarà seguito da un altro incontro, entro il prossimo giugno, a livello dei ministri dei Trasporti dei paesi attraversati dal Corridoio 8, mentre i presidenti dei parlamenti dovrebbero rivolgersi alla Commissione Europea ed al suo presidente perchè a questo progetto venga data assoluta priorità alla concessione di fondi e finanzimenti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725