Giovedì 18 Agosto 2022 | 06:07

In Puglia e Basilicata

Il video

Il Brindisino va a fuoco: in fiamme boschi e ulivi, in azione il canadair

Giornata campale per i vigili del fuoco del comando proviciale di Brindisi. Vasti incendio nei boschi Santa Teresa dei Lucci e sulla Mesagne-San Pietro Vernotico

29 Giugno 2022

Redazione online

BRINDISI - Boschi e ulivi vanno a fuoco per il troppo caldo: le fiamme hanno colpito due zone distinte del Brindisino. Il primo incendio si è verificato sulla Mesagne San Pietro Vernotico dove sono andati distrutti una decina di ettari tra vigneti, alberi di ulivi abbandonati e ristoccia, il pericolo del fumo sulla strada incombe e i vigili del fuoco stanno operando per mettere in sicurezza la zona.

Tutte le squadre dei vigili del fuoco del comando provinciale di Brindisi e dei distaccamenti di Ostuni e Francavilla Fontana sono impegnate senza sosta fin dalle prime luci di oggi (mercoledì 29 giugno). La sala operativa è subissata da richieste di intervento tramite il numero di emergenza 115.

Un altro incendio si è creato fra Tuturano e Mesagne, dove le fiamme stanno assediando i boschi di Santa Teresa e dei Lucci, tanto da rendere necessario l'arrivo di un canadair. Si tratta di “relitti boschivi della più orientale stazione europea e mediterranea della Quercia da sughero – si legge sul sito della Provincia di Brindisi - con sottobosco a macchia mediterranea, caratterizzato dalla presenza di erica arborea e del corbezzolo, accanto alle specie botaniche più diffuse quali il Lentisco, Mirto, Caprifoglio, Cisto”. Il danno ambientale, quindi, potrebbe essere rilevante. Un fronte significativo si è aperto anche a Torre San Gennaro, marina di Torchiarolo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725