Sabato 25 Giugno 2022 | 15:27

In Puglia e Basilicata

Nel Barese

Monopoli, recuperata la speleologa infortunata nella grotta, i soccorsi erano in azione da ieri sera

Al lavoro per ore per riportare in superficie la donna che si è fratturata un braccio

20 Giugno 2022

È stata recuperata la speleologa infortunatasi ieri nella grotta Rotolo nel territorio di Monopoli, nel Barese. Lo rende noto il Soccorso alpino e speleologico Puglia. «I tecnici dopo aver operato ininterrottamente dalla serata di ieri, hanno consegnato - è scritto nel comunicato - Emanuela alle cure dei 118».

E’ stata accolta da un applauso la speleologa 41enne che poco fa è uscita dal buco di apertura della grotta, recuperata dagli esperti speleologi giunti già ieri sera da tre regioni, Puglia, Basilicata e Campania. La donna era imbracata ma non in barella, con il braccio ferito fasciato e appariva in buone condizioni. «È stata una grande emozione - commenta il presidente Gianni Grassi - vederla riemergere dalle viscere della terra dopo 26 ore lunghe e durissime per i 40 tra sanitari e i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico che hanno dato tutto per questo straordinario risultato».

La 41enne caduta e ferita a 120 metri di profondità nella grotta Rotolo a Monopoli (Bari) è stata salvata da più di 40 tra tecnici, medici e operatori sanitari del Soccorso alpino e speleologico provenienti da Puglia, Basilicata e Campania. La donna, a quanto si apprende, è in buone condizioni di salute: si è fratturata un braccio nella caduta, e dalla mezzanotte, su una barella, hanno iniziato il percorso di risalita lungo circa 700 metri.

La speleologa era scesa in grotta all’alba di ieri con un gruppo di dieci persone per una attività di pre-esplorazione e per il trasporto di materiale e attrezzatura, tra cui bombole di ossigeno, in previsione di una futura esplorazione speleosubacquea nella falda sottostante. «Si tratta della grotta più profonda dalla Puglia - spiega il presidente regionale del Soccorso alpino e speleologico, Gianni Grassi - e il gruppo aveva circa 700 metri fatti di molti passaggi stretti e tortuosi». Il punto dove la 41enne si è ferita, intorno alle 18 di ieri quando poi sono stati allertati i soccorsi, «si trovava a una profondità di 120 metri - spiega - e la risalita in barella è particolarmente difficile».

Video Facebook "Soccorso Alpino e Speleologico - Puglia"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -

BAT

 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725