Venerdì 20 Maggio 2022 | 00:05

In Puglia e Basilicata

La statistica

Giornata nazionale contro la pedopornografia: nei primi 3 mesi del 2022 arresti aumentati del 50% rispetto al 2021

Nel 2021 è aumentato del 38% il numero dei bimbi sotto i 13 anni coinvolti in casi di pedopornografia e adescamento

05 Maggio 2022

Redazione online

Nel primo trimestre del 2022 cresce del 50% il numero degli arrestati rispetto al 2021. Sono i dati forniti dalla Polizia Postale, in occasione della Giornata nazionale contro la pedofilia. Nel 2021 è aumentato del 38% il numero dei bimbi sotto i 13 anni coinvolti in casi di pedopornografia e adescamento. Nello stesso anno sono stati 5.613 i casi trattati dal Centro Nazionale per il Contrasto alla pedopornografia online della Polizia Postale, con un incremento rispetto al 2020 (3.243). Cresce anche il numero degli indagati per reati di pedopornografia e adescamento: nel 2021 sono stati 1.282 con un aumento dell’8% rispetto al 2020.

«Quanto accaduto negli ultimi due anni per l’emergenza pandemica, ha accelerato i processi di avvicinamento tra bambini e internet, ha intensificato il rapporto di reciproca attrazione che già esisteva tra adolescenza e servizi di rete sociale online ed ha influenzato le abitudini quotidiane di ognuno di noi, imponendo una relazione sempre più stretta con il mondo virtuale, mostrando però altrettanto velocemente il suo lato oscuro». Così il direttore della Polizia Postale e delle Comunicazioni, Ivano Gabrielli.

«È purtroppo triste - prosegue Gabrielli - la constatazione che, nell’ultimo anno, sempre più spesso l’analisi delle immagini pedopornografiche e le attività investigative svolte su tutto il territorio nazionale, con il coordinamento del Centro Nazionale per il Contrasto alla pedopornografia online, consentano di salvare piccole vittime, oggetto di abusi sessuali reali perpetrati da soggetti che appartengono alla loro cerchia di fiducia. La complessità di questa minaccia impone continui sforzi di adeguamento e una sinergia costante, sia con i collaterali organismi esteri di polizia che con il mondo dell’associazionismo attivo per la tutela dei minori, in un’ottica di sistema in cui la prevenzione integra l’opera repressiva che con grande assiduità e impegno gli operatori della Polizia Postale e delle Comunicazioni portano avanti ogni giorno».

Congresso Nazionale SIMLA 26-28 maggio

“È fondamentale la presenza di un team multidisciplinare a livello ospedaliero che possa agire con la dovuta cautela e con le migliori competenze per riconoscere abusi o maltrattamenti nei minori ed eventualmente per procedere con tempestività nella segnalazione all’autorità giudiziaria”. La riflessione del professore Biagio Solarino, associato di medicina legale all’Università “Aldo Moro” di Bari, esprime il ruolo centrale dei medici legali nel contrasto al fenomeno dell’abuso sui minori proprio in relazione alla giornata nazionale contro la pedofilia e la pedopornografia che si tiene il 5 maggio. Nell’ottica di formare e informare medici e addetti ai lavori, la Società Italiana di Medicina Legale e delle Assicurazioni (SIMLA), nell’ambito dei lavori del 45° Congresso Nazionale, che si terrà a Bari, dal 26 al 28 maggio, presieduto dal professore Francesco Introna, presidente SIMLA, ha programmato un workshop dal titolo “Child abuse: dal pronto soccorso alle aule di giustizia” che sarà tenuto dal professore Biagio Solarino e dalla dottoressa Simona Filoni, Procuratore Capo della Repubblica, Tribunale per i minorenni - Lecce. “Il nostro Congresso, dal titolo ‘La medicina legale tra diritto e diritti’ - spiega il professore Francesco Introna, ordinario di Medicina Legale dell’Università “Aldo Moro" di Bari - è fortemente calato nella realtà attuale. Parleremo di responsabilità sanitaria, valutazione della sofferenza, impegno negli scenari di guerra e disastri, covid, fragilità psichiche, intelligenza artificiale, donne vittime di violenza, fine vita e trauma complicato. Ampio spazio, inoltre, sarà dato alle nuove frontiere della medicina legale”. Il workshop vuole fare luce su un tema particolarmente attuale e delicato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725