Martedì 23 Ottobre 2018 | 00:25

NEWS DALLA SEZIONE

I 'Dark Polo Gang' alla presentazione dei live di X Factor

I 'Dark Polo Gang' alla presentazione dei live di X Fac...

 
Barche da pesca nel Bosforo a Istanbul riprese da un drone

Barche da pesca nel Bosforo a Istanbul riprese da un dr...

 
Siccità Germania, a Duisburg livello del Reno scende a 155cm

Siccità Germania, a Duisburg livello del Reno scende a ...

 
Il vicepremier Di Maio assediato dai cronisti fuori p.Chigi

Il vicepremier Di Maio assediato dai cronisti fuori p.C...

 
Angela Merkel a una manifestazione elettorale a Kassel

Angela Merkel a una manifestazione elettorale a Kassel

 
'Airport Opera Live', lirica allo scalo romano di Fiumicino

'Airport Opera Live', lirica allo scalo romano di Fiumi...

 
Prima neve in Abruzzo,caduti tra i 10 e i 20 centimetri

Prima neve in Abruzzo,caduti tra i 10 e i 20 centimetri

 
Un artigiano in Pakistan, richiesta mondiale tappeti è forte

Un artigiano in Pakistan, richiesta mondiale tappeti è ...

 
Aborto: manifestanti in Campidoglio,"difendiamo la 194"

Aborto: manifestanti in Campidoglio,"difendiamo la 194"

 
ROMA
La Toya Jackson,al via tournee tedesca in ricordo di Michael

La Toya Jackson,al via tournee tedesca in ricordo di Mi...

 
ROMA
Fedez alla presentazione dei live per nuova stagione XFactor

Fedez alla presentazione dei live per nuova stagione XF...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Intercettazioni

Blitz a Taranto, le intercettazioni: «Te lo vuoi fare il dottore?»

Quattro persone arrestate dalla Polizia e una sottoposta agli obblighi di dimora a Taranto nell'ambito di una indagine della Polizia che ha portato all'emissione di cinque misure restrittive da parte del gip del tribunale di Taranto, Giuseppe Tommaso, su richiesta del sostituto Enrico rischi per detenzione e porto in luogo pubblico di armi, nonché detenzione e spaccio di stupefacenti (cocaina, hashish e marijuana). Tre le misure della custodia in carcere, una ai domiciliari e una quinta sottoposta all'obbligo di dimora. IN base alle indagini svolte dagli investigatori della Squadra mobile della Questura di Taranto, gli arrestati progettavano una rapina nei confronti di un ufficiale medico. 

Le indagini sono iniziate un anno fa dopo l'esplosione di alcuni colpi di arma da fuoco contro la porta di uno studio professionale in via Duca degli Abruzzi. Grazie ai filmati della videosorveglianza si è risaliti all'auto utilizzata dai presunti autori del fatto: da lì quindi sono iniziate le attività di investigazione della Polizia che hanno svelato l'esistenza di una banda dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti. Il gruppo avrebbe accumulato un debito con un fornitore della droga quantificato in circa 25mila euro - dato che emerge dalle intercettazioni telefoniche - inducendo la banda a dedicarsi alle rapine per saldare il sospeso. Tra i colpi in cantiere, quello ai danni di un ufficiale medico.

Nonostante le precauzioni che lo stesso raccomandava di adottare ai suoi interlocutori (es. comunicare tramite WhatsApp per evitare intercettazioni), diversi sono stati i contenuti che hanno consentito di acquisire eccellenti risultati investigativi (questo nonostante i soggetti facessero ricorso a termini criptici per indicare la sostanza stupefacente o il corrispettivo in denaro: "una ruota", "...una ruota e mezza", "vurpo/polipo", “il biscotto", "il marroncino", “Tamaro", “l’amaro”, "l’erba" e "la verde", “birra”, “CD”, “coca-cola”). Fra i soggetti acquirenti della droga anche un militare della marina, cui era stato consigliato di desistere dall'uso di marijuana perché occorrevano una "ventina di giorni per smaltirla", col rischio del licenziamento, laddove un minor tempo di smaltimento avrebbe richiesto la cocaina.

Gli arrestati sono Tommaso Pulpo, 34 ani, Vito Rizzo, 25 e Pierino Tradiota, 73.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400