L'evento

Taranto, Ego Festival apre al pubblico

Da oggi degustazioni, forum con amministratori e imprenditori. Sabato ci sarà il «Cozza in the city»

22 Settembre 2022

Redazione online (Video Todaro)

TARANTO - Parte oggi Ego Festival, l’evento enogastronomico dedicato alla formazione professionale apre al grande pubblico. Due gli appuntamenti importanti a Taranto dedicati ai ristoratori, agli studenti, agli appassionati.

Nelle eleganti sale del Relais Histò, dopo l’apertura dei lavori prevista alle 10 sul tema «Viaggiare in Puglia: itinerari e nuovi linguaggi», alla presenza di Gianfranco Lopane, assessore al Turismo della Regione Puglia, Rinaldo Melucci, sindaco di Taranto, Sergio Prete - Presidente Autorità Portuale, Angelo Mellone - Vicedirettore RAI 1, Marzia Varvaglione - Marketing manager Azienda Varvaglione1921 e Leo Piccinno - Presidente del Distretto Agroalimentare di Qualità Jonico-Salentino, si darà il via alla serie di cooking class in cui gli chef stranieri daranno la loro interpretazione delle materie prime pugliesi scoperte nel viaggio attraverso i quattro itinerari del gusto. La contaminazione tra culture diverse, la scoperta di gusti e storie così distanti, daranno vita a uno storytelling nuovo e diverso della Puglia enogastronomica e dei suoi prodotti enogastronomici. L’ingresso è gratuito.
Sabato 24 settembre sarà celebrata la regina indiscussa di Taranto, la cozza nera che quest’anno è diventata presidio Slow Food. Il taglio Pop di Ego Festival sarà legato alla prima edizione di “Cozza in the City”, la celebrazione della cozza tarantina.

Sulla rotonda della Capannina della Villa Peripato, dalle ore 20 ci saranno 10 postazioni con altrettanti cuochi pugliesi che daranno la loro interpretazione della cozza nera di Taranto. Dieci ricette, dieci esperienze gastronomiche.
Una serata all’insegna del gusto, che prevede degustazioni, musica, intrattenimento con la Banda Risciò che regalerà uno spettacolo ai tarantini. Protagonisti dunque gli stand dei cuochi e gli stand delle cantine vinicole e aziende olearie rigorosamente pugliesi individuate dal progetto Radici Virtuose, il programma di promozione finanziato dal Mipaaf, volto al rilancio dei prodotti e del paesaggio jonico salentino. Il progetto vede coinvolti il Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria, il Consorzio di Tutela dei Vini Doc Brindisi e Squinzano, il Consorzio del Salice Salentino Doc, il Consorzio dell’Olio di Puglia Igp e il DAJS - Distretto Agroalimentare di qualità Jonico Salentino. L’ingresso gratuito e la consumazione facoltativa. Una vera festa in cui tutti potranno vivere la magia dei trampolieri e degli artisti di strada al ritmo della musica della Banda Risciò che arriva a Taranto con tutti i suoi artisti.

Presieduta da Margo Schachter di La Cucina Italiana e Vanity Fair, la giuria è composta da Luciano Pignataro fondatore dell’omonimo blog e capo della pagina del gusto de Il Mattino di Napoli, Camilla Rocca per Sale e Pepe, Carolina Pozzi per Food & Wine, Danilo Giaffreda La Guida dell’Espresso, Mara Battista per Pugliosità, Sandro Romano Italia a Tavola.
Il progetto è realizzato grazie all’intervento di partner istituzionali quali Regione Puglia, i comuni di Taranto, Martina Franca e Laterza, Programma Sviluppo, Autorità Portuale di Taranto, e grazie all’intervento di partner privati quali l’azienda vinicola Varvaglione1921 e Radici Virtuose, Ferrarelle, Roboqbo, Longino& Cardenal, la Bcc di San Marzano di San Giuseppe, Ninfole1921, Bertos Cucine partner dei più grandi cuochi. La Gazzetta del Mezzogiorno è media partner.

L'intervista di Mimmo Mazza a Pietro Spagnoletti, direttore consorzio per la tutela e la valorizzazione dell'Olio di Puglia Igp

L'intervista di Maristella Massari a Clemente Zecca, consigliere del consorzio di tutela dei vini DOP di Salice Salentino

Le parole di Angelo Maci, presidente del consorzio per la tutela dei vini DOP Brindisi

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Marchio e contenuto di questo sito sono di interesse storico ai sensi del D. Lgs 42/2004 (decreto Soprintendenza archivistica e Bibliografica Puglia 18 settembre 2020)
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725 (Privacy Policy - Cookie Policy)