Giovedì 17 Gennaio 2019 | 01:41

la rapina il 23 marzo

Taranto, preso rapinatore
fruttivendolo a tempo perso

Sabato scorso i Falchi della Squadra Mobile di Taranto hanno tratto in arresto il 32enne Antonio Vapore, di professione fruttivendolo, pregiudicato e sorvegliato speciale, ritenuto l’autore di una rapina perpetrata il giorno prima presso un esercizio commerciale di Taranto. L’indagine è partita subito dopo la segnalazione del fatto da parte delle vittime.

Il 23 marzo un giovane travisato da un cappuccio azzurro e una sciarpa multicolore, si era introdotto all’interno dell’esercizio commerciale e, armato di coltello, aveva prelevato con violenza l’intero registratore di cassa con denaro contante, allontanandosi precipitosamente. Dalla visione delle registrazioni di varie telecamere di sorveglianza presenti in zona, gli operatori della Polizia di Stato hanno acquisito elementi molto importanti per le indagini in maniera più circoscritta, a cominciare dagli elementi caratterizzanti il furgone bianco utilizzato per fuggire.
Il furgone è stato ritrovato dopo poco, all'interno cassette di frutta e un contenitore di plastica successivamente riconosciuto dalla vittima della rapina come quello in cui, all’interno del registratore di cassa, egli riponeva i contanti.

È stato breve rintracciare il sospettato che messo alle strette ha confessato, consegnando 55 dei 385 euro rubati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400