Martedì 28 Giugno 2022 | 05:40

In Puglia e Basilicata

Il video

La festa di Sant'Antonio a Bari: tra devozione e tradizione

I festeggiamenti sono iniziati già dai primi giorni di giugno con una serie di eventi dedicati alle famiglie, ai bambini e agli anziani

14 Giugno 2022

Annadelia Turi (Video Donato Fasano)

BARI - Una preghiera ai piedi della statua addobbata di fiori. Sul sagrato del santuario i fedeli sollevano le buste piene di pane per la tradizionale benedizione. Quintali di panini benedetti: molti donati a parenti e amici e tanti altri lasciati in chiesa per i bisognosi. Dinanzi alla grande statua, all’interno della chiesa, centinaia di devoti omaggiano il santo depositando ai suoi piedi un giglio bianco. È il simbolo della purezza e della lotta contro il male. Bari e il culto dedicato a sant’Antonio. I festeggiamenti sono iniziati già dai primi giorni di giugno con una serie di eventi dedicati alle famiglie, ai bambini e agli anziani. Ieri la giornata clou con una serie di celebrazioni religiose e il tradizionale via vai di fedeli che rendono omaggio al santo. “Oggi è un giorno davvero di gioia – spiega Andrea Paparella, presidente Arciconfraternita Maria Santissima della Pietà e di sant’Antonio - c’è gioia soprattutto nei fedeli che aspettavano da tempo questo giorno.

E’ un momento di festa ma soprattutto di preghiera. Bari è molto legata a sant’Antonio e non solo la città. Sono arrivati tantissimi fedeli anche dalla provincia. Abbiamo distribuito oltre 3000 pezzi di pane per rievocare uno dei più noti miracoli compiuti da sant’Antonio legato proprio al pane, al ritorno in vita di un bambino e alla devozione dei genitori che decisero di donare ai poveri tanto pane quanto il peso del bambino miracolato”. Una festa fatta soprattutto di preghiera. “In questa giornata – spiega Fra Francesco Tritto, sacerdote - questa piazza assume un carattere tutto particolare perché la città intera si riversa qui per la devozione a sant’Antonio. Dalle 5,30 orario di apertura del santuario c’era già gente che attendeva l’apertura della chiesa. Quest’anno dopo la pandemia questa festa ha un volto nuovo, fresco e torna a brillare. Tanti sono stati gli appuntamenti per i bambini, adulti, anziani e famiglie e tanta gente è venuta a fare visita al santo. A Bari non c’è solo il culto di san Nicola. Per sant’Antonio la gente viene per atti di devozione. Molti fedeli vengono qui con le lacrime agli occhi proprio a chiedere a sant’Antonio quelle grazie che sperano nel cuore di ottenere. E vengono qui anche per rendere grazie per i tanti miracoli ricevuti”. Tra i fedeli, tanti quelli che hanno distribuito il pane come vuole la tradizione.
“Abbiamo fatto benedire il pane – spiega Lucia Ferroreis - e con mia madre distribuiamo 13 pezzi a coloro che vorranno prenderlo, come vuole la tradizione, in particolare ai bambini. Lo facciamo da tanti anni, da quando io ero piccola. Mia madre fa fatica a camminare ma ha voluto farlo ugualmente perché è particolarmente devota a sant’Antonio. L’abbiamo fatto anche l’anno scorso, in piena pandemia, con tutte le precauzioni proprio perché i miei genitori non hanno voluto rinunciare alla tradizione ma soprattutto ad un gesto di profondo ringraziamento al santo”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725