Sabato 18 Gennaio 2020 | 03:41

NEWS DALLA SEZIONE

la procura
Bari, chiesto processo per ex giudice Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

Bari, chiesto processo per Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

 
nel Barese
Toritto, auto del sindaco bruciata nella notte: indagano i cc

Toritto, auto del sindaco bruciata nella notte: indagano i cc

 
l'iniziativa
Bari, la domenica a S.Croce una messa in inglese dedicata agli stranieri

Bari, la domenica a S.Croce una messa in inglese dedicata agli stranieri

 
il caso
Polignano: «A Grotta Palazzese via scala e canna fumaria», il gestore: «Tutto regolare»

Polignano: «A Grotta Palazzese via scala e canna fumaria». Il gestore: «Tutto regolare»

 
L’operazione
Traffico droga, sgominata associazione italo-albanese: arresti e perquisizioni anche a Bari

Traffico droga da Albania e Olanda in Puglia: 22 arresti VD

 
L'evento
Shoah, il Treno della Memoria parte domani da Rutigliano

Shoah, il Treno della Memoria parte domani da Rutigliano

 
Violenza in famiglia
Bari, picchia la moglie con calci e bastoni: condannato 39enne

Bari, picchia la moglie con calci e bastoni: condannato 39enne

 
L'opera satirica
Salvini è «Il mago del piffero»: il fischietto vincitore del concorso di Rutigliano

Salvini è «Il mago del piffero»: il fischietto vincitore del concorso di Rutigliano

 
Il ritrovamento
Bari, sul fondo del mare spunta una bici: è mistero

Bari, sul fondo del mare spunta una bici: è mistero

 
Il caso
Influenza, primo caso grave in Puglia: 12enne ricoverato

Influenza, primo caso grave in Puglia: 12enne ricoverato

 
al Galleria
«Hammamet», il regista Gianni Amelio incontra il pubblico a Bari

«Hammamet», il regista Gianni Amelio incontra il pubblico a Bari

 

Il Biancorosso

mercato
Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiLa tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
TarantoA Taranto
«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

 
PotenzaLa relazione Dia
In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

 
Leccenel Leccese
Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

 
Barila procura
Bari, chiesto processo per ex giudice Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

Bari, chiesto processo per Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

 
Batnel nordbarese
Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare Silvestris: si indaga

Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare: si indaga

 
MateraIl caso
Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

 

i più letti

Città della cultura

Bari, a dicembre riaprono Piccinni, Santa Scolastica e l'ex Mercato del pesce

Il sindaco: adesso la sfida è riempire i contenitori di contenuti

BARI - Decaro sogna la tripletta di San Nicola. Nessun riferimento calcistico o a qualche gioco legato alla fortuna, il sindaco del capoluogo in occasione della ricorrenza del 6 dicembre vorrebbe iniziare ad aprire alla città tre luoghi simbolo della cultura e della storia cittadina oggetto di lavori di recupero e riqualificazione: si tratta del teatro Piccinni (inaugurazione il 5 sera), del piano terra dell’ex Mercato del pesce in piazza del Ferrarese e del polo museale di Santa Scolastica.

È lo stesso primo cittadino a rivelare il suo personale desiderio proprio durante il sopralluogo effettuato ieri all’interno del compendio museale di Santa Scolastica. «Entro la fine di dicembre la città potrà così contare su nuovi spazi dedicati alla cultura e alla nostra comune identità - sostiene Antonio Decaro -: con la riapertura del Teatro Piccinni, del piano terra dell’ex Mercato del pesce e del piano terra e primo piano del Museo archeologico di Santa Scolastica, continuiamo a lavorare senza sosta per ampliare e completare l’offerta di contenitori e contenuti culturali a beneficio di cittadini e visitatori».
La visita è servito a monitorare lo stato dei lavori, ormai in fase di ultimazione, che hanno interessato ulteriori spazi, oltre a quelli del bastione, destinati al Museo Archeologico da restituire alla fruizione pubblica. Insieme al direttore dei lavori, Francesco Longobardi del Segretariato regionale dei Beni culturali, e alla responsabile per lo stesso ente del settore Archeologico, Maria Rosaria De Palo, il sindaco, accompagnato dalla consigliera metropolitana Francesca Pietroforte e da Maria Grazia Magenta, direttrice dei Beni culturali della Città metropolitana, ha visitato gli spazi dove saranno esposti pezzi e collezioni di pregio del patrimonio archeologico della Città metropolitana.

Il polo museale La sala più grande situata al piano terra sarà dedicata al rapporto tra la popolazione locale e i greci e ospiterà grandi vasi e reperti in stile attico provenienti da alcuni dei siti archeologici più importanti della Puglia. Una seconda sala poi, sempre al piano terra, sarà dedicata alla collezione Polese, acquisita dalla ex Provincia negli anni ‘20, che comprende ceramiche locali e di importazione, bronzi, terrecotte, vetri e monili di squisita fattura.
Al primo piano saranno ospitate invece la sezione «preistoria e protostoria in Terra di Bari», con materiali e ritrovamenti da abitati e contesti funerari pugliesi, la sezione dedicata alle età del bronzo e del ferro e quella dei Peuceti, che esporrà, tra gli altri, il famoso corredo funebre del guerriero di Noicattaro.
«Ho voluto verificare personalmente lo stato di avanzamento dei lavori, che entro la fine dell’anno ci consegneranno nuovi spazi espositivi nell’imponente complesso monumentale di Santa Scolastica - commenta ancora il sindaco -. Sarà uno dei luoghi più belli e suggestivi della città. Infatti, oltre al bastione aragonese, nell’ex convento si potranno ammirare, avendo sullo sfondo il mare, pezzi straordinari, di valore inestimabile, del nostro patrimonio archeologico».

Il teatro Il «nuovo» Piccinni è ormai pronto per il taglio del nastro in programma appunto il prossimo 5 dicembre, mancano solo poltroncine e gli ultimi arredi, mentre qualche giorno fa sono tornati a nuova vita i locali del sottotetto dello storico contenitore, finalmente recuperati e disponibili per l’organizzazione di eventi aperti alla città. Conclusi quindi gli infiniti lavori di ristrutturazione e ammodernamento - causa contenzioso e ritrovamenti archeologici - avviati nel 2011 per rimettere in sesto il più antico teatro del capoluogo con i suoi 775 posti.

Arte contemporanea Procedono speditamente i lavori all’ex Mercato del Pesce, che completeranno l’intervento complessivo sui tre spazi del Polo delle arti contemporanee della città, assieme a teatro Margherita e spazio Murat. In particolare, sono prossimi alla consegna i locali del piano terra che riapparirà completamente rinnovato, con un pezzo di banchina dell’antico porto borbonico e la predisposizione di un numero di stalli destinati alle esposizioni. Non è detto che tutto possa essere ultimato per la fine dell’anno, anche se il sindaco ci spera.

La sfida «Dal 6 dicembre fino a fine anno mi auguro che sia un periodo frizzante, bello, per la nostra città, dedicato alla cultura con la riapertura del Piccinni, a partire dal 5 dicembre, poi ci sarà una mostra al teatro Margherita, il taglio del nastro al Museo archeologico e magari riusciamo a organizzare un evento al piano terra dell’ex Mercato del pesce. L’ulteriore, futura, sfida, sarà di riempire di contenuti tutti questi contenitori dedicati alla cultura, per i baresi e per i tanti turisti che giungono in città», conclude Decaro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie