Lunedì 27 Giugno 2022 | 19:31

In Puglia e Basilicata

Musica

«Tra di noi», il nuovo singolo del rapper poliziotto Revman è un inno all'uguaglianza

Volutamente pubblicato il 17 Maggio, Giornata internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia: un emozionante viaggio nel metaverso per scardinare pregiudizi e vessazioni nella realtà che ci circonda

17 Maggio 2022

Redazione online

Oggi, 17 maggio, è la Giornata internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia, e volutamente esce in questo giorno 'Tra di noi', nuovo singolo di Revman, rapper poliziotto che con questo nuovo progetto ci porta in un emozionante viaggio nel metaverso per scardinare pregiudizi e vessazioni nella realtà che ci circonda.

Significativi i luoghi scelti per questo progetto, le strade Liberty di Londra e il simbolico arco della Pace di Milano, quest’ultimo primo monumento al mondo a entrare nel metaverso e ormai famoso punto di incontro anti-guerra. Nel videoclip - due ragazzi con indosso le bandiere delle due nazioni attualmente coinvolte nel conflitto si abbracciano - uniti in un gesto d’amore per promuovere la pace.

A dare valore al progetto, le diverse comparse che hanno offerto il loro contributo: un ragazzo ucraino, una ragazza russa, e un ragazzo omosessuale, uniti insieme al rapper poliziotto per promuovere l'inclusione. Un insieme di elementi che richiamano argomenti d’attualità e di profonda riflessione, pubblicati proprio oggi, nell’importante giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia istituita nel 2007 dall’Unione europea per condannare le discriminazioni che ancora molte persone subiscono per il loro orientamento sessuale. Da tempo, infatti, l’amore libero subisce violenze e persecuzioni – soprattutto in paesi come la Russia – dove è vietato anche soltanto esporre una bandiera con i colori dell’arcobaleno.

In un mondo in cui esistono ancora atteggiamenti di odio e discriminazione verso le persone LGBTQ+, è sempre più importante essere in grado di prendere una posizione per la difesa del diritto, per tutti, di amare.

«Siamo note mai prodotte, testi mai scritti»; «Anime libere che vagano da sole», parole che accarezzano l’anima e, al contempo, fungono da monito all’azione - «personaggi ribelli che non sanno stare zitti» -, per essere susseguite dall’impegno, saldo e costante, di non voltare le spalle dinanzi all’ingiustizia - «chi possiede un ideale non si piega» -, perché per porre fine a tutto ciò che ci lascia attoniti e increduli, non servono futili e vacue lamentele, bensì, il coraggio di far sentire la propria voce, in prima linea - «soli contro il mondo per cercare di cambiarlo, nessuno fa niente, qualcuno dovrà farlo» -, scardinando intolleranza e fanatismo con l’operato del cuore - «ogni convinzione cade osservando miracoli in giro per le strade» -, come lo stesso Revman dichiara:

«Tutt’oggi, nel 2022, l’amore libero continua a subire violenze e persecuzioni, soprattutto in alcuni Paesi, come la Russia, in cui è vietato anche soltanto esporre una bandiera con i colori dell’arcobaleno. In un mondo in cui sussistono atteggiamenti di questo tipo, di odio e discriminazione verso le persone LGBTQ+, è sempre più importante prendere una posizione per la difesa del diritto, di tutti, di amare».

Sebastiano Vitale, in arte Revman, è un rapper e cantautore italiano nato a Palermo il 09 Aprile 1990. Agente Scelto della Polizia di Stato presso la Questura di Milano, segue le orme del padre Salvatore (impegnato nei servizi di scorta a Palermo e balzato agli oneri delle cronache nel 2016, per aver soccorso in piena notte, mentre si trovava in aggregazione all’ispettorato Vaticano, una donna che stava partorendo in Piazza San Pietro a Roma), abbracciando la sua vocazione per il senso di Stato, il sentimento di giustizia e lo spirito di servizio verso la collettività. Nel tempo libero, svestita la divisa, Sebastiano indossa i panni di Revman, componendo e interpretando brani dall’importante accezione universale, release che sfiorano e avvalorano i temi dell’amore, dell’inclusione e della condivisione, testimoniando ogni giorno, con il magico intreccio tra la passione per il suo lavoro e per il suo hobby, la concreta possibilità di coniugare e far coincidere più aspetti della vita. Da “MCLM” (Musica Contro Le Mafie) a “Riduci la velocità”, passando per “Questo non è Amore”, “Il Pianeta di Plastica” e “San Michele Poliziotto” (brano con cui partecipa a Sanremo Giovani) – tutti inseriti nel fortunatissimo e apprezzatissimo album d’esordio “Attraverso Me” -, i singoli di Revman sono lo specchio di una società che, con l’impegno e la dedizione individuale, può trasformarsi da ideale a concreta, senza l’ombra del pregiudizio e dell’emarginazione. Nel 2022, dopo aver pubblicato altri inediti dall’intensa levatura emozionale, approda sulle piattaforme digitali “Tra Di Noi”, un tappeto di note ed anima che riconferma l’urgenza espressiva di Revman, artista che, attraverso il l’immediatezza e la fluidità del linguaggio rap, infonde messaggi di speranza e inclusione, parlando ad un pubblico eterogeneo e coinvolgendo in maniera diretta i giovani di oggi, che saranno gli adulti di domani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725