Domenica 07 Marzo 2021 | 01:41

NEWS DALLA SEZIONE

L'intervista
Il pugliese Gio Evan a Sanremo 2021: «La musica ha un potere terapeutico»

Il pugliese Gio Evan a Sanremo 2021: «La musica ha un potere terapeutico»

 
L'intervista
Sanremo 2021, Arisa: «Porto sul palco anche il legame con la mia Basilicata»

Sanremo 2021, Arisa: «Porto sul palco anche il legame con la mia Basilicata»

 
Musica
«L'eco dei tuoi no», Reverendo insieme a Claver Gold per il remix prodotto da Gian Flores

«L'eco dei tuoi no», Reverendo insieme a Claver Gold per il remix prodotto da Gian Flores

 
Nuove uscite
«Dove sei», il ritmo dancehall del brindisino Plata su una produzione che profuma di Salento

«Dove sei», il ritmo dancehall del brindisino Plata su una produzione che profuma di Salento

 
L'intervista
Gaudiano da Foggia a Sanremo: «Le prove all'Ariston emozionanti, finalmente di nuovo su un palco»

Gaudiano da Foggia a Sanremo: «Le prove all'Ariston emozionanti, finalmente di nuovo su un palco»

 
Musica
«Tribù urbana», nuovo disco per Ermal Meta: «Nasce per essere cantato a squarciagola sotto il palco»

«Tribù urbana», nuovo disco per Ermal Meta: «Nasce per essere cantato a squarciagola sotto il palco»

 
fuori il 26 marzo
«Parasite», gli Shakalab tornano in feat con i salentini Sud Sound System e Inoki

«Parasite», gli Shakalab tornano in feat con i salentini Sud Sound System e Inoki

 
Nuove uscite
Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

 
Musica
«on fiVe», il disco tra prog e jazz di Leonardo De Lorenzo realizzato dal vivo, col pubblico in studio

«on fiVe», il disco tra prog e jazz di Leonardo De Lorenzo realizzato dal vivo, col pubblico in studio

 
In uscita
«Notoriedad», il duo Bautista, con un pizzico di Puglia, canta gioie e dolori della fama

«Notoriedad», il duo Bautista, con un pizzico di Puglia, canta gioie e dolori della fama

 
Ha radici molfettesi
«Niente da dire», viaggio nel mondo visionario di Lemuri sull'incomunicabilità della vita

«Niente da dire», viaggio nel mondo di Lemuri Il Visionario sull'incomunicabilità della vita

 

Il Biancorosso

Serie C
Alla vigilia di bari-Potenza, mister Carrera: «Non sottovaluto i lucani»

Alla vigilia di Bari-Potenza, mister Carrera: «Non sottovaluto i lucani»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Bari, bimbo di 18 mesi muore investito dall'auto del padre durante manovra

Bari, bimbo di 18 mesi muore investito dall'auto del padre durante manovra

 
Battutela ambiente
Bisceglie, opere abusive in due nuovi stabilimenti balneari: sequestrata area di 3mila mq

Bisceglie, opere abusive in due nuovi lidi: sequestrata area di 3mila mq

 
GdM.TVTragedia sfiorata
Potenza, terreno frana sulla Sp 32 riaperta da pochi giorni: disagi per gli automobilisti

Potenza, terreno frana sulla Sp 32 riaperta da pochi giorni: disagi per gli automobilisti

 
Foggianel foggiano
Coronavirus, assembramenti sul Gargano: multati 28 giovani

Coronavirus, assembramenti sul Gargano: multati 28 giovani

 
LecceDia
Lecce, droga dall'Albania da spacciare in tutta Italia: sequestrati beni per 900mila euro e 50kg di sostanze

Lecce, droga dall'Albania da spacciare in tutta Italia: sequestrati beni per 900mila euro e 50kg di sostanze

 
TarantoLa storia
Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

 
Brindisiil blitz
Brindisi, riciclaggio e appropriazione indebita: 10 arresti all'alba

Ostuni, scacco a clan per riciclaggio e appropriazione indebita: 9 ordinanze Vd

 
MateraIl caso
Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

 

i più letti

Musica

Citando Godard i «2eleMenti» suonano il loro originale fantasy pop

E il videcolip «Alfavil» porta la firma del regista Albano

Sarebbe riduttivo definirlo un duo musicale tout court. Ma restano, comunque, due elementi. Anzi, 2eleMenti, come si presentano giocando anche graficamente con il nome per sottolineare che, in fondo, sono una coppia di belle teste pensanti. Sono Vito Coviello, di 32 anni, e Vito Santamato, che ne ha 29, eclettici musicisti, compositori e produttori lucanissimi: sono entrambi di Lagopesole. Sono, poi, soprattutto sperimentatori, concependo la musica non solo in quanto arte dei suoni, ma spingendosi oltre il pentagramma e “coinvolgendo” anche la letteratura, il cinema e le arti figurative. Ma che genere di musica fanno? È uno stile sui generis: il fantasy pop. «Veramente, noi preferiremmo “fantasi”, più “italianizzato”, cioè senza la “y”», spiega Coviello, che dei due Vito è colui che si è laureato in Chitarra jazz al Conservatorio di Frosinone e in “Composizione e Orchestrazione applicata alle immagini” in quello di Matera. L’altro, cioè Santamato, a sua volta, ha studiato Basso jazz nel capoluogo ciociaro.


Come “2eleMenti”, poi, non potevano che avere degli alias: sono, rispettivamente, Lord Cerino ed Elm. «Il nostro progetto artistico – riprende Coviello – è nato nel 2013 in una chiave transmediale, poiché dalla musica guardiamo l’arte nella sua totalità. E l’anno seguente abbiamo pubblicato il nostro concept album “Questioni”, contenente quattro brani, che era una riflessione sulle pulsioni della quotidianità». Un lavoro importante, considerando anche la partecipazione di ospiti quali «il chitarrista jazz fusion Umberto Fiorentino e il batterista Cristiano Micalizzi». Seguono altri lavori che incontrano il favore anche della critica più severa. Ai due “elementi” lucani, il talento non manca affatto e, fondando la etichetta discografica Flabber, producono anche altri talenti non solo di casa nostra.

Saltando a piè pari su una serie di loro lavori, quali le composizioni della trilogia “Fiabe dal Futuro”, arriviamo ai giorni nostri. Perché c’è la loro ultima realizzazione, il singolo Alfavil, che sta girando sui canali social e non solo anche per il videoclip che porta la firma di un altro talentuoso lucano, prestato però alla settimana Musa: il regista bernaldese Giuseppe Marco Albano.
«Alfavil è la nostra citazione, italianizzata, del film “Alphaville” diretto da Jean-Luc Godard – spiega Coviello/Lord Cerino –. È un nostro personale omaggio alla visione del regista. Abbiamo trovato, nella sua visione di una società distopica, dei parallelismi con quella nostra contemporanea, pur se la sua pellicola è del 1965. Noi siamo rimasti impressionati dal film, quando l’abbiamo visto». Così la musica si fonde con il testo: “Alfavil non è più un sogno complesso / ma la realtà nella quale sei immerso. / Un mondo di automi vestiti da umani / convinti che qui ci sia la libertà. / E tu tutto questo lo chiami progresso?”, cantano in passaggio. E la regia di Albano, completa e valorizza il tutto, con quel tocco di estro che caratterizza il cineasta lucano, tra ambientazioni tra il gotico e il surreale.

«Il video è stato realizzato a Bernalda, nella villa di Donato Coppola, di fianco al noto Palazzo Margherita – dice Coviello –. Le ambientazioni dovevano enfatizzare il lusso e l’opulenza, rappresentare una società ingorda e piena di contraddizioni e che però vive al di fuori delle proprie possibilità. Il cibo rappresenta l’ingozzarsi, e tante altre icone si sovrappongono fino a una sorta di saturazione dello spazio. Si dovrebbe provare un certo turbamento guardando il video e il regista ha estremizzato diversi aspetti».
Ci fermiamo qui. Al lettore sia sufficiente. Riteniamo, non mancheranno riconoscimenti per il lavoro in cui appaiono, quali attori Nando Irene, Tina Lomurno, Vincenzo Puntillo, Silvia Basile, Cinzia Clemente, Antonio Caddeo, Aris Volpe, Pietro Paradiso, Francesco Coppola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie