Martedì 07 Luglio 2020 | 19:04

NEWS DALLA SEZIONE

nuove uscite
«Last Goodbye»: il pugliese Stefano Cece reinterpreta il classico di Jeff Buckley

«Last Goodbye»: il pugliese Stefano Cece reinterpreta il classico di Jeff Buckley

 
Lutto
C’era una volta Ennio. Addio a un’icona del ‘900

C’era una volta Ennio Morricone. Addio a un’icona del ‘900

 
Musica
A Trani Larry Franco omaggia Santorsola

A Trani Larry Franco omaggia Santorsola

 
sinergie musicali
«Deja que llora», Bob Sinclair pubblica pezzo del duo barese Dual Beat

«Deja que llora», Bob Sinclar pubblica pezzo del duo barese Dual Beat

 
L'Intervista
Di Maglie: noi artisti non siamo delle cicale. Al lavoro per il suo nuovo disco

Di Maglie: noi artisti non siamo cicale. Al lavoro per il nuovo disco

 
Musica
Una chitarra pugliese per il Gispsy jazz

Una chitarra pugliese per il gipsy jazz: esce l'album di Pietro Lazazzara

 
nuove uscite
«Non ho lavato la macchina», l'esordio solista del salentino Manu Funk

«Non ho lavato la macchina», l'esordio solista del salentino Manu Funk

 
l'annuncio
Puglia Sounds Plus: 5 nuovi avvisi pubblici per sostenere il comparto musicale

Puglia Sounds Plus: 5 nuovi avvisi pubblici per sostenere il comparto musicale

 
musica
Sbalzi d'Umore, il progetto salentino che canta le sensazioni momentanee contro la routine quotidiana

Sbalzi d'Umore, il progetto salentino che canta le sensazioni momentanee contro la routine quotidiana

 
musica
Tiziano Ferro, Cesare Cremonini  e Ultimo tornano a Bari nel 2021: riprogrammati concerti negli stadi

Tiziano Ferro, Cesare Cremonini e Ultimo tornano a Bari nel 2021: riprogrammati concerti negli stadi

 
Cultura e spettacoli
Santino Di Rella

Bari, Santino Di Rella, il clarinetto dal suono malinconico e lunare

 

Il Biancorosso

Serie C
Gautieri: «Bari, se devo affrontarti spero sia nella partita della finale»

Gautieri: «Bari, se devo affrontarti spero sia nella partita della finale»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoPreso dai Cc
Taranto, spacciatore tradito da un incidente: aveva droga in auto

Taranto, spacciatore tradito da un incidente: aveva droga in auto

 
Potenzaper 24 tifosi
Tifoso Vultur Rionero investito: gup Potenza accoglie istanze per messa alla prova

Tifoso Vultur Rionero investito: gup Potenza accoglie istanze per messa alla prova

 
Batper i dipendenti
Asl-Bat, ecco le «ferie solidali», da cedere a colleghi in difficoltà

Asl-Bat, ecco le «ferie solidali», da cedere a colleghi in difficoltà

 
Foggial'episodio a giugno
Foggia, dà un pugno a un minore e gli ruba la minicar: arrestato sorvegliato speciale

Foggia, dà un pugno a un minore e gli ruba la minicar: arrestato sorvegliato speciale

 
Brindisitra carovigno e brindisi
In casa ha una serra di marijuana: un arresto nel Brindisino

In casa ha una serra di marijuana: un arresto nel Brindisino

 
MateraIl caso
Matera, pulizia nei Sassi: il progetto resta nel cassetto

Matera, pulizia nei Sassi: il progetto resta nel cassetto

 

i più letti

L'OMAGGIO

Nicola Di Modugno, il musicista barese che piace a Mattarella

Habituée come accompagnatore nelle crociere ha suonato la tastiera coperta dalla bandiera

Si definisce «un piccolo musicista e cantautore pugliese». Ma quando è il cuore a prevalere, la grandezza di un gesto non ha valore. Così, Nicola Di Modugno, quarantaquattrenne pianista ruvese, dottore in filosofia e impegnato da anni a cantare in strutture turistiche (in Italia e all’estero) ha pensato bene, un mese fa, di fare un omaggio all’Italia a modo suo: un semplice video casalingo, lanciato sul suo canale YouTube, in cui suona sul suo pianoforte digitale, con la tastiera coperta dal tricolore. «Suono ad occhi chiusi - spiega Nicola -, per indicare con pochi mezzi la fierezza, la fiducia, la speranza del nostro Paese: poggiavo le mani sulla capacità nazionale (e umana, in genere) di rialzarsi. Gli occhi chiusi nella mia arte diventavano segno di preghiera e ringraziamento a Dio per ogni talento e per il dono della vita. Un riconoscimento soprattutto per lo stupore che essa rappresenta, e per la bellezza che ogni artista prova a testimoniare».

Di Modugno ha studiato pianoforte sin da piccolo e la passione l’ha presa da suo padre Vincenzo, che si è spesso esibito da fisarmonicista in Canada. In questo piccolo medley di poco più di due minuti esegue brani simbolo come l’Inno di Mameli, Bella Ciao, ’O sole mio e O mia bela Madunina, unendo il suo amore per il nostro Paese, senza alcuna differenza geografica e politica.

«L’Italia la amo intera e tutta unita - prosegue -, soprattutto nei momenti di difficoltà come quelli che stiamo vivendo. Fiero anche della tenerezza di accoglienza della nostra regione, crocevia nella storia di possibilità realizzate di incontro individuale e sociale, di accoglienza, di cura dedita e professionale, dell’ospite e del pellegrino, come anche dell’ammalato. In semplicità e col cuore in mano. Questo so fare da musicista e dono agli altri, anche solo per un sorriso».

L’iniziativa e l’omaggio del musicista pugliese è una delle tantissime fiorite in questo periodo. Ma non è passata inosservata. Il 15 maggio Di Modugno ha ricevuto una lettera ufficiale dalla Segreteria della Presidenza della Repubblica, in cui Simone Guerrini (direttore dell’Ufficio di Segreteria del Presidente) gli scrive che il Presidente Sergio Mattarella «mi incarica di ringraziarla particolarmente per averlo reso partecipe del video musicale dedicato all’Italia che ha voluto comporre il 25 aprile, davvero importante in questo periodo così delicato per tutti. Auspicando di sconfiggere il prima possibile il Covid-19, tutti insieme, il Presidente Mattarella invia a lei e ai suoi cari i saluti e gli auguri più cordiali, cui unisco con piacere i miei personali».

Per Nicola, che per tanti anni è stato un pianista sull’oceano che ha deciso poi di scendere da quella nave (ha suonato in molte crociere), è stato un regalo inaspettato. Considerando anche che gli artisti come lui sono del tutto fermi, e il futuro lavorativo è un grosso punto interrogativo. «Mi sono sentito onorato - conclude -, questa lettera del Presidente della Repubblica è stata una bellissima iniezione di fiducia. Il mio lavoro spesso si nutre anche solo della gratificazione che ti dà chi ti ascolta. Fino all’anno scorso ho suonato al Blu Salento Village di Sant’Isidoro e prima dell’emergenza sanitaria ero il pianista del Grand Hotel Ritz di Roma. L’affetto di chi mi ha ascoltato non è mutato in questi mesi, e spero di poter tornare a suonare e a fare ciò che amo al più presto».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie