Giovedì 14 Novembre 2019 | 06:37

Il Biancorosso

serie c
Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa un'orchestra

Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa un'orchestra

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeIl caso
Giustizia truccata a Trani, lo Stato non dovrà risarcire i danni

Giustizia truccata a Trani, lo Stato non dovrà risarcire i danni

 
BariOccupazione
Ex Om Carelli, Selektika investe 20 mln: impiego per 128 lavoratori

Ex Om Carelli, Selektika investe 20 mln: impiego per 128 lavoratori

 
TarantoIl caso
Cimitero Taranto, vandali in azione nella cappella della Società del mutuo soccorso

Cimitero Taranto, vandali in azione nella cappella della Società del mutuo soccorso

 
PotenzaPetrolio lucano
Bardi: «Con Eni piena condivisione su rinnovo, aiuterà città colpite da maltempo»

Bardi: «Con Eni piena condivisione su rinnovo, aiuterà città colpite da maltempo»

 
MateraIL Quirinale
Matera flagellata da maltempo, Mattarella chiama il sindaco

Matera flagellata da maltempo, Mattarella chiama il sindaco

 
FoggiaIn località Posta Aucello
Cerignola, 69enne uccide una donna e si ammazza: grave una vicina di casa

Cerignola, dopo lite uccide la vicina, ferisce la moglie e poi si ammazza Foto

 
LecceIl processo
Sogliano Cavour, il pentito accusa ex sindaco: mi diede 30mila € per le elezioni

Sogliano Cavour, il pentito accusa ex sindaco: mi diede 30mila € per le elezioni

 
BrindisiL'arresto
Oria, affidato ai servizi sociali se ne infischia: finisce in cella

Oria, affidato ai servizi sociali se ne infischia: finisce in cella

 

i più letti

Lecce è il capoluogo più ricco della Puglia

Lecce è il capoluogo più ricco della Puglia
di Fabio Casilli

LECCE - A Lecce il primato del reddito pro capite medio più alto tra i capoluoghi pugliesi. Questo il risultato di un’indagine pubblicata in base alle dichiarazioni dei redditi degli italiani riferiti all’anno 2013.

Nel capoluogo salentino, infatti, il dato di 20.539 euro pro capite. Di poco superiore a quello rilevato nel Comune di Bari (20.086 euro). A seguire Taranto (18.529 euro) e Brindisi (17.818 euro). Fanalino di coda, in Puglia, è la città di Foggia con 17.165 euro.

In provincia di Lecce, dopo il capoluogo, si piazza Maglie con un reddito pro capite di 17.591 euro. Mentre ultima in classifica, per quanto riguarda il Salento, arriva Acquarica del Capo con appena 10.025 euro annui ad abitante.

Generalmente vanno bene i centri, che hanno una buona attrattiva turistica. Meno quelli che in passato sono stati caratterizzati da una forte economia manifatturiera e hanno poi risentito della crisi. Per fare un esempio, Casarano è addirittura superata dal più piccolo dei comuni salentini: Giuggianello.

Alle spalle di Maglie (e comunque oltre i 15mila euro annui pro capite) si piazzano altri nove centri: Cavallino (16.694 euro), Sternatia (16.036 euro), Calimera (15.969 euro), Soleto (15.713 euro), San Cesario (15.666 euro), San Cassiano (15.407 euro), Gallipoli (15.400 euro), Galatina (15.235 euro) e Tricase (15.152 euro).

Poco al di sotto della soglia dei 15mila euro, invece, due perle dell’Adriatico, tra le preferite dai turisti: Otranto con 14.974 euro annui pro capite e Castro con 14.874 euro. Ma anche Caprarica (14.939 euro). Seguite da altri dieci comuni: Arnesano (14.658 euro), Campi Salentina (14.512 euro), Lequile (14.494 euro), Nociglia (14.488 euro), Diso (14.465 euro), San Donato (14.328 euro), Andrano (14.302 euro), Trepuzzi (14.226 euro), Vernole (14.141 euro) e Lizzanello (14.097 euro).

Poi tutti gli altri: Nardò (13.954 euro), Novoli (13.905 euro), Santa Cesarea Terme (13.875 euro), Poggiardo (13.860 euro), Surbo (13.846 euro), Squinzano (13.834 euro), Zollino (13.812 euro), Martignano (13.631 euro), Ortelle (13.627 euro), Spongano (13.547 euro), Monteroni (13.494 euro), Corigliano d’Otranto (13.480 euro), San Pietro in Lama (13.437 euro), Muro Leccese (13.412 euro), Castrì (13.348 euro), Alezio (13.342 euro), Giuggianello (13.296 euro), Casarano (13.286 euro), Scorrano (13.191 euro), Salice Salentino (13.182 euro), Parabita (13.168 euro), Sanarica (13.076 euro), Miggiano (13.071 euro), Tiggiano (13.065 euro), Galatone (13.061 euro), Melendugno (13.032 euro), Montesano Salentino (13.027 euro), Collepasso (12.989 euro), Botrugno (12.975 euro), Palmariggi (12.949 euro), Carmiano (12.858 euro), Sogliano Cavour (12.796 euro), Minervino (12.768 euro), Surano (12.747 euro), Guagnano (12.738 euro), Seclì (12.722 euro), Cutrofiano (12.642 euro), Martano (12.617 euro), Alessano (12.614 euro), Copertino (12.556 euro), Sannicola (12.521 euro), Matino (12.453 euro) e Uggiano La Chiesa (12.399 euro), Carpignano Salentino (12.377 euro), Castrignano del Capo (12.347 euro), Giurdignano (12.347 euro), Veglie (12.286 euro), Taviano (12.254 euro), Cursi (12.254 euro), Castrignano de’ Greci (12.169 euro), Melpignano (12.088 euro), Tuglie (12.088 euro), Gagliano del Capo (12.083 euro), Neviano (12.073 euro), Bagnolo (12.053 euro), Specchia (12.030 euro), Racale (11.700 euro), Corsano (11.647 euro), Cannole (11.629 euro), Leverano (11.583 euro), Melissano (11.537 euro), Aradeo (11.488 euro), Ugento (11.391 euro), Porto Cesareo (11.276 euro), Patù (11.232 euro), Ruffano (11.113 euro), Taurisano (11.005 euro), Alliste (10.903 euro), Supersano (10.881 euro), Morciano di Leuca (10.872 euro), Salve (10.855 euro), Presicce (10.833 euro) e, ultima, Acquarica del Capo appunto con 10.250 euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie