Mercoledì 23 Settembre 2020 | 02:06

Il Biancorosso

Serie c
Bari calcio, esordio in Coppa Italia senza Di Cesare e De Risio

Bari calcio, esordio in Coppa Italia senza Di Cesare e De Risio

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Bari, scatta la prescrizione per 11 furbetti del cartellino dell'ex Provincia

Bari, scatta la prescrizione per 11 furbetti del cartellino dell'ex Provincia

 
TarantoContagi
Grottaglie, un impiegato della Leonardo è positivo al Covid 19

Grottaglie, un impiegato della Leonardo è positivo al Covid 19

 
BrindisiIn 60 anni
Brindisi, Roma e Milano nella top 100 delle città «più calde» d'Europa

Brindisi, Roma e Milano nella top 100 delle città «più calde» d'Europa

 
PotenzaNel Potentino
A Carbone il nuovo sindaco è «sconosciuto»: eletto con 78 voti un siciliano mai stato in paese

A Carbone il nuovo sindaco è «sconosciuto»: eletto con 78 voti un siciliano mai stato in paese

 
Materal'anniversario
Matera, quel 21 settembre che cambiò la nostra storia

Matera, quel 21 settembre che cambiò la nostra storia

 
FoggiaCovid
S. Giovanni Rotondo, tutto esaurito in Chiesa per la veglia di San Pio

S. Giovanni Rotondo, tutto esaurito in Chiesa per la veglia di San Pio

 
BatLavori pubblici
Bisceglie, manutenzione del Ponte Lama: arrivano 5 milioni

Bisceglie, manutenzione del Ponte Lama: arrivano 5 milioni

 
LecceViaggi della speranza
Gallipoli, migranti pakistani si riparano su isola Sant'Andrea: c'è anche bimbo di 11 anni

Gallipoli, migranti pakistani si riparano su isola Sant'Andrea: c'è anche bimbo di 11 anni

 

i più letti

Crociere, patto per Venezia

Crociere, patto per Venezia
ROMA – «Venezia non può perdere il suo ruolo eminente nel traffico crocieristico internazionale; come giustamente sottolineate, la perdita di questo ruolo provocherebbe danni irreparabili a tutta l’economia dell’intero Mediterraneo Orientale. Non solo della Laguna, nè solo dell’Alto Adriatico, poichè Venezia è il polo di attrazione e di riferimento per il traffico crocieristico dell’intera area mediterranea orientale, fino all’Egeo».

Lo ha detto Francesco Rivolta, direttore generale di Confcommercio, nel suo intervento a un convegno organizzato a Roma da Federagenti/ Confcommercio sulle grandi navi in laguna. «Certo, occorre che Venezia non perda alcune delle sue caratteristiche artistiche, urbanistiche ed ambientali – ha proseguito -.

Tutelare la città è il primario interesse dei suoi cittadini ma lo è anche delle Compagnie di navigazione, degli Agenti, dei gestori delle attività portuali, delle imprese cantieristiche e, naturalmente, di tutte le altre attività dell’accoglienza, del turismo, del commercio e dei servizi connesse al traffico crocieristico. Ogni operatore economico serio, dotato di una sana visione del futuro, non può non essere consapevole che la prima regola di ogni impresa è quella di salvaguardare e valorizzare i fattori competitivi di cui dispone, e che ne determinano e garantiscono il successo nel tempo.

E' perciò strumentale ogni tentativo di contrapporre gli operatori economici agli ambientalisti, agli uomini di cultura, ai cittadini. Gli operatori economici hanno un solo interesse: che Venezia sia tutelata. Ma farlo non significa trasformarla nè in un museo all’aperto, nè in un grande parco a tema accessibile solo a gruppi di èlite».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie