Mercoledì 26 Febbraio 2020 | 23:55

Il Biancorosso

Serie C
Bari in trasferta a Terni per non perdere la speranza

Bari, 2-2 a Terni. Pareggio amaro: la Reggina se ne va, il Monopoli si avvicina

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaMaltempo
Forti raffiche di vento a Potenza: divelti pali della luce e alberi sradicati

Forti raffiche di vento a Potenza: divelti pali della luce e alberi sradicati

 
HomeIl virus
Il Coronavirus arriva in Puglia, un caso positivo a Taranto: tornato da poco da Codogno

Il Coronavirus arriva in Puglia, caso positivo a Taranto: 33enne di Torricella tornato in aereo lunedì da Codogno.
Al Moscati isolato pronto soccorso. Scuole chiuse

 
BatL'incidente mortale
Trinitapoli, auto finisce fuori strada sulla S 16: morta 56enne

Trinitapoli, scontro tra due auto, una finisce fuori strada sulla S 16: morta 56enne

 
BrindisiLa curiosità
Ceglie Messapica, ecco la ricercatrice che ricava la carta dai funghi

Ceglie Messapica, ecco la ricercatrice che ricava la pelle dai funghi

 
LecceIsolato a Codogno
La testimonianza: «Io, medico di Novoli contagiato dal Coronavirus»

La testimonianza: «Io, medico di Novoli contagiato dal Coronavirus»

 
FoggiaLa scoperta
Cerignola, refurtiva in un ex mobilificio già depodito di automezzi rubati

Cerignola, refurtiva in un ex mobilificio già deposito di automezzi rubati

 
MateraIl recupero
Matera, ritrovato senza vita nella Gravina il corpo di Giovanni Montesano

Matera, ritrovato senza vita nella Gravina il corpo di Giovanni Montesano

 

Crociere, patto per Venezia

Crociere, patto per Venezia
ROMA – «Venezia non può perdere il suo ruolo eminente nel traffico crocieristico internazionale; come giustamente sottolineate, la perdita di questo ruolo provocherebbe danni irreparabili a tutta l’economia dell’intero Mediterraneo Orientale. Non solo della Laguna, nè solo dell’Alto Adriatico, poichè Venezia è il polo di attrazione e di riferimento per il traffico crocieristico dell’intera area mediterranea orientale, fino all’Egeo».

Lo ha detto Francesco Rivolta, direttore generale di Confcommercio, nel suo intervento a un convegno organizzato a Roma da Federagenti/ Confcommercio sulle grandi navi in laguna. «Certo, occorre che Venezia non perda alcune delle sue caratteristiche artistiche, urbanistiche ed ambientali – ha proseguito -.

Tutelare la città è il primario interesse dei suoi cittadini ma lo è anche delle Compagnie di navigazione, degli Agenti, dei gestori delle attività portuali, delle imprese cantieristiche e, naturalmente, di tutte le altre attività dell’accoglienza, del turismo, del commercio e dei servizi connesse al traffico crocieristico. Ogni operatore economico serio, dotato di una sana visione del futuro, non può non essere consapevole che la prima regola di ogni impresa è quella di salvaguardare e valorizzare i fattori competitivi di cui dispone, e che ne determinano e garantiscono il successo nel tempo.

E' perciò strumentale ogni tentativo di contrapporre gli operatori economici agli ambientalisti, agli uomini di cultura, ai cittadini. Gli operatori economici hanno un solo interesse: che Venezia sia tutelata. Ma farlo non significa trasformarla nè in un museo all’aperto, nè in un grande parco a tema accessibile solo a gruppi di èlite».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie