Mercoledì 21 Novembre 2018 | 19:27

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Il Tacco d'Italia un set naturale per vocazione

Silenzio, cantano le cicale, brilla la luce del cielo terso di Puglia, appare una masseria ed inizia il viaggio a due ruote, a bordo di un romantico tandem. Sole e mare, prati verdi smeraldo e muretti a secco, la corona ottogonale di Castel del Monte che domina la Murgia, il paesello dal cuore antico, una chiesetta di campagna e gli sposi che arrivano… sembra un film. Anzi, ciak si gira: è un film! Siamo nello spot "Puglia, scene to explore" che la Regione Puglia presenterà alla BIT - Borsa Internazionale del Turismo di Milano 2001. Ma è a portata di click in www.apuliafilmcommission.it.
Il Tacco d'Italia un set naturale per vocazione
Silenzio, cantano le cicale, brilla la luce del cielo terso di Puglia, appare una masseria ed inizia il viaggio a due ruote, a bordo di un romantico tandem. Sole e mare, prati verdi smeraldo e muretti a secco, la corona ottogonale di Castel del Monte che domina la Murgia, il paesello dal cuore antico, una chiesetta di campagna e gli sposi che arrivano… sembra un film. Anzi, ciak si gira: è un film! Siamo nello spot "Puglia, scene to explore" che la Regione Puglia presenterà alla BIT - Borsa Internazionale del Turismo di Milano 2001. Ma è a portata di click in www.apuliafilmcommission.it.
La vocazione a set naturale della Puglia da intuizione di pochi sta, ora, diventando la nuova Eldorado che fa brillare (di luce riflessa) tutte le altre attività economiche connesse: ma prima fra tutte il turismo. Dopo anni di semina dell'Apulia Film Commission per far conoscere il Tacco d'Italia in questa nuova veste, ecco che a metà nella Fiera del Levante è sorto il Cineporto. Uno spazio di 1200 metri quadrati che ospita la sede della commissione cinematografica, uffici di produzione audiovisiva, sale casting, trucco, parrucco, costumi, deposito e laboratorio per scenografie, una sala cinema digitale full HD con dolby surround con cabina per la traduzione simultanea.
Lecce, perla del Salento barocco, ha il suo Cineporto delle Manifatture Knos con ben 4.000 mq in cui si concentrano numerosi progetti culturali interdisciplinari. Al suo interno 500 mq sono interamente dedicati al cinema e alle arti visive, suddivisi in uffici, sala casting, sala costumi e trucco, deposito e laboratorio scenografie, spazio mostre e installazioni.
Mentre la Puglia diventa un nuovo polo del cinema, utilizzando egregiamente sia le competenze che i talenti locali, c'è un altro importante tassello (di celluloide) che si sta per aggiungere: il road show presso grandi aziende, affinché prendano sempre più in considerazione la Puglia come location per gli spot pubblicitari.
Il modello sul quale la giunta Vendola punta è di sviluppo concreto di tutte le arti figurative. La sfida continua e l'Apulia Film Commission, presieduta da Oscar Iarussi, sta gestendo un investimento di 323 mila euro per nove pellicole da girare. Si tratta di cinque lungometraggi, due documentari, un videoclip e un cortometraggio di animazione. Tra questi segnaliamo "Essenzialmente tu" di Stefano Chiantini con Rocco Papaleo e Asia Argento, "Il giuramento di Ippocrate" di Lucio Pellegrini con Stefano Accorsi e Vittoria Puccini, e "Rudy Valentino - Divo dei divi" di Nico Cirasola.
Dalle cifre emerge come, l'efficienza della Apulia Film Commission e l'aver azzerato la burocrazia, insieme alla bellezza ed alla luce della Puglia, in tre anni le sue attività siano riuscite a sostenere ed assistere oltre 100 produzioni.
E se vi state chiedendo se, davvero, il cinema fa bene al turismo basta fare un passo indietro al 2010. Il regista turco Ferzan Ozpetek, che è pure diventato cittadino onorario di Lecce, ha girato in Salento "Mine Vaganti" riuscendo, fra l'altro, ad ottenere una menzione speciale al Tribeca Film Festival di New York ideata dal divo Robert De Niro. La motivazione del premio vale più di qualunque campagna di promozione turistica che la Puglia potrà mai mettere in moto perché ringrazia Ozpetek "Per averci fatto ridere, piangere e desiderare di prenotare immediatamente un viaggio nel Sud Italia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400