Martedì 23 Aprile 2019 | 19:57

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, e adesso cosa si fa?Si accarezza il sogno scudetto

Bari, e adesso cosa si fa?
Si accarezza il sogno scudetto

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaSull'Isola di Capraia
Migranti, 17 curdi sbarcano alle Isole Tremiti: tra loro donne e bambini

Migranti, 18 curdi sbarcano alle Isole Tremiti: tra loro bimbo paraplegico

 
PotenzaLe indagini
Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

 
BariL'intervista
Loredana Ascenza Fasano: «Ricomincio dai Verdi dopo la rinuncia ambientalista M5S»

Loredana Ascenza Fasano: «Ricomincio dai Verdi dopo la rinuncia ambientalista M5S»

 
MateraOperazione della Polizia
Metaponto, nello zaino con un chilo di droga: in cella gambiano

Metaponto, nello zaino con un chilo di droga: in cella gambiano

 
BatIl furto
Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

 
BrindisiVento forte
Brindisi, maltempo blocca nel porto traghetto per Valona

Brindisi, traghetto bloccato dal vento nel porto: era diretto a Valona

 
TarantoL'operazione dei cc
Laterza, ruba alcol, soldi e tabacchi in un bar: arrestato 40enne

Laterza, ruba alcol, soldi e tabacchi in un bar: arrestato 40enne

 
HomeIl martedì dei leccesi
A Lecce la Pasquetta continua con «Lu riu»: tra pic nic e musica

A Lecce la Pasquetta continua con «Lu riu»: tra pic nic e musica

 

Il palcoscenico dei riti della Pasqua

Fede e folklore, riti sacri e fuoco e canti, la Settimana Santa in Puglia è un momento dall'alto valore religioso, fortemente sentito dalla popolazione. Ogni paese, o quasi, ha la sua processione e, così, il Tacco d'Italia diventa un palcoscenico diffuso dei riti della Pasqua. E sarà questa vivida realtà pasquale ad essere presentata alla BIT 2011 dalla Regione Puglia che porterà un'offerta pensata, selezionata e con un cofanetto di itinerari in italiano, inglese e tedesco. "La scelta fra le varie proposte è stata fatta con cura, scegliendo eventi nei quali tradizione e fede possono combaciare con l'offerta turistica".
Il palcoscenico dei riti della Pasqua
Fede e folklore, riti sacri e fuoco e canti, la Settimana Santa in Puglia è un momento dall'alto valore religioso, fortemente sentito dalla popolazione. Ogni paese, o quasi, ha la sua processione e, così, il Tacco d'Italia diventa un palcoscenico diffuso dei riti della Pasqua. E sarà questa vivida realtà pasquale ad essere presentata alla BIT 2011 dalla Regione Puglia che porterà un'offerta pensata, selezionata e con un cofanetto di itinerari in italiano, inglese e tedesco. "La scelta fra le varie proposte è stata fatta con cura, scegliendo eventi nei quali tradizione e fede possono combaciare con l'offerta turistica", spiega Gaetano Armenio, presidente dell'Associazione Culturale Opera di Molfetta. L'iniziativa, che mette in una vetrina di qualità permanente i riti nel sito www.settimanasantainpuglia.it, fa parte del progetto di promozione dell'assessorato della Regione Puglia al Mediterraneo, Cultura e Turismo, guidato da Silva Godelli, nel quale - per ora - ci sono 16 Comuni. "Gli itinerari sono stati suddivisi facendo emergere tutte le peculiarità dal Gargano fino al Salento - ci dice il presidente Armenio - per dare una risposta a seconda di come si voglia vivere la Pasqua, da pellegrino o da turista. Nella selezione si è tenuto conto anche delle caratteristiche del Comune da un punto di vista storico e architettonico, delle strutture di ricezione. L'evento religioso è lo spunto di partenza per allargare lo sguardo al territorio".
Il fuoco è l'elemento che caratterizza la Pasqua del foggiano, con santuari immersi nel verde della Foresta Umbra. Al suono dei canti corali di Vico del Gargano possiamo poi spostarci a San Marco in Lamis, accolti dal fragore delle "fracchie" che bruciano al buio, e soffermarci ad osservare i "penitenti" di Troia, su cui svetta una cattedrale di grande bellezza.
"Nella BAT è preponderante - prosegue Armenio - l'elemento femminile con la "Desolata" a Canosa dove un corteo di donne tutte in nero, col viso coperto di nero, è scandita dal tono straziante con cui intonano lo Stabat Mater. "I percorsi di Federico", che ruotano attorno al maniero di Castel del Monte, includono la reliquia della "Sacra Spina" di Andria che, qui, introduce ai riti processionali, l'ultimo "Incontro" tra Gesù e sua Madre a Bisceglie.
La zona del barese si distingue, invece, per l'imponenza statuaria di Molfetta, Ruvo di Puglia e Bitonto, per l'emozionante "passione vivente" di Alberobello (sito Unesco) senza dimenticare i "crociferi" di Noicattaro. Tutti ingredienti, se così vogliamo chiamarli, che riescono a far sentire i visitatori davvero partecipi e con un reale coinvolgimento emotivo.
Gli obiettivi ai quali la Regione Puglia mira attraverso questo progetto sulla Settimana Santa sono, innanzitutto, il potenziamento del circuito del turismo culturale religioso e di un turismo sostenibile. Senza trascurare, quindi, la valorizzazione delle identità culturali, storiche, della memoria e delle tradizioni popolari della Puglia, portando avanti la promozione con lo sviluppo del rapporto fra tradizione e innovazione. Tutt'attorno, sulla spinta dell'evento religioso, il traguardo sarà una più completa fruizione dei beni monumentali, artistici, archeologici e naturalistici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400