Mercoledì 26 Febbraio 2020 | 23:38

Il Biancorosso

Serie C
Bari in trasferta a Terni per non perdere la speranza

Bari, 2-2 a Terni. Pareggio amaro: la Reggina se ne va, il Monopoli si avvicina

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaMaltempo
Forti raffiche di vento a Potenza: divelti pali della luce e alberi sradicati

Forti raffiche di vento a Potenza: divelti pali della luce e alberi sradicati

 
HomeIl virus
Il Coronavirus arriva in Puglia, un caso positivo a Taranto: tornato da poco da Codogno

Il Coronavirus arriva in Puglia, caso positivo a Taranto: 33enne di Torricella tornato in aereo lunedì da Codogno.
Al Moscati chiuso pronto soccorso

 
BatL'incidente mortale
Trinitapoli, auto finisce fuori strada sulla S 16: morta 56enne

Trinitapoli, scontro tra due auto, una finisce fuori strada sulla S 16: morta 56enne

 
BrindisiLa curiosità
Ceglie Messapica, ecco la ricercatrice che ricava la carta dai funghi

Ceglie Messapica, ecco la ricercatrice che ricava la pelle dai funghi

 
LecceIsolato a Codogno
La testimonianza: «Io, medico di Novoli contagiato dal Coronavirus»

La testimonianza: «Io, medico di Novoli contagiato dal Coronavirus»

 
FoggiaLa scoperta
Cerignola, refurtiva in un ex mobilificio già depodito di automezzi rubati

Cerignola, refurtiva in un ex mobilificio già deposito di automezzi rubati

 
MateraIl recupero
Matera, ritrovato senza vita nella Gravina il corpo di Giovanni Montesano

Matera, ritrovato senza vita nella Gravina il corpo di Giovanni Montesano

 

Dall’Adriatico al Tirreno pedalando su sentieri ricchi di storia

Un caffè a Napoli? Sì, ma in bicicletta! Basta non avere fretta, montare in sella alle due ruote e predisporre l'animo ad assaporare lo scorrere lento dei paesaggi percorrendo alcune centinaia di chilometri sulla "Via dei Borboni". E' molto di più di un richiamo nostalgico alla storia, si tratta di un vero e proprio itinerario che collega Bari a Napoli, l'Adriatico al Tirreno.
Dall’Adriatico al Tirreno pedalando su sentieri ricchi di storia
Un caffè a Napoli? Sì, ma in bicicletta! Basta non avere fretta, montare in sella alle due ruote e predisporre l'animo ad assaporare lo scorrere lento dei paesaggi percorrendo alcune centinaia di chilometri sulla "Via dei Borboni". E' molto di più di un richiamo nostalgico alla storia, si tratta di un vero e proprio itinerario che collega Bari a Napoli, l'Adriatico al Tirreno. Nel mezzo ci sono gli Appennini e, immediatamente, è evidente che il percorso pur non essendo una gara agonistica è destinato a ciclisti mediamente esperti.
Quello del cicloturismo è un altro dei turismi possibili della Puglia per tutte le stagioni, racchiuso nella "cartoguida" dell'itinerario ciclabile nazionale n.10 della Rete "Bicitalia", individuato nell'ambito del progetto Cyronmed, promosso e coordinato dall'Assessorato regionale ai Trasporti della Regione Puglia. Ed è a portata di click, disponibile sul portale istituzionale del turismo pugliese www.viaggiareinpuglia.it.
Per pedalare sereni e senza pensieri è bene sapere che "l'intero percorso è stato verificato e validato in bicicletta, non alla scrivania o in automobile - precisa il sito - e la cartoguida è stata redatta dalla Fiab onlus, principale organizzazione nazionale no-profit specializzata nella materia.
A due ruote vengono uniti in un unico affascinante sentiero i Comuni pugliesi di Bari, Bitetto, Ruvo, Castel del Monte e Minervino, proseguendo poi verso la Basilicata attraverso Venosa, Melfi, Rapolla, Atella, Ruvo del Monte e Pescopagano. Sulla sponda tirrenica della Campania il ciclo turista passa per Sant'Andrea di Conza, Lioni, Avellino e Nola per arrivare a Napoli. Sono 334 chilometri da percorrere in una, due settimane, tutto dipende da noi e dalla vacanza che vogliamo fare.
Per chi non sa resistere all'attrazione dei siti Unesco, vista la presenza nell'itinerario di Castel del Monte ad Andria, è stata prevista anche una variante più lunga che passa attraverso i magici Sassi di Matera.
Olanda e Germania in bicicletta sono un classico da sempre. Ma ora, il Mezzogiorno viene unito da questa cartoguida che attraversa tre regioni e pone le basi per accogliere in maniera più sistematica una nicchia di appassionati cicloturisti che - secondo gli esperti - in Europa coinvolge oltre 10 milioni di persone. Fra Puglia, Basilicata e Campania le due ruote riportano alla vita una capillare rete di viabilità secondaria e campestre, a basso traffico veicolare, ripercorrendo sentieri ricchi di storia e natura incontaminata con merende tipiche, dai sapori che rimarranno memorabili, con quel gusto speciale che viene dal contatto con la gente del luogo. Tutto ciò è racchiuso nella cartoguida, in formato elettronico, con una descrizione del percorso principale Bari-Napoli e della variante Matera, i profili altimetrici, le carte stradali in scala 1:75.000 riportanti la traccia della ciclovia e le foto scattate lungo i percorsi e raccolte per area geografica, per una "anteprima" del nostro viaggio su misura in bicicletta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie