Martedì 20 Novembre 2018 | 06:18

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Vino, cibo e territorio un itineraio da gourmet

La buona cucina, ecco il vero motore del turismo made in Italy. Non è l'opinione di gourmets appassionati ma un dato di fatto che emerge dalle cifre rese note, a fine 2010, dall'Osservatorio nazionale del turismo.
L'unico segmento in costante e continua crescita nel panorama dell'offerta turistica italiana, infatti, è proprio il turismo enogastronomico il cui valore è stimato in circa cinque miliardi l'anno.
Vino, cibo e territorio un itineraio da gourmet
La buona cucina, ecco il vero motore del turismo made in Italy. Non è l'opinione di gourmets appassionati ma un dato di fatto che emerge dalle cifre rese note, a fine 2010, dall'Osservatorio nazionale del turismo.
L'unico segmento in costante e continua crescita nel panorama dell'offerta turistica italiana, infatti, è proprio il turismo enogastronomico il cui valore è stimato in circa cinque miliardi l'anno.
Da oltre un decennio la Puglia, trainata dagli eventi del Movimento Turismo del Vino, ha messo in moto un meccanismo di costante crescita che l'ha portata oramai a distinguersi nel panorama italiano come meta ambita fra le vacanze enogastronomiche.
Il segreto pugliese? Aver saputo integrare le "cattedrali del gusto" con i castelli e i boschi, le cantine e i frantoi con le dimore storiche e le osterie, le ciclo passeggiate con le masserie e il folklore senza mai perdere di vista la tipicità più autentica dei prodotti "made in Puglia". Ed ora che, con gli aeroporti di Bari e Brindisi oramai stabilmente meta di voli internazionali diretti da tutta Europa, venire nel Tacco d'Italia non è più complesso e costoso, ecco la nuova sfida: il turismo enogastronomico internazionale.
Per il 2011 il Movimento Turismo del Vino (MTV) Puglia, presieduto da Vittoria Cisonno, ha messo in cantiere una serie di iniziative che puntano senza esitazione verso l'ampliamento degli arrivi di stranieri. In tempi di crisi le alleanze diventano indispensabili e così la Puglia marcia verso questi nuovi traguardi poggiando non solo sull'impegno quotidiano dei suoi produttori agricoli e della ristorazione tipica di qualità, ma anche sulle sinergie fra le attività dell'assessorato al Mediterraneo e Turismo, guidato da Silvia Godelli, e dell'assessorato alle Risorse Agroalimentari, portato avanti da Dario Stefàno. Dall'Osservatorio nazionale del turismo apprendiamo un altro dato che, sostanzialmente, conferisce ancora più forza alle sinergie pugliesi fra turismo ed enogastronomia: in Italia il 45% degli stranieri viene "conquistato" dal cibo.
La prima delle tre tappe di eccellenza di inizio 2011, per la Puglia del gusto, è stata a Oporto dal 31 gennaio al 2 febbraio dove il MTV Puglia, in collaborazione con il MTV Italia, ha partecipato al selettivo "International Wine Tourism conference and workshop". E' in Portogallo che si sono ritrovati oltre 100 operatori del settore, più di 40 i tour operator e le agenzie di viaggio specializzate in itinerari enogastronomici. La Puglia ha esposto e degustato una rappresentanza di vini delle cantine associate e distribuito materiale promozionale nel corso degli incontri "one to one" seminando per i prossimi avvenimenti. Alla Bit - Borsa Internazionale del Turismo di Milano ecco che MTV Puglia userà un modello di attrazione oramai collaudato e che viene perfezionato di anno in anno: il cooking show con chef pugliesi campioni del mondo insieme ai nostri migliori vini.
La differenza, in coincidenza con la celebrazione dei 150 anni dell'unità d'Italia, è che il tutto sarà improntato su questo tema: anche le orecchiette tricolori!
Il fermento internazionale che vede la Puglia del cosiddetto Trullishire inserita nella rotta degli yacht di lusso del Mediterraneo, nel circuito dei maggiori esperti mondiale di vino & food, miniera inesauribile di tipicità e vivacità nella ristorazione, sarà protagonista di ulteriore trampolino di lancio internazionale dal 23 al 27 febbraio.
A Savelletri di Fasano prenderà il via la terza edizione di "Puglia, Wine & Land", dove buyer, tour operator e giornalisti specializzati in arrivo da tutto il mondo non solo incontreranno i produttori ma visiteranno i luoghi di produzione, scopriranno paesaggi e siti di particolare rilievo storico-artistico, gusteranno le specialità locali preparate dai migliori chef del territorio. Da questo complesso progetto, in cui MTV Puglia collabora anche le istituzioni regionali, il risultato atteso è quello di favorire l'incoming enoturistico, creando nuovi contatti commerciali con mercati europei ed extraeuropei e aprendo le porte a nuovi gustosi itinerari di scoperta. A chi vuole esplorare i percorsi e le tappe di Wine & Land, e assaporarne i sapori, suggeriamo di cliccare in www.vinidipuglia.com.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400